chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

I sopravvissuti a un incendio mortale in un centro commerciale nelle Filippine condividono testimonianze strazianti sui social

Fermoimmagine dalla copertura di notizie locali di GMA TVs 24 Oras, Filippine

I sopravvissuti a un incendio in un centro commerciale, che ha portato alla morte di 38 lavoratori [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] nella città di Davao, nel sud delle Filippine, hanno condiviso sui social media testimonianze e dolore. Un incendio ha sventrato il centro commerciale NCCC di quattro piani a Davao il 23 dicembre alle 9:30 del mattino ed è stato dichiarato estinto il 24 dicembre, alla vigilia di Natale. Le loro storie rivelano come il centro commerciale NCCC non era strutturalmente equipaggiato per domare un incendio. Le autorità affermano che 37 delle 38 vittime erano lavoratori del call center di Survey Systems International (SSI) una società di outsourcing con sede negli Stati Uniti che gestisce una filiale all'ultimo piano del centro commerciale.

Gli attivisti per i diritti dei lavoratori hanno comparato il tragico incendio a quello verificatosi in una fabbrica, in una zona di trasformazione per l'esportazione, nelle Filippine, all'inizio di quest'anno. Oltre un migliaio di lavoratori sarebbero ancora dispersi. Un'altra comparazione è stata fatta con un incendio mortale in una fabbrica di pantofole, a Manila lo scorso 2015, che ha bruciato vivi 72 lavoratori rimasti intrappolati.

Di seguito sono riportati dei post provenienti dagli account personali dei lavoratori dei call center SSI pubblicati su Facebook che descrivono in dettaglio le loro fughe dal call center in fiamme. Val Huera ha ricordato un tono di esuberanza dovuto alle imminenti vacanze di Natale quando si è verificato l'incendio:

It was the last day of work before the holiday celebrations so everyone was excited to go home. 5-10minutes before 10am, we smelled something burning like plastic or toxic fumes and seconds later, smoke started coming out from our airconditioners. Everything happened so fast because in just a few seconds the smoke started to get very heavy and dark so we all ran to the fire exit near the locker area shaking and shouting.

Era l'ultimo giorno di lavoro prima delle vacanze cosi tutti erano emozionati di andare a casa. 5-10 minuti prima delle 10 del mattino abbiamo sentito qualcosa che bruciava, simile alla plastica o esalazioni tossiche e un secondo dopo il fumo è iniziato a fuoriuscire dagli impianti di aria condizionata. Tutto è accaduto molto velocemente perché in pochi minuti il fumo è iniziato a diventare denso e scuro al punto che tutti noi ci siamo diretti verso le uscite di sicurezza accanto agli spogliatoi urlando e tremando.

Huera ha descritto come il fuoco diventava impraticabile a causa del calore:

People were already crowded as we approach the fire exit. I heard someone shouting, “Balik kay dili maagian ang fire exit. Init kaau sulod!” [“Go back, fire exit is impassable. It's so hot inside”]. So we slowly moved back inside but as we approached the attendance area, people from the 2nd fire exit came rushing towards us and said it's also impassable there.

La gente si era già accalcata quando ci siamo avvicinati alle uscite antincendio. Ho sentito qualcuno gridare, “Balik kay dili maagian ang fire exit. Init kaau sulod!” (“Torna indietro, l'uscita di sicurezza è invalicabile. Fa cosi caldo qui dentro”). Cosi, lentamente, ci siamo tornati lentamente all'interno, ma mentre ci avvicinavamo all'area di attesa, le persone dalla seconda uscita antincendio sono accorse verso di noi e hanno detto che anche lì era impraticabile.

Lui ha manifestato paura e si è reso conto che gli impianti di antincendio non funzionavano:

I honestly thought i was gonna die that time ‘coz i already had a hard time breathing. The sprinklers did not work so someone who has water with them threw it in the air and i even got some water on me which apparently turned into black ash stains on my jacket.

Onestamente pensavo che sarei morto quella volta perché avevo già difficoltà a respirare. Gli irrigatori non hanno funzionato, quindi qualcuno che aveva dell'acqua l'ha lanciata in aria parte di questa è arrivata su di me e a quanto pare si è trasformata in macchie nere di cenere sulla mia giacca.

Salvador Bhadz Casas Medenilla Jr., un altro utente di Facebook, ha lamentato zero visibilità quando hanno tentato di sfuggire alle fiamme:

Simultaneously, the lights went out. There was no electricity. It was dark, people started screaming. Smoke was starting to cover us. I maintained composure, I saw my girlfriend and grabbed her and she was at my left arm. At my right arm is one of our agents, at our back is one agent as well, and upfront is our 5 months pregnant agent. I told them to stop crying and cover their mouths. ZERO VISIBILITY. I was just trying to remember how many steps I have to make to get back inside the office.

