chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

L'arcivescovo di Valencia e la sua crociata contro “l'Impero Gay”

Cañizares en la misa de su toma de posesión como arzobispo de Valencia

Il cardinale Cañizares durante la Messa inaugurale a Valencia. Screenshot da un video di YouTube video dall'arcidiocesi di Valencia.

Negli ultimi anni, la Spagna “è stata testimone di una grande escalation contro le famiglie da parte degli esponenti politici, favoriti da altri poteri quali ‘l'impero gay’ e alcune ideologie femministe,” ha affermato l'arcivescovo di Valencia, Antonio Cañizares, nella sua omelia durante una Messa celebratasi nella sede del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per gli studi sul matrimonio e sulla famiglia [en].

Il cardinale cattolico ha anche affermato che la Spagna è l'unico paese europeo “nel quale si sono verificati più aborti, divorzi e unioni civili,” e ha denunciato la legislazione che promuove “l'ideologia di genere” (relativamente all'idea che le differenze tra maschi e femmine siano dei costrutti sociali) come “la cosa più aberrante nella storia dell'umanità.”

Cañizares appartiene all'ala intransigente della Chiesa Cattolica, che dominava la Spagna durante i papati di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, ma sembra essere in declino con Francesco I. Ciononostante, alcuni dei suoi leader continuano ancora ad attaccare la comunità LGBTQ+ e sono stati recentemente coinvolti in aspre polemiche [en].

Come previsto, le sue dichiarazioni hanno scatenato accesi dibattiti. Su Twitter, le parole dell'arcivescovo sono state prese con umore, e una sfilza di tweet e meme hanno piazzato l'espressione  “Gay Empire” (Impero Gay) tra gli argomenti in tendenza il 19 maggio [es, come i link seguenti, salvo diversa indicazione]:

Apuntad este nombre para una sauna: Imperio Gay

— Tuerto real (@XPuertoReal) May 20, 2016

Tenete a mente questo nome per una sauna: Impero Gay

Se questo non è il frutto dell'impero gay, allora non so cosa sia.

 Impero Gay.

Cardinal Cañizares: l'impero gay sta pianificando di attaccare le famiglie cristiane.

Buenafuente, caracterizado de Darth Gayer

Buenafuente, personaggio di Darth Gayer. Foto tratta da eldiario.es sotto licenza di CC BY-SA 3.0

L'umorista Andreu Buenafuente, nel suo show Late Motiv, ha dichiaro di essere “un grande fan di Cañi” e ha dedicato il proprio monologo al cardinale:

Cañizares, los días que sale el arco iris, no sale de casa. Él cree que vendrá Elton John y se lo va a llevar al infierno a ver vídeos de George Michael hasta que los ojos le sangren.

Cañizares, nei giorni in cui appare un arcobaleno nel cielo, non esce di casa. Pensa che verrà Elton John per trascinarlo fino all'inferno per guardare i video di George Michael finché i suoi occhi non sanguinano.

Ma non tutti vedono dell'umore nell'omelia del cardinale. Paco Ramírez, direttore dell'osservatorio spagnolo contro l'omofobia, ha scritto una dura “lettera aperta dall'Impero Gay contro Druid Getafix Cañizares.” In questa lettera, Paco descrive il cardinale come “fuori di testa” e cita degli studi scientifici che “hanno scoperto che l'omofobia irrazionale e l'intolleranza sono dovute a problemi psicologici e che queste persone sono inclini a disordini psicotici che, in casi estremi, possono portare alla schizofrenia.” Inoltre, Ramírez accusa Cañizares di incitare alla violenza contro la comunità LGBTQ+:

Como Panorámix el druida de “Astérix y Obélix”, se empeña en seguir defendiendo con furia y rencor una concepción de la sociedad y de la Iglesia caduca y que ya no existe, el mundo ha cambiado y su Aldea Gala de la ortodoxia fundamentalista se ha convertido en un burbuja traslúcida que no le permite ver que sus homilías en vez de difundir el mensaje de amor y concordia del Evangelio son un altavoz para el odio, la confrontación y la incitación a la violencia.

Come Paronamix il druido di “Asterix e Obelix,” è determinato a continuare a difendere con ardore e rancore un concetto della società e della Chiesa che è superato e non esiste più. Il mondo è cambiato e il suo villaggio gallico, fondamentalista ortodosso, è diventato una bolla traslucida attraverso la quale non riesce a vedere che, anziché diffondere il messaggio del Vangelo di amore e armonia, le sue omelie non fanno altro che incoraggiare all'odio, al conflitto e alla violenza.

In una società come quella spagnola, che è sempre più laica e tollerante per tradizione [en] nei confronti delle minori identità sessuali, poche persone hanno difeso Cañizares. Sul sito periodistadigital.com, l'utente ‘Mar’ ha espresso di essere d'accordo con l'arcivescovo:

Me adhiero completamente a sus declaraciones señor Obispo. Hay q ser valiente para expresarlas. Hoy por hoy los vicios están de moda, entre ellos la homosexualidad y el feminismo. Pero qué es esto? Tan vacío está el ser humano que necesita llamar la atención de cualquier forma? El exhibicionismo y la agresividad de estos grupos lo confirman.

