chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Ispirate dalle antiche tradizioni, le donne latinoamericane riscoprono la ginecologia naturale

5080966486_6143e70af4_o

Femme black body. Immagine presa dall'account Flickr di Franck Réthoré sotto licenza Creative Commons.

Nella società di oggi, ci troviamo di fronte a tendenza sociale e culturale in crescita con le donne che tendono a disconnettersi dal proprio corpo. Piuttosto che imparare a capire da sole cosa succede “là sotto”, esse preferiscono ascoltare dottori e farmacisti, ignare che i rimedi che cercano si possono trovare nelle piante e nella natura intorno a loro.

In America Latina è iniziato un rinascimento di ciò sotto forma di “ginecologia naturale”. Le donne stanno riscoprendo antichi insegnamenti di autocura nelle loro vite moderne. Non solo rivendicano il proprio corpo, ma anche le loro tradizioni ancestrali, accogliendo insegnamenti tramandati di generazione in generazione.

Usando i social media come piattaforma di condivisione, il concetto di ginecologia naturale sta raccogliendo forte interesse da ogni angolo del mondo. Alcune appassionate hanno creato pagine Facebook, account Instagram e Twitter come Mulheres da Terra [es, come tutti i link seguenti] (Donne della Terra), Ginecología Natural (Ginecologia naturale) e Parir con Placer (Partorire con piacere) per costruire delle comunità online che incoraggino le donne ad abbracciare le antiche tradizioni, a condividere le loro esperienze con le altre e a parlare dell’anatomia femminile nel tentativo di rompere i tabù riguardo alla vagina.

Questo movimento offre un’alternativa alla medicalizzazione della condizione umana e invita invece le donne a esplorare la relazione fra mente, corpo e natura. Dall’uso di piante e radici per curare infezioni, alla connessione fra il ciclo lunare e quello mestruale, queste pagine incoraggiano le donne a riappropriarsi del proprio corpo.

Pabla Pérez San Martín è la donna cilena all’origine di una di queste comunità, il progetto Ginecología Natural. Ha recentemente pubblicato un libro intitolato “Manual Introductorio a la Ginecología Natural” (Manuale introduttivo alla ginecologia naturale). Pabla è cresciuta nella campagna di Valparaíso, in Cile, e sin da quando era bambina sua nonna le ha insegnato come utilizzare rimedi naturali. Da grande, Pabla ha iniziato ad esplorare l’America Latina, ed ha incontrato gruppi di donne indigene che condividevano conoscenza ed esperienze attraverso il passaparola.

Nel blog di Pabla si trovano articoli come “Le mestruazioni aumentano la mia libido“, “Dal corpo alle radici” e “Fluidi vaginali: guardiani silenziosi“. Il suo progetto, spiega, non vuole incoraggiare le persone ad abbandonare i medici professionisti, ma piuttosto a essere consapevoli di tutte le opzioni disponibili, e ad avere una conoscenza di base dell’argomento.

El poder del autoconocimiento es fortísimo; nos entrega herramientas y saberes que antes permanecían ocultos o más bien olvidados. Vernos, sentirnos y comprendernos a nosotras mismas desde una óptica propia, fuera de la estandarización social, nos ayudará en la conexión, valoración y disfrute de nuestra sexualidad.

La consapevolezza è molto potente, ci fornisce gli strumenti e la conoscenza che in passato rimanevano nascosti o addirittura dimenticati. Vederci, toccarci e capirci attraverso i nostri stessi occhi, al di fuori delle norme sociali, ci aiuterà a connetterci, far valere, e godere della nostra sessualità.

Mentre molte donne corrono in farmacia al primo segno di infezione vaginale, Pabla consiglia di usare aglio o yogurt naturale per curare l’infezione e radice di idraste per il prurito. Invece di usare saponi poco delicati, perché non usare un’infusione fatta con foglie di lampone, radice di zenzero fresco con fiori e foglie di achillea millefoglie? Un’invenzione di cui parla, che è diventata popolare in tutto il mondo, è la coppa mestruale, descritta come “un’alternativa sana, igienica, comoda ed ecologica agli assorbenti interni ed esterni”. Pabla propone anche le istruzioni per realizzare un assorbente ecologico fai da te.

'We are the granddaughters of all the witches you couldn't burn'. Image used under the Creative Commons license

‘Siamo le nipoti delle streghe che non avete potuto bruciare’. Immagine utilizzata sotto licenza Creative Commons.

Riportando il benessere sessuale alle origini, le comunità offrono molto più che lezioni sui vantaggi della ginecologia naturale: c’è anche un senso di solidarietà femminile nel tramandare la saggezza di generazione in generazione, rendendo le donne consapevoli e responsabili del proprio corpo.

Un post sul blog Ginecología Natural spiega:

Nunca jamás la mujer necesito un/a médico para desarrollarse sexualmente, procrear, vivir libre, y sanamente … Es la realidad que se vivió y se continúa viviendo en muchas partes del mundo …[tal como en las] comunidades Quichua y Shuar de la selva del Amazonas en Ecuador, en donde las mujeres suelen parir solas, en la mayoría de los casos sin parteras, sin dolor, sin miedo, sin cesáreas, sin muertes

Le donne non hanno bisogno di aiuto medico per il loro benessere sessuale, per la procreazione, per vivere una vita sana e libera. Questa è stata e continua ad essere la realtà per le donne di molte parti del mondo, come le comunità Quichua e Shuar nella giungla amazzonica, dove le donne spesso partoriscono da sole, nella maggior parte dei casi senza levatrice, senza dolore, senza paura, senza cesarei, senza morti.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.