chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Interferenza politica? licenziamento sospetto di una rispettata giornalista giapponese

Kuniya Hiroko, announcer

Kuniya Hiroko, giornalista televisiva, NHK, Close Up Gendai. Immagine tratta da YouTube [en].

La decisione dell'emittente nazionale giapponese NHK di espellere [en, come gli altri link tranne ove diversamente indicato] la popolare e rispettata giornalista Kuniya Hiroko da un programma attivo da molti anni sull'attualità ha causato lamentele da parte di molti sulla morte del giornalismo di qualità nella televisione giapponese.

Kuniya conduceva il programma di attualità dell'ora di punta Close Up Gendai [jp] dal 1993. Sotto la sua guida, la trasmissione si è creata una reputazione di giornalismo investigativo e analisi di qualità, i quali in Giappone, così come in altri paesi, scarseggiano in televisione.

Tuttavia, l'emittente NHK ha annunciato alla fine di gennaio che l'incarico di Kuniya in Close Up Gendai si concluderà il 31 marzo 2016, alla fine dell'anno fiscale giapponese. L'annuncio è stato fatto sulla scia di alcune accuse [jp] di interferenze politiche su NHK e dopo la delibera che la giornalista avrebbe “inscenato” un'intervista nell'aprile del 2015, sebbene si creda che l'espulsione sia una conseguenza alle domande troppo dure poste al Segretario Generale del Gabinetto e alleato chiave del presidente Abe Shinzo, Suga Yoshihide, nel luglio del 2014.

A 58 anni, Kuniya è anche una delle donne più anziane a comparire in televisione con un ruolo di autorità, tanto che la sua età e il suo sesso probabilmente sono stati fattori presi in considerazione nella decisione di non rinnovarle il contratto.

Kuniya non è l'unica a lasciare il suo ruolo. Diversi altri prominenti giornalisti e commentatori televisivi su reti private hanno dato le dimissioni oppure sono stati rimossi dalle trasmissioni.

Pressioni dal governo Abe? Tutti i giornalisti che criticano il governo sono stati cacciati dalla televisione, uno dopo l'altro. #furutachi ichiro #kishii shigetada #zenba takako #kuniya hiroko

Dopo che Kishii Shigetada, giornalista veterano di Mainichi News e commentatore su TBS, ha criticato il governo Abe per alcune leggi controverse sulla sicurezza l'anno scorso, i conservatori hanno pubblicato delle inserzioni su quotidiani accusando Kishii di aver violato le leggi giapponesi sulla trasmissione di notizie. Kishii ha annunciato le proprie dimissioni come commentatore del programma News 23 su TBS, ma ha affermato che continuerà a commentare le politiche del governo.

Anche Zenba Takako lascerà il programma News 23 [jp] alla fine di marzo.

Il conduttore di TV Asahi e popolare personalità della televisione giapponese Furutachi Ichiro è un altro dei nomi che presenterà le proprie dimissioni ad aprile, in seguito a delle voci di interferenza politica. Furutachi ha condotto il telegiornale in seconda serata Hodo Station [jp], sul canale Asahi Television, per 12 anni.

La società per cui lavorava Kuniya, NHK, è stata criticata per alcune decisioni che ha preso in anni recenti, in particolar modo sotto la guida del direttore generale Momii Katsuo. Momii è stato eletto a questo ruolo a dicembre del 2013, quasi un anno esatto dopo l'elezione di Abe Shinzo a Primo Ministro del governo giapponese.

Ci sono alcuni sospetti che Momii, arrivato ad NHK dal settore privato, stia lavorando in stretto contatto con il governo destrista di Abe per trasformare NHK da emittente pubblica a organo dello stato. Oltre ad aver chiesto a tutta la direzione amministrativa di NHK di licenziarsi (richiesta che non è stata accolta), il direttore generale Momii ha espresso considerazioni in merito al fatto che le trasmissioni di NHK dovrebbero appoggiare le prese di posizione del governo giapponese per quanto riguarda le dispute territoriali con la Corea del Sud, Taiwan e la Repubblica Popolare Cinese. Allo stesso tempo, ha anche minimizzato la questione delle “comfort women“, cioè le migliaia di donne in tutta l'Asia che furono prese come schiave sessuali dall'esercito imperiale giapponese durante la Seconda Guerra Mondiale.

Tuttavia, come accade per molte emittenti pubbliche nel resto del mondo, la vera missione di Momii potrebbe essere semplicemente quella di trasformare NHK, che opera con un budget di 5 miliardi di dollari, in una società più competitiva sul mercato.

Per quanto riguarda Kuniya Hiroko, la giornalista non ha ancora annunciato cosa farà dopo Close Up Gendai. La NHK ha dichiarato che il programma sarà aggiornato per un pubblico internazionale e che includerà una serie di sette annunciatrici [jp] in rotazione.

Una selezione delle trasmissioni di Hiroko Kuniya può essere visualizzata, in giapponese, sul canale YouTube ufficiale di Close Up Gendai [jp].

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.