Condivido pienamente le affermazioni le parole dell'arcivescovo. Bisogna essere coraggiosi per esprimerle. Oggi, i vizi sono alla moda, tra cui l'omosessualità e il femminismo. Ma cos'è tutto questo? Gli umani sono così vuoti da aver bisogno di attitare l'attenzione in ogni modo possibile? L'esibizionismo e l'aggressività di questi gruppi lo conferma.

Sul sito Infocatolica.com, Edith ha affermato di essere consapevole del “problema”:

Todos ya nos estamos dando cuenta de la furibunda dictadura gay.

Stiamo tutti diventando consapevoli della furibonda dittatura gay.

El cardenal Cañizares con la «capa magna» en 2007, durante una ordenación de sacerdotes en Toledo

Cardinal Cañizares mentre indossa la “cappa magna” nel 2007, durante un'ordinazione dei presbiteri a Toledo. Foto tratta da laicismo.org

Ma la maggior parte degli utenti su internet hanno condannato le parole di Cañizares, descrivendo il suo discorso come vecchio e obsoleto:

Androcentritis (en eldiario.com): A ver si se enteran estos hombres célibes y castos de que la única autoridad que tienen es con respecto a sus subalternos y que no pretendan meterse en las camas ni en las braguetas de los miembros de la sociedad civil del siglo XXI (no XI ni XII).

Androcentritis (su eldiario.com): Vediamo se questi uomini celibi e casti sono consapevoli del fatto che l'unica loro autorità riguarda i loro subalterni e che, nel XXI secolo (non l'XI o il XII), non devono immischiarsi nella vita personale dei membri della società civile e in ciò che accade nelle loro camere da letto.

Roberto (en infocatolica.com): El Cardenal Cañizares cumple su misión, como pastor de la Iglesia defender el modelo de familia católica; el problema que es que gran parte de la población ha dejado de ser católica (si es que alguna vez lo fue) y entonces la forma de entender la familia, la sexualidad, las relaciones, etc para mucha gente ya no está centrada en la fe y en la moral que se deriva de ella.

Es un problema que se va a dar cada vez más, lo obispos y sacerdotes en cuestiones de moral (aunque su mensaje vaya dirigido a todos), tendrán que considerar que solamente la comunidad católica va a ser la receptora de sus mensajes, y esta comunidad va a ser menos numerosa y mas envejecida.

Roberto (on infocatolica.com): Il cardinale Cañizares compie la sua missione in quanto pastore della Chiesa per difendere il modello della famiglia cattolica; il problema è la buona parte della popolazione ha smesso di essere cattolica (ammesso che lo sia mai stata), quindi il modo in cui molta gente guarda alla famiglia, alla sessualità, alle relazioni, ecc., non è più legato alla fede e all'etica che ne derivano.

Si tratta di un problema che affronteremo sempre più spesso: vescovi e preti, affrontando le questione morali (sebbene il loro messaggio sia rivolto a chiunque), dovranno considerare che solo la comunità cattolica recepirà il loro messaggio, e che questa comunità sarà sempre più anziana e meno numerosa.

Per quanto riguarda le conseguenze legali che potrebbero scaturire dai commenti dell'arcivescovo, Lambda, un gruppo che difende i diritti della comunità LGBTQ+, ha sporto una denuncia formale presso il procuratore distrettuale per crimini d'odio “per i suoi commenti omofobi e sessisti che non servono ad altro che a incoraggiare odio nei confronti di chi non soddisfa i requisiti arcaici sostenuti dalla gerarchia cattolica.”

In mezzo alle polemiche, Papa Francesco ha richiesto la presenza dell'arcivescovo al Vaticano, un'udienza inaspettata nella quale, secondo eldiario.es, “le parole del cardinale sono state il fulcro della conversazione.”

(…) el Papa Francisco no quiere que los obispos españoles sigan boicoteando el cambio de mensaje que pretende hacer llegar desde la Iglesia. Y menos, en un momento en el que “España está viviendo un momento electoral y político muy complicado” en el que la Iglesia “debe ser instrumento constructivo, y no elemento desestabilizador”, apuntan fuentes eclesiásticas.

(…) Así, mientras desde el Vaticano se han abandonado las palabras gruesas contra los homosexuales, los divorciados o cualquier cuestión relativa a la moral sexual, algunos obispos (…) siguen empeñados en hacer del sexo un caballo de batalla.

[…] Papa Francesco non vuole che i vescovi spagnoli continuino a ostacolare il cambiamento del messaggio che lui intende diffondere nella Chiesa. La cosa peggiore, notano le fonti ecclesiastiche, è che questo si stia verificando in un momento in cui “la Spagna sta attraversando un periodo molto complicato, elettoralmente e politicamente” e in cui la Chiesa “dovrebbe essere uno strumento costruttivo e non un elemento di destabilizzazione.”

[…] Quindi, mentre il Vaticano ha abbandonato l'utilizzo di parole pesanti verso gli omosessuali, le persone divorziate o qualunque altra questione inerente alla moralità sessuale, alcuni vescovi […] continuano ad impegnarsi affinché il sesso divenga oggetto di discussione.

Storie recenti Spagna

Le migliori storie dal mondo

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.