chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Gli stranieri sono davvero benvenuti sui treni giapponesi?

nankai

Un controllore della compagnia ferroviaria Nankai Railway si scusa per la presenza di “stranieri” su un treno locale. La didascalia principale recita “Questa è stata la prima volta che è accaduto, e non voleva essere discriminatorio.” L'immagine è stata ampiamente condivisa sui social network.

A inizio ottobre, una compagnia ferroviaria privata nell'ovest del Giappone è stata nel mirino delle critiche dopo che uno dei suoi impiegati si è scusato per la presenza di “stranieri” su un treno. L'incidente è stato largamente riportato dai media giapponesi, facendo capire come sono percepiti i residenti non giapponesi e i visitatori.

Secondo l'agenzia di stampa giapponese Kyodo [en, come i link seguenti salvo diversa indicazione], un controllore su un treno Nankai Electric Railway che viaggiava dal centro di Osaka all'aeroporto internazionale Kansai si è scusato in giapponese attraverso l'interfono del treno per il numero di “stranieri” sul treno.

Successivamente, un passeggero giapponese si sarebbe presumibilmente lamentato dell'incidente con la Nankai. La compagnia si è quindi scusata pubblicamente e ha rimproverato il controllore del treno.

nanL'incidente è stato molto discusso sui social network e sui principali media. Mentre alcune persone sono state turbate dall'annuncio in sé, altre sono rimaste sbalordite per il modo in cui i media hanno riportato l'incidente.

Un controllore di un treno Nankai rimproverato dopo essersi scusato per la presenza di passeggeri non giapponesi

Un utente Twitter era sul treno [jp] quando l'incidente ha avuto luogo, e potrebbe essere colui che ha attirato l'attenzione del pubblico.

Sono sul treno Nankai express diretto all'aeroporto internazionale Kansai, e ho appena sentito un annuncio (all'interfono) dire “Vorremmo scusarci con tutti i nostri passeggeri giapponesi.”

“Di cosa potrebbe trattarsi?” Mi sono chiesto.

“Dato il gran numero di “gaijin” (non ha usato una parola più gentile per “stranieri”, ha detto proprio “gaijin”) vorremmo sinceramente scusarci con tutti per l'inconveniente.”

Mi sono davvero arrabbiato perché non riuscivo a capire cosa l'annuncio volesse comunicare.

In Giappone, utilizzare il temine gaijin (外人) per riferirsi a persone non giapponesi o “stranieri” è considerato estremamente scortese, addirittura discriminatorio. Gaijin significa letteralmente outsider, e al suo posto si utilizza generalmente il termine gaikokujin (外国人). Scusarsi per la presenza di persone non giapponesi sul treno è estremamente insolito e sconcertante.

L'utente Twitter @tchiezinha si è immediatamente lamentato con la Nankai Railway:

Ho appena mandato un'email alla Nankai chiedendo dell'annuncio. Ho scritto anche che aspetto una risposta. Quando scenderò dal treno presenterò un reclamo.

Ha poi appreso che il controllore ha fatto l'annuncio “dopo che ha sentito un passeggero giapponese dire a voce alta ‘Ci sono troppi stranieri e sono fastidiosi.'”

Un amico che ha telefonato per un reclamo da parte mia mi ha mandato un aggiornamento. Il controllore ha spiegato che ha fatto l'annuncio dopo aver notato un passeggero giapponese lamentarsi che valigie e bagagli portati sul vagone da turisti stranieri (presumibilmente) erano d'intralcio.

La Nankai ha detto che sia l'impiegato che la compagnia si sarebbero assicurati che un annuncio del genere non venga rifatto.

Sono davvero grata della risposta immediata.

L'incidente non si è fermato alle scuse della Nankai Railway. Anche il modo in cui i media giapponesi hanno gestito la storia ha provocato discussioni online.

Parlando dell'incidente, il Morning Show [jp], un programma giornaliero via cavo, ha usato immagini poco lusinghiere degli “stranieri”. In queste immagini (v. la grafica presentata sopra), le montagne di bagagli che hanno scatenato l'incidente non si vedono da nessuna parte. Invece, una donna giapponese sola è circondata sul treno da diversi stranieri dall'aspetto inquietante.

