chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Macedonia: il lago di Ocrida vi aspetta

Ocrida: un posto da non perdere (Photo MB)

Ocrida: un posto da non perdere. Foto di Marie Bohner, CC BY.

Quest'anno la Macedonia è finita sulle prime pagine dei giornali a causa della crisi politica e della conseguente “rivoluzione colorata” [en, come i link seguenti eccetto diversa indicazione]. Ma la maggior parte dei disordini avviene nella capitale, Skopje, mentre un viaggio nella parte meridionale della Macedonia offre delle impressioni di gran lunga più serene e permette al viaggiatore di scoprire uno dei gioielli dei Balcani: il Lago di Ocrida.

La Macedonia, al centro della penisola balcanica tra la Grecia, il Kosovo, l'Albania, la Bulgaria e la Serbia, è considerata culla della storia europea, slava e ottomana. L'alfabeto cirillico fu creato in Macedonia da Clemente di Ocrida [it], e sia Alessandro Magno che Mustafa Kemal Atatürk fecero del paese la loro casa per un certo periodo di tempo.

Dal momento in cui la Macedonia è diventata indipendente, 25 anni fa, il processo di costruzione di un'identità nazionale ufficiale è stato pieno di controversie, relative soprattutto alla disputa [it] con i vicini greci sul nome del Paese (in questo video si cerca di spiegare il problema) e all'erezione di statue colossali come parte del progetto “Skopje 2014″. Ma la ricchezza culturale della Macedonia, nonostante rappresenti la fonte di alcune delle sfide che deve affrontare, è anche ciò che rende questo Paese così meraviglioso.

Il blog Adventure Travel offre una prospettiva interessante su tale diversità culturale: “I Balcani sono talmente vari che ogni cittadina e ogni regione ha una sua propria, peculiare personalità e un'architettura caratteristica. Dopo aver visitato la Slovenia, praticamente perfetta dal punto di vista dell'ordine e della pulizia, la Macedonia mi è sembrata un po’ sporca e caotica. Ma il Lago di Ocrida mi ha affascinato al punto che non volevo più andare via.”

Gradite una gita in barca? (Foto MB)

Gradite una gita in barca? Foto di Marie Bohner, CC BY.

Arrivare a Ocrida da altre parti d'Europa è abbastanza facile, sia in aereo che in autobus o in macchina. Dall'Alsazia, in Francia, c'è un volo diretto — un po’ movimentato perché viaggia principalmente al di sopra le Alpi — che ci ha portati lì in meno di due ore. Il volo permette ai passeggeri di godere di viste spettacolari del lago dall'alto, mentre l'aereo fa un'inversione a U prima di atterrare.

Il Lago di Ocrida è uno dei più antichi e dei più profondi in Europa. Inoltre, è caratterizzato una fauna e una flora peculiari e incredibilmente varie. Un articolo di Daniel Kelly su Lake Scientist spiega che “solo nelle profondità del lago ci sono venti specie di alghe, due di piante, cinque di zooplankton e dieci di pesci. Ma la fauna bentonica è quella maggiormente diversa e comprende 176 specie native del lago. Queste forme di vita autoctone dominano l'habitat al punto che le specie esotiche non sembrano essere un grosso problema per il Lago di Ocrida.”

Il lago è circondato da meravigliose montagne verdi la cui cima, a volte, è innevata. Un giro sul lago con i barcaioli locali è d'obbligo per scoprire la bellezza sia del lago che della città e alcune delle sue 365 chiese — una per ogni giorno dell'anno. E ci sono anche delle moschee!

Ocrida è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO nel 1979 e nel 2016 è stata citata dalla rivista National Geographic come “uno dei 100 posti che vi cambieranno la vita.”

Da Ocrida, i visitatori possono accedere facilmente ad altre due città dell'area che offrono una prospettiva molto diversa della regione. La vicina Struga [it], anch'essa sulle sponde del lago, è una città più tranquilla di Ocrida perché riceve meno visitatori internazionali, fatta eccezione per un piccolo picco estivo. La città è caratterizzata da un'ampia popolazione etnica albanese e sembra essere una porta d'accesso all'Albania stessa.

Struga, sulle rive del Laco di Ocrida (Foto MB)

Struga, sulle rive del Laco di Ocrida. Foto di Marie Bohner, CC BY.

Struga è divisa a metà dal fiume Black Drim, dalle cui sponde si diramano diversi vicoli suggestivi costeggiati da bar e ristoranti — un luogo ideale per una piacevole passeggiata serale. Se volete provare dell'ottimo cibo macedone, non potete perdere il ristorante St Nicholas a Struga, che serve una varietà di piatti tradizionali caserecci: non riuscirete più a smettere di mangiare! Troverete formaggi freschi o fritti, verdure, grigliate o passate, carne e pesce alla griglia e funghi locali. Anche se state a Ocrida, una visita serale a Struga per provare queste specialità è altamente raccomandata.

Fagioli al forno, funghi, formaggio e crêpe con noci e miele, tutto fatto in casa. Gnam! (Foto MB)

Fagioli al forno, funghi, formaggio e crêpe con noci e miele, tutto fatto in casa. Gnam! FOTO: Marie Bohner

Il mercato di Ocrida offre delle sorprese addirittura più appetitose. “Leblebidžilnica” è un negozio che vende ceci [it] (leblebija in macedone, leblebi in turco e albanese), frutta secca e spezie.

Visita al mercato di Ocrida (Foto MB)

Visita al mercato di Ocrida. Foto di Marie Bohner, CC BY.

Spostarsi tra le città in autobus o condividere un taxi privato è facile, una ragione in più per non esitare, se vi trovate a Ocrida, a visitare Bitola [it], la seconda città più grande della Macedonia, che si trova un po’ più in alto sulle montagne. Conosciuta nell'antichità come Heraclea Lyncestis — la città di Ercole nella Terra del Lince — e come la “città dei consoli” durante il periodo ottomano, uno dei campi di battaglia durante la Seconda Guerra Mondiale, Bitola è stata per molto tempo un crocevia e una città di viaggiatori. La città è un melting pot culturale, ancor più di Ocrida e Struga. Lungo le strade principali potete incontrare persone di etnia rom, ma anche molti turisti turchi, francesi e tedeschi. Ben fornita di ristoranti, bar, parchi e attrazioni culturali, Bitola è una città viva sia di giorno che di notte. E se volete bere una birra che non sia la solita Skopsko, provate una Bitolsko!

Bitola dall'alto (Photo MB)

Bitola dall'alto. Foto di Marie Bohner, CC BY.

Tra le cose che non avuto il tempo di fare, che sono anche la ragione per la quale tornerò molto presto in questa regione, ci sono un'immersione nel Lago di Ocrida per vedere le rovine sommerse, un'escursione nelle montagne intorno al lago e a Bitola e un'altra incredibile cena al ristorante St Nicholas, a Struga.

La Macedonia mi è piaciuta tantissimo. Sono sicura che piacerà anche a voi.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.