Contemporaneamente, le luci si sono spente. Non c'era elettricità. Era tutto buio, la gente ha iniziato a gridare. Il fumo stava iniziando a inghiottirci. Sono rimasto calmo. Ho visto la mia fidanzata e mi sono aggrappato a lei che era al mio braccio sinistro. Al mio braccio dentro c'era uno dei nostri agenti, alle nostre spalle un altro agente e di fronte a noi un'agente donna incinta di 5 mesi. Ho detto loro di smettere di gridare e coprire la bocca. NON SI VEDEVA NIENTE. Stavo provando a ricordare quanti passi mancavano per tornare in ufficio.

Abriella Annarosa Sandoy Bolosito è addolorata per i suoi colleghi che non ce l'hanno fatta.

Wla na nagsunod sako likod na kaubn nako natrapand s locker area. I saw them and hear them “balik balik init na kaayo Dili na kaya! Cr! Cr! Cr!. Traumatic kaayo Kaubn nako cla s locker area na trap!! Unfortunately Wla na nila nakaya magawas sa lobby! Both fire exits Dili na maagihan. Even ang glass s locker sa may billiard hall gitry namo basag Kay muambak nalang unta mga tao!!! Kaso baga kaayo ang glass wlA mi dala para makabuak s glass and Wla nmi makita ang usok sakit na kaayo s tutunlan!! I cannot imagine Unsa Ila gibati sa sulod nagstruggle og gnhawa.

Un collega dietro di me è rimasto incastrano nello spogliatoio e non mi stava più seguendo. Gli ho visti e ho sentito loro dire, ” torniamo indietro, torniamo indietro, fa troppo caldo, è insopportabile! CR (area comfort)! È molto traumatico. Quelli intrappolati negli spogliatoi erano miei colleghi! Sfortunatamente non sono riusciti ad uscire nella hall! Entrambe le uscite antincendio erano impraticabili. Abbiamo anche provato a rompere il vetro dell'armadietto vicino alla sala da biliardo poichè le persone volevano saltare fuori! Ma il vetro era molto spesso e infrangibile. Non riuscivamo a vedere più niente e il fumo faceva troppo male alla gola! Non oso immaginare cosa provassero dentro0, cercando di respirare.

Reggio Colina ha testimoniato che non sono scattati gli allarmi quando è scoppiato l'incendio:

No alarms from the mall or any word from any mall employee downstairs that there was already a fire going on minutes ago on the lower floors. We only found out when smoke just came out from the AC and everything was almost too late.

Nessun allarme dal centro commerciale o nessuna notizia da un impiegato del piano di sotto che c'era già un incendio in corso pochi minuti prima ai piani inferiori. L'abbiamo scoperto solo quando è uscito del fumo dall'aria condizionata ed era troppo tardi.

Il supervisore Lloyd Angeles ha raccontato di aver cercato di guidare i vigili del fuoco per salvare i colleghi dopo essere fuggiti dall'edificio in fiamme:

We tried to go back in on every possible entry and it was too hot and the smoke was too thick. Init kaayo sa nawong and miski ang nakagear kay murag malanay ang plastic sa helmet… Nagsige mu ug balik2 sa mga entry points dili dyud makaya miski tung special unit sa fire na naka special gear di gihapon makaya.

Abbiamo cercato di entrare in ogni possibile entrata ma faceva troppo caldo e il fumo era troppo denso. Faceva troppo caldo per il viso e anche a quelli dotati di equipaggiamento sembrava che la plastica sul casco si sarebbe sciolta… Abbiamo continuato a tornare ai punti di ingresso ma il caldo era troppo insopportabile anche per l'unità speciale [lotta antincendio] che indossava un'attrezzatura speciale.

I gruppi sindacali come la BPO Industry Employees Network (BIEN) chiedono un'indagine indipendente per indagare i responsabili:

We have seen too many similar man-made disasters to our fellow workers in the Philippines alone—Kentex fire in 2015 and HTI fire earlier this 2017 to name a few. What happened in SSI in Davao only shows that even workers in the so-called ‘sunshine industry’ are not free from fatal work hazards… Justice must be served to the victims and those accountable must be penalized so as to avoid future workplace deaths.

Abbiamo visto troppi disastri simili causati dall'uomo ai danni dei nostri colleghi di lavoro nelle sole Filippine: l'incendio del Kentex nel 2015 e l'incendio dell'HTI all'inizio del 2017 per citarne alcuni. Quello che è successo in SSI a Davao mostra solo che anche i lavoratori della cosiddetta “industria del sole” non sono esenti da rischi mortali sul lavoro… La giustizia deve essere fatta alle vittime e i responsabili devono essere penalizzati per evitare future morti sul posto di lavoro.

Poche ore prima di Natale. Makasad a causa di quello che era successo sa davao. Il tifone vinta e il centro commerciale NCCC in fiamme. Triste sentire la sopravvivenza zero di quelle persone intrappolate all'interno. Dio, aiutaci a sopravvivere a tutto questo.

AGGIORNAMENTO alle 8:42

McArthur Highway è ora ricoperta di fumo denso.

Traffico: l'autostrada McArthur per Ma-a è ora chiusa. Traffico leggero in uscita Ma-a.

Meno persone etchoserang. Ma i dipendenti NCCC visti nella zona.

S&R è temporaneamente chiuso al bancomat, secondo le guardie.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.