Sembra che anche i presentatori del Morning Show, tra cui Hatori Shin'ichi [jp], un personaggio irriverente che in passato ha fatto commenti controversi sui coreani indigeni [jp], abbiano rinforzato gli stereotipi negativi sugli “stranieri sui treni”.

L'utente Twitter C.R.A.C. ha evidenziato:

Morning Show [jp] anche se non pensate che i due presentatori stessero facendo qualsiasi tipo di supposizione e congettura osservando che “gli stranieri sono rumorosi sui treni”, il vero problema qui è che l'immagine [usata nello spot TV] è semplicemente sbagliata.

Si pensava che Hatori sarebbe stato un po’ più coscienzioso nei suoi commenti dopo la recente controversia in cui è stato coinvolto “Se pensi di star subendo una discriminazione, stai davvero subendo una discriminazione” (“受け手が差別と感じたら差別”) [in relazione alle sue osservazioni sui coreani indigeni in Giappone].

C.R.A.C. ha continuato:

Le ragioni per cui l'immagine usata nel programma Morning Show è davvero sbagliata sono:

1) Sembra che una timida e sola persona giapponese sia circondata da un gruppo di arroganti non Giapponesi, con un sorrisetto maligno.

2) Sottolineando nell'immagine che “non si intendeva discriminare”, si dà l'impressione che non ci fosse nulla di davvero sbagliato nell'annuncio.

 

Parte del problema potrebbe derivare dal fatto che i treni e il trasporto pubblico giapponesi non sono fatti per trasportare valigie e bagagli (in Giappone, quando si viaggia, i bagagli sono di norma inviati prima, e non portati su treni locali).

Un Giapponese residente a Yokohama ha osservato:

Vivo lungo alla linea Keise [che viaggia tra il centro di Tokyo e l'aeroporto internazionale di Narita], e ci sono volte in cui il treno è pieno di valigie. Anche se non ha senso in termini di logistica (LOL), perché chiamarli (i turisti stranieri) “rumorosi” (come ha fatto Hatori?) Forse quei turisti si stanno solo godendo il Giappone. Coloro che pensano che quei turisti siano di intralcio e diano fastidio ai turisti giapponesi dovrebbero tutti andare a fare un bagno rilassante alle terme.

Tornando a Osaka, la Nankai gestisce un servizio ferroviario express dal centro di Osaka all'aeroporto internazionale di Kansai. Mentre Nankai offre un speciale servizio express per il viaggio di 50 chilometri, alcuni viaggiatori scelgono di risparmiare un po’ di soldi prendendo un servizio locale, più economico e leggermente più lento.

A seconda del momento della giornata, i treni locali possono essere piuttosto affollati, e non c'è spazio per riporre valigie ingombranti o altri bagagli. Ciò può essere percepito come un disagio dai pendolari abituali.

Commentando online, alcuni non Giapponesi residenti in Giappone sembrano capire che l'incidente non riflette necessariamente l'atteggiamento della Nankai Railway verso i suoi passeggeri non giapponesi.

Un lettore del One Japan Times ha commentato:

[…] I suspect the train driver was only trying to appease the one guy who complained and it probably never occurred to him that it would be offensive. […]

[…] Immagino che il conducente del treno volesse solo provare a tranquillizzare la persona che si è lamentata e che non abbia mai pensato che potesse essere offensivo. […]

Molti stranieri che abitano in Giappone da tempo hanno parlato della “microaggressione” di non avere nessuno seduto accanto a loro sul treno.

I giapponesi starebbero più volentieri in piedi sul treno piuttosto che sedersi vicino a un americano

I giapponesi non vogliono mai sedersi vicino a me e i miei amici sul treno ma ehi, più spazio per me

Un non giapponese residente in Giappone sembra aver scoperto il segreto per convincere i giapponesi a sedersi vicino a lui sul treno:

Dei giapponesi si sono seduti vicino a me sul treno! L'area di paura del gaijin è scomparsa! La cura? Leggere un giornale giapponese!

In ogni caso, i giapponese si dovranno adattare all'idea di sempre più passeggeri non giapponesi sui treni. Secondo l'Ente Nazionale del Turismo Giapponese (JNTO), la stima dei viaggiatori internazionali in Giappone ad agosto è arrivata a 2,05 milioni (un incremento del 12,8% rispetto ad agosto 2015), superando i 2 milioni per il secondo mese consecutivo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.