chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

#FreeBassel: le ultime voci riguardo la condanna a morte dello sviluppatore siriano

Bassel Khartabil. Photo by Joi Ito via Wikimedia (CC BY 2.0)

Bassel Khartabil. Foto di Joi Ito da Wikimedia (CC BY 2.0)

Circolano voci riguardo ad una sentenza di morte emessa segretamente dal governo siriano nei confronti del prigioniero siro-palestinese Bassel Khartabil [it], sviluppatore di software conosciuto anche come Bassel Safadi.

Bassel, un blogger e sviluppatore di software open-source è tenuto prigioniero in Siria da Marzo 2012. Nell'Ottobre 2015 Khartabil è stato trasferito dalla prigione di Adra [it] verso una destinazione tuttora ignota; la moglie Noura Ghazi riporta che [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] “la polizia militare ha prelevato Bassel dalla sua cella ad Adra con un ordine ‘top secret’ emesso dalla corte militare”.

Il 12 Novembre 2015 Ghazi ha scritto di essere stata contattata da individui che si sono identificati come appartenenti al governo di Assad, che l'hanno informata della presunta sentenza. Ghazi ha riportato su Facebook [ar]:

إجاني خبر صاعق انو باسل محكوم اعدام وهاد بيعني انو نقلو عالشرطة العسكرية كتير خطير … ما بعرف شي غير هيك وما بعرف اذا تنفذ شي بحقو … يارب نقدر نساعد باسل … يا رب ما يكون فات الاوان عالمحاولات …. كتير خايفين على حياة باسل

Ho appena ricevuto l'allarmante notizia che Bassel è stato condannato a morte. Penso che questo significhi che il trasferimento alla prigione militare comporti un grande pericolo. Non ho altre informazioni. Che Dio lo aiuti, speriamo che non sia troppo tardi. Tutti noi temiamo per la sua vita.

Anche se queste voci sono difficili da confermare, la posizione di Bassel resta tuttora sconosciuta. I suoi sostenitori esortano i governi stranieri e le Nazioni Unite ad attivarsi, richiedendo che le autorità siriane rilascino informazioni riguardo la sua destinazione e gli concedano clemenza.

All'Internet Governance Forum sponsorizzato dalle Nazioni Unite e tenutosi a João Pessoa this week, i suoi sostenitori hanno fatto circolare una dichiarazione che recita:

La detenzione di Bassel è arbitraria e viola le norme di diritto internazionale in materia di diritti umani. Il rifiuto delle autorità di rivelarne la posizione costituisce una sparizione forzata, la cui prosecuzione non rientra negli standard di un giusto processo. Bassel può e deve essere incondizionatamente rilasciato.

Bassel è stato arrestato il 15 Marzo 2012, nel primo anniversario dell'inizio della Rivoluzione Siriana. È stato interrogato e torturato per cinque giorni dalla divisione militare n°215, trasferito poi alla divisione interrogatori n°248 e detenuto senza la possibilità di alcuna comunicazione per nove mesi. Il 9 Dicembre 2012, Khartabil è stato condotto davanti ad un pubblico ministero militare senza la presenza di un avvocato ed è stato accusato di essere ‘una spia per conto di uno stato nemico'; è stato quindi inviato alla prigione di Adra a Damasco, ultima ubicazione ad essere nota.

Visita il sito freebassel.org. Per supportare la causa di Bassel firma questa petizione online, promossa dall'amico e attivista Mohamed Najem, che richiede il suo immediato rilascio.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.