chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

E’ davvero un mondo piccolo (sui social media)

Lucinda Cowing [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], residente a Kyoto e coredattrice del Kyoto Journal, ha recentemente sperimentato un momento di serendipità [it] sui social media.

La Cowing ha scritto sulla sua pagina Facebook (che è privata, ma è citata di seguito con il suo consenso):

Woaaa, talk about “it's a small world” moment. I had a suspicion the girl opposite me was taking a sneaky phone picture on the Eiden the other weekend. Sure enough, that photo appeared on Instagram, and now, a friend of mine living in Beijing sees it and says she's sitting opposite the Taiwanese girl who took it.

Ehiii, parliamo di quell'attimo in cui “è un mondo piccolo”. Lo scorso fine settimana, ho avuto l'impressione che la ragazza seduta di fronte a me sulla Eiden stesse scattando di nascosto una foto col cellulare. Ero abbastanza sicura che quella foto sarebbe apparsa su Instagram, e ora, una mia amica che vive a Pechino la vede e dice che è seduta di fronte alla ragazza di Taiwan che l'ha scattata.

Next stop

A photo posted by tammytu (@tammytu) on


L'amico di Pechino della Cowing ha poi condiviso su Facebook la foto dell'utente di Instagram tammytu, scattata la foto in un recente viaggio turistico a Kyoto.

11061281_10152965789215892_3950658542451398206_n

Foto: Will Wilcox

Secondo la Cowing, le due donne ora sono amiche.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.