chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Dopo 31 anni dal disastro, torna la luce a Chernobyl

Alcuni avventurieri polacchi sono entrati nella zona interdetta di Chernobyl, nella città di Pripyat, e hanno acceso le luci nella centrale atomica di Chernobyl per la prima volta dopo il disastro nucleare del 1986. Foto dalla pagina Facebook di Napromieniowani.

Il 26 aprile 1986, una fusione nucleare alla centrale atomica di Chernobyl, nel nord dell'Ucraina, ha causato la diffusione nell'atmosfera di materiale radioattivo, esponendo così centinaia di migliaia  se non milioni  di persone in Ucraina, Bielorussia, Russia e in tutta l'Europa orientale a dosi di radiazioni estremamente alte.

Gli effetti della pioggia radioattiva si sentono ancora: più di 500,000 [en] persone in Bielorussia, la nazione più colpita dal disastro, hanno problemi alla tiroide dovuti alle radiazioni di Chernobyl, e più di due milioni vivono in aree del Paese dove sono esposti ad un alto rischio di contaminazione.

La scorsa settimana, alla vigilia del trentunesimo anniversario del disastro, un gruppo di avventurieri polacchi ha deciso di riaccendere le luci a Pripyat, una città fantasma radioattiva situata a tre miglia dal reattore di Chernobyl. Pripyat è stata evacuata il giorno dopo l'esplosione e da quel momento in poi è rimasta abbandonata  anche se è diventata il centro del turismo del disastro che si è sviluppato nella zona d'interdizione di Chernobyl.

Le luci si riaccendono in una scuola di Pripyat.

Utilizzando dei generatori, i polacchi sono stati in grado di fornire elettricità ad alcuni edifici di Pripryat, illuminando la città abbandonata per la prima volta dopo trent'anni. Gli avventurieri hanno pubblicato le foto sulla loro pagina Facebook, Napromieniowani.pl.

Questo post è stato aggiornato per inserire la giusta menzione dei fotografi. Le foto sono state originariamente pubblicate su Napromieniowani.pl e il loro uso è stato autorizzato.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.