chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

In ricordo della donna kirghisa che adottò 150 bambini durante l'assedio di Leningrado

Three men bury the dead during the Siege of Leningrad in 1942 at the Volkovo cemetery. Boris Kudoyarov, RIA. Licensed to reuse.

Tre uomini seppelliscono i morti durante l'assedio di Leningrado [it] del 1942 nel cimitero di Volkovo. Boris Kudoyarov, RIA. Licenza di riuso

“Una leggenda”: così i media kirghisi e russi si riferiscono parlando di Toktogon Altybasarova, 91 anni, che durante la Seconda Guerra Mondiale offrì rifugio [ru, come tutti i link seguenti] a 150 bambini evacuati da Leningrado, nel corso di un blocco di due anni e mezzo costato un milione di vite.

Nel 1942, mentre la Germania nazista bombardava la seconda città della Russia, ora chiamata San Pietroburgo, la sedicenne Altybasarova, morta lo scorso 11 giugno, risparmiò agli sfollati di fare la fame ospitandoli in un dormitorio per il personale di una fabbrica locale, nel suo remoto villaggio natale di Kurmenty, nel nord est del Kirghizistan.

All'epoca era appena stata eletta capo del consiglio del suo villaggio.

Photo taken from Wikipedia

Foto da Wikipedia

 

 

 

 

 

 

Altybasarova stabilì l'età dei bambini e diede loro dei nomi. A capo di una squadra di assistenti, condusse i bambini fino all’età adulta, mentre partivano per lavorare e studiare in diverse parti dell'Unione Sovietica.

Secondo l’emittente di stato del Kirghizistan, Altybasarova conservò fino alla morte e facendone tesoro le lettere dei bambini da lei adottati.

Il presidente del Kirghizistan, Almazbek Atambayev, ha detto in un messaggio video:

Токтогон Алтыбасарова во время Великой Отечественной войны стала матерью 150 детям из блокадного города Ленинграда. В свои 16 лет, окружив детей заботой и вниманием, сумев им передать ощущение близости и теплоты, Токтогон-апа заменила им родную мать.

Durante la Grande Guerra patriottica [1941-1945], Toktogon Altybasarova diventò madre di 150 bambini della città assediata di Leningrado. A sedici anni, Toktogon-apa assunse il ruolo delle madri dei bambini, circondandoli di cure e attenzione e trasmettendogli un senso di vicinanza e calore.

Altybasarova ebbe otto figli suoi, 23 nipoti, e 13 pro-nipoti. L'ufficio del presidente ha stanziato 100,000 som kirghisi (1.700 dollari) per coprire i costi del suo funerale.

Sotto un articolo sul sito web di notizie kirghiso Vecherni Bishkek, i lettori hanno celebrato la lunga vita della Altybasarova.

Вот настоящий пример человеческого отношения к людям!

Надеюсь, что она воспитала своих детей именно такими, какой она была сама. Настоящими!

Ecco un esempio di una relazione davvero umana con le altre persone! Spero che abbia cresciuto i suoi figli prendendo come modello se stessa. Come persone vere!

E una persona che ha dichiarato di essere figlia di Altybasarova ha ringraziato i sostenitori:

Всем ,  выразившим  соболезнования моей маме  – Алтыбасаровой Токтогон , большое спасибо !  Спасибо за поддержку и за ваши добрые слова !!!! Спасибо детям из блокадного Ленинграда за добрую память !!!

A tutti quelli che stanno offrendo le condoglianze a mia madre, Toktogon Altybasarova, vi ringrazio! Grazie per il vostro supporto e le parole gentili!!! Grazie ai bambini di Leningrado per i bei ricordi!!!

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.