chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

La “bellezza” dell'omofobia russa

This man threatened to attack random homosexuals. Image via Lena Klimova.

Quest'uomo ha minacciato di picchiare omosessuali a caso. Immagine procurata da Lena Klimova.

Lena Klimova, fondatrice di Children-404 [en], una rete di sostegno online per giovani LGBT in Russia simile alla campagna It Gets Better negli Stati Uniti, ha presentato un nuovo progetto [en] con lo scopo di far vergognare gli utenti internet che le mandano minacce di morte.

Il 20 aprile, Klimova ha pubblicato un album fotografico intitolato “Beautiful People and What They Say to Me” [ru] (belle persone e quello che mi dicono), nel quale ha condiviso pubblicamente immagini di persone riprese nella loro vita quotidiana con i messaggi intimidatorii che aveva ricevuto su VKontakte, il più grande social network in Russia.

Le foto ritraggono persone in situazioni informali e intime: un uomo posa con una capra, una donna abbraccia un mazzo di rose e così via. Il testo, però, è volgare e offensivo in modo da creare una violenta giustapposizione tra l'identità di queste persone come individui privati e pubblici omofobi.

L'archivio delle immagini di Klimova contiene attualmente 29 differenti fotografie. RuNet Echo sta pubblicando alcune di queste immagini con l'identità delle persone oscurate ma con i messaggi osceni rivolti a Klimova tradotti in inglese.

Si avverte il lettore che il linguaggio è osceno.

Image via Lena Klimova. VKontakte.

Immagine procurata da Lena Klimova. VKontakte.

Sasha: When are you finally going to close your fucked-up group. I hate this shit. Gunning you down, you little bitch, is just the beginning of what you deserve.

Sasha: Quando finalmente chiuderai questo gruppo del cazzo? Odio questa merda! Piccola stronza, il minimo di quelli che ti meriti è che ti sparino.

Image via Lena Klimova. VKontakte.

Immagine procurata da Lena Klimova. VKontakte.

Aisha: I, for one, think you’re a stupid bitch. You think you’re helping anything with this holy crusade?? Go and fucking kill yourself before they come for you!!! People like you should be locked up!

Aisha: secondo me mia sei una stupida puttana. Credi di aiutare qualcuno con questa crociata?? Ammazzati prima che lo faccia qualcun'altro!!! Gente come te dovrebbe essere rinchiusa!

Image via Lena Klimova. VKontakte.

Immagine procurata da Lena Klimova. VKontakte.

Alexander: You fucking slut! Why the fuck are you propagandizing fags? Sure, nobody wants to fuck you, but that’s your problem. Just close this disgusting group. Or else I’ll go and catch myself one of these fags, and I’ll beat the shit out of him. :) And on his stupid fucking face, I’ll inscribe the name of your group, and the whole thing will be YOUR fault!

Alexander: Fottuta Puttana! Perchè cazzo stai facendo propaganda ai finocchi? Nessuno ti vuole scopare, questo è un problema tuo. Chiudi questo disgustoso gruppo altrimenti ci penso io a prendere uno di quei culattoni e a spaccargli il culo. :) E sulla sua faccia di merda ci inciderò il nome del tuo gruppo e sarà solamente colpa TUA!

Image via Lena Klimova. VKontakte.

Immagine procurata da Lena Klimova. VKontakte.

Maxim: I’ll be one of the first to set fire to the stake you’re gonna burn on. You’ve even got the eyes of a druggie, you vomit-stained piece of shit.

Maxim: Sarò uno dei primi a darti fuoco sul rogo dove brucerai. Hai persino gli occhi da drogata, sacco di merda.

Image via Lena Klimova. VKontakte.

Immagine procurata da Lena Klimova. VKontakte.

Elizaveta: They’re gonna lock you up any day now. What you’re doing can’t go unpunished. I hope you burn in hell a long time in agony for propagandizing the homosexuals! Die, you shitty scum. Leave our country, you piece of shit. Sooner or later, you’re gonna pay for this!

Elizaveta: Ti rinchiuderanno uno di questi giorni. Devi essere punita per ciò che fai. Spero che bruci all'inferno in una lunga agonia nel fare propaganda agli omosessuali! Muori merda. Lascia il nostro paese, pezzo di merda. Prima o poi pagherai per tutto questo!

Image via Lena Klimova. VKontakte.

Immagine procurata da Lena Klimova. VKontakte.

Kristina: Burn in hell, all you perverts! If I saw you, I’d strangle you with my own hands.

Kristina: Bruciate all'inferno, pervertiti! Se ti incontrassi ti stangolerei con le mie mani.

Image via Lena Klimova. VKontakte.

Immagine procurata da Lena Klimova. VKontakte.

Roman: Ahah, I get it: nobody wants to fuck you, and now you’re taking it out on Russians? People like you are the ones killing Slavs! There’s no place for you in society. Fine, go and promote this shit in other countries, but why here? My great grandfather died for you, you fucking beast! LGBT will never be tolerated! And the people who have supported you will regret it for the rest of their lives.

Roman: Ahah, Ora capisco: nessuno ti vuole scopare, e ora te la prendi con i russi? È la gente come te che uccide gli slavi! non c'è posto per te nella scoietà. Vai a promuovere questa merda in un altro paese, ma perchè qui? Il mio bisnonno morì per te, bestia del cazzo! LGBT non sarà mai tollerata! E la gente che l'ha appoggiata se ne pentirà per il resto della propria vita.

Image via Lena Klimova. VKontakte.

Immagine procurata da Lena Klimova. VKontakte.

Kolya: Lena, I hate you. You are disgusting and, if I had the power, I would shoot you dead. I hope they ban your project and ostracize you from society. Nobody needs you, except freaks like you.

Kolya: Lena ti odio. Fai ribrezzo e se avessi il potere ti sparerai in testa. Spero che il tuo progetto sia vietato e che tu sia bandita dalla società. Nessuno ha bisogno di te, ecceto i mostri come te.

Nel novembre 2014, la polizia russa ha iniziato a prendere di mira il gruppo di Klimova, Children-404, nel diffondere “gay propaganda”. Verso la fine del marzo 2015 un tribunale di San Pietroburgo ha ordinato di chiudere [ru] il gruppo su VKontakte. L'ordinanza del giudice è entrata in vigore il 25 aprile.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.