chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Nave da crociera inglese distrugge le barriere coralline incontaminate della Papua Occidentale

Raja Ampat fa parte del Triangolo dei Coralli. Fonte: Flickr / Lakshmi Sawitri (CC BY 2.0)

Una nave da crociera inglese si è arenata nei bassi fondali della Papua Occidentale, distruggendo [en, come i link seguenti salvo diversa indicazione] 13.500 metri quadrati di barriera corallina a Raja Ampat, un santuario marino nel Triangolo dei Coralli, considerato uno degli habitat con la più grande biodiversità al mondo. La Papua Occidentale [it] è una delle province dell'Indonesia.

Inizialmente è stato riportato che la Caledonian Sky, una nave da crociera di 4.200 tonnellate di proprietà della Noble Caledonia, avesse colpito 1.600 metri quadrati di fondali corallini a Raja Ampat. Ma una successiva indagine da parte della Conservation International Indonesia (CI), del distretto governativo di Raja Ampat e dell'Università statale della Papua ha scoperto che i danni potrebbero essere 8,5 volte maggiori rispetto a quelli pensati in precedenza.

La maggior parte della barriera corallina danneggiata era quella della riserva marina a Dampier Strait, un'area popolata da coralli duri. Si crede che Raja Ampat, che nella lingua locale significa “quattro re”, ospiti il maggior numero di coralli duri di tutti i Caraibi.

Una maldestra crociera uccide i coralli – una nave da crociera inglese danneggia 1.600 metri quadrati di coralli a Raja Ampat, Indonesia 😢

Ehi noblecaledonia cosa pensi di fare riguardo la tua grande nave che si è appena schiantata contro la barriera incontaminata a Raja Ampat?

Un resoconto pubblicato su birdsheadseascape.com afferma che l'ampiezza dello stretto di Dampier rende difficile condurre una precisa vigilanza dell'area per porsi contro le attività distruttive come le pratiche di pesca non sostenibili.

Il governo locale ha organizzato un comitato congiunto composto da diversi ministri al fine di ritenere i proprietari della nave da crociera responsabili dei danni causati nelle acque di Raja Ampat.

Ambientalisti, scienziati marini e residenti locali hanno espresso la loro indignazione per la distruzione delle barriere coralline incontaminate.

Su Facebook, Kate Patricia Sparksman ha scritto che ci vorranno probabilmente decenni per riabilitare le barriere coralline danneggiate:

Abbiamo visitato e fatto immersione in quei luoghi un paio di anni fa, ed è ancora uno dei posti più spettacolari in cui sia mai stata. Le barriere coralline a Raja Ampat sono famose per essere le più belle e incontaminate al mondo e fanno parte del Triangolo dei Coralli, responsabile della ripopolazione delle barriere coralline di tutto il mondo. Ci potrebbero volere centinaia di anni affinché quest'aerea danneggiata ricresca!

Una petizione online è stata lanciata per insistere affinché gli operatori della crociera facciano di più, a parte risarcire la comunità locale:

Piuttosto di negoziare un accordo finanziario, chiediamo alla Noble Caledonia di offrire un supporto fisico e finanziario per riparare la barriera corallina. Chiediamo alla Noble Caledonia — da tempo impegnata nella difesa ambientale — di offrire il pieno supporto ad uno/a specialista internazionale di barriere coralline e alla sua squadra per intraprendere un progetto di restauro in collaborazione con le comunità locali e i direttori del Parco Marino, introducendo un tracciamento della crescita nel tempo.

Raja Ampat in Papua Occidentale. Fonte: Flickr / Max Mossler / (CC BY 2.0)

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.