chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Alcuni giapponesi ritengono i ‘pericolosi’ calabroni giganti carini, stimolanti o persino deliziosi

オオスズメバチ

Calabrone gigante giapponese. Immagine di Yasunori Koide [en]. Licenza GNU Free Documentation. [en]

Il Giappone è affascinato in modo morboso dal calabrone gigante giapponese, chiamato anche vespa mandarinia japonica. Questi insetti giganti si possono trovare in tutto il Giappone e sono particolarmente attivi nel mese di agosto. La loro puntura è dolorosa, ed un singolo pungiglione può essere causa di un ricovero ospedaliero. Molteplici punture possono invece rivelarsi letali.

A volte, nei mesi estivi, si verificano storie di escursionisti sventurati o contadini che vengono assaliti dai calabroni giganti e punti sino a morire. Un blogger [jp, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] ha scritto una lista di cose da fare e non fare quando si incontra un calabrone gigante in Giappone. Il miglior consiglio? Stare alla larga dai loro nidi, specialmente nel mese di agosto.

In realtà ci sono molti generi diversi di api, vespe e calabroni originari del Giappone. I calabroni generalmente chiamati “suzume-bachi”, (letteralmente significa ‘calabrone passero’, probabilmente per via della sue dimensioni) comprendono il calabrone giallo giapponese [en] (vespa simillima) che è simile alla vespa giacca gialla che si trova in Europa ed America del Nord.

Ci sono due specie di calabroni giganti in Giappone: a sinistra la regina del calabrone giallo giapponese (vespa simillina xanthoptera Cameron) con l'ape operaia (femmina), ed il fuco (maschio). A destra la regina del calabrone gigante giapponese (vespa mandarinia japonica), anch'essa con l'ape operaia a sinistra ed il fuco a destra. Immagine ampiamente condivisa sui social media.

Tuttavia il calabrone gigante giapponese (‘oh-suzume-bachi’, vespa mandarinia japonica) è di tutt'altra razza. Appartiene alla famiglia dei calabroni giganti asiatici ‘yak-killer’ [it]. L'ape operaia femmina di questa specie di calabroni giganti può crescere sino a 3 cm di lunghezza, ed è grande e forte abbastanza da poter trasportare altri insetti che serviranno come preda per il ritorno nell'alveare.

I calabroni giganti trasmettono in molti giapponesi uno speciale senso di temuto stupore.

Non appena arrivato a casa ho posato la mia spesa e ho iniziato a guardare….

“Hornets from Hell” (Calabroni dall'inferno) in televisione.  (‘ε'*) “

Da quando venni punto durante la scuola media ho paura delle api (mi rendo conto che confondo ancora api e calabroni). Quindi, prendiamoci tutti il tempo per ricordarci di stare attenti ai calabroni!

Il calabrone gigante giapponese è più attivo nel mese di agosto e ad inizio settembre, quando migliaia di larve all'interno del nido maturano diventando non soltanto fuchi o api regine pronte a spiccare il volo, accoppiarsi e trovare una nuova colonia, ma anche api operaie che si occupano di nutrire e supportare le altre. Chiunque dovesse trovarsi a camminare nei boschi, o fare persino un barbecue nel parco, deve fare attenzione.

Da primi di agosto sino all'inizio di settembre (asse orizzontale) il pericolo creato dai calabroni giganti giapponesi balza alle stelle, dal momento in cui il numero di vespe attive (asse verticale) aumenta vertiginosamente all'interno di ciascun nido. Immagine di grapee.

Calabroni ed essere umani possono vivere nelle immediate vicinanze. A differenza delle vespe giganti che preferiscono zone boschive per i loro nidi, i calabroni giganti giapponesi si possono trovare nelle città.

Pur non trattandosi di un nido di calabroni giganti giapponesi, questo utente Twitter attraverso una foto di un nido di calabroni gialli, ha mostrato quanto possa essere facile ritrovarsi faccia a faccia con questi insetti tutt'altro che amichevoli.

Caspita! C'è un nido di vespe sulla nostra finestra! Questa è la prima volta che vedo un calabrone da vicino!

I calabroni giganti giapponesi possono essere davvero pericolosi, e nei mesi estivi è normale imbattersi in segnali o in aree delimitate che avvisano le persone di non avvicinarsi.

Chi viene nell'area picnic è avvisato! Non avvicinarsi al nido di vespe!

Purtroppo per i calabroni giganti, in Giappone non c'è la mentalità del ‘vivi e lascia vivere’.

Ho trovato un nido di calabroni sottoterra. Gli ho spruzzato sopra dell'insetticida.

Tuttavia ad oggi in Giappone, così come in tante altre parti del mondo [en], vi è da tempo un fascino piuttosto complicato esercitato dai calabroni giganti.

Questa è stata per me la prima volta in un museo di insetti. Ecco qui un modello di calabrone gigante giapponese, fatto da un mio amico. Ci sarà caldo domani, proverò a fare del mio meglio nel mio lavoro part-time. ^_^

In realtà alcune persone prendono le difese di quello che è considerato un insetto davvero stupefacente:

Mentre tutti li temono, a dire il vero i calabroni giganti sono piuttosto carini quando li vedi mangiare la linfa degli alberi. È facile avvicinarsi a loro mentre sono concentrati a mangiare e non pensano ad attaccare. I calabroni giganti sono anche piuttosto fighi. Fate soltanto attenzione a non avvinarvi mai vicino i loro nidi.

Si dice anche che spesso sia considerato una prelibatezza da alcuni, ma è più probabile che l'insetto sia ritenuto un cibo esotico che vorreste provare soltanto in una sfida.

Guardate questo mio delizioso souvenir: una bottiglia di shochu (un distilalto simile alla vodka) con dentro due calabroni giganti (lo shochu viene distillato dal miele). Ci siamo quindi sfidati l'un l'altro a mangiarli. Sembra che i calabroni giganti siano un'efficace medicina contro il diabete??? […]

Gli insetti commestibili del giorno: zuppa di baco da seta, pagnotta di cicala e calabroni giganti fritti in olio abbondante.

Altre persone invece ritrovano nei calabroni la bellezza, per esempio questo ceramista che è specializzato nel produrre delle creazioni piuttosto stupefacenti, prendendo ispirazione da insetti e altri animali.

Mi domando se qualcuno fosse interessato a comprare questa tazza di ceramica a forma di nido di calabroni (con un calabrone gigante).

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.