chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

A Papua, in Indonesia, decine di bambini sono morti di morbillo e varicella per carenza di assistenza medica

I bambini nella regione di Papua in Indonesia sono particolarmente vulnerabili al morbillo e alla varicella. Foto di Carsten ten Brink diffusa via Flickr (CC BY-NC-ND 2.0).

Nella remota regione indonesiana di Papua, a seguito di una serie di epidemie [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] di morbillo e varicella, sono morti 69 bambini di tenera età e altre centinaia [id] di persone sono state ricoverate in ospedale a partire dal settembre 2017.

La diffusione delle malattie in altre regioni ha suscitato il timore che il numero delle vittime potesse salire a 100. Questa settimana, il governo indonesiano ha inviato i militari a Papua nel tentativo di arginare l'epidemia.

La regione di Papua ospita una delle popolazioni più indigene che vive non molto lontano da una delle più grandi miniere d'oro del mondo, che rappresenta anche la fonte di reddito principale del Paese. Ciò nonostante, i cittadini di Papua sono tra i più poveri dell'Indonesia.

Generalmente i bambini di Papua vengono vaccinati contro il morbillo, ma i papuani affermano che le medicine necessarie vengono raramente distribuite nei villaggi più remoti e che la scarsa nutrizione rende gli effetti della malattia ancora più devastanti. Il portavoce dei militari papuani, Muhammad Aidi, ha messo in evidenza che di per sé il morbillo non è pericoloso, trattandosi di una malattia dalla forma leggera, ma che i bambini non sono in grado di combatterla a causa della loro malnutrizione.

Dalla metà di gennaio, nella regione si sono registrate anche molte morti per varicella, una malattia che potrebbe essere facilmente combattuta con una regolare alimentazione. Il 23 gennaio, il governo ha dichiarato che avrebbe inviato nella regione un maggior numero di medici e operatori sanitari.

Nel distretto di Asmat di Papua c'è una grave carenza di medici per una popolazione che si aggira intorno ai 130.000 abitanti. La situazione è resa ancora più complessa dal fatto che le zone interessate possono essere raggiunte solo in aereo, elicottero e per mare. Pegunungan Bintang, una reggenza vicina, è in una posizione altrettanto remota essendo circondata da montagne. Qui sono stati segnalati 27 decessi.

Il governo indonesiano ha inviato i militari (TNI) per distribuire forniture mediche e alimentari nelle regioni di Asmat, ma i militari stanno riscontrando effettive difficoltà a raggiungere i villaggi interessati. Le strutture sanitarie sono poche e situate a lunghe distanze le une dalle altre. 43 pazienti con sintomi di malnutrizione non hanno potuto essere ricoverati [id] nella capitale Asmat e sono quindi stati curati presso una chiesa vicina.

Anche partendo dall'isola stessa, nel migliore dei casi ci vuole oltre un giorno per raggiungere l'area. Alcuni villaggi nel distretto di Pegunungan Bintang possono essere raggiunti solo a piedi in un giorno. La lontananza dei villaggi è stata anche la causa del ritardo della diffusione della notizia dell'epidemia.

Al Jazeera ha riferito che alcuni papuani hanno dovuto percorrere via mare lunghe distanze per raggiungere altri villaggi per ricevere cure che sono state loro poi negate. Alcuni bambini sono morti durante il viaggio e sono stati sepolti lungo le rive dei fiumi.

L'epidemia di morbillo era stata inizialmente segnalata a settembre, ma il governo ha fatto molto poco per mitigarne la diffusione o gli effetti. Gli esperti ritengono che i decessi avrebbe potuto essere evitati mesi fa.

Phil Karel Erari, un ambientalista di Papua, ha scritto [id] sulla sua pagina Facebook di aver invitato il Presidente Joko Widodo [it] a migliorare la scarsa qualità dei servizi medici ed educativi di Papua, accusando i funzionari locali di non essersi mossi abbastanza velocemente.

Ketika Wartawati bertanya tentang sikap saya, saya katakan bahwa, Bupati setempat dan Kepala Dinkes Asmat harus bertanggung jawab, dengan cara menyatakan mundur, sebagai rasa bersalah dan malu. Bila perlu dipecat, agar ada efek jera.

Quando il giornalista televisivo che mi ha intervistato ha chiesto la mia opinione, gli ho risposto che il capo locale del distretto di Bupati e il Responsabile dell'ufficio sanitario di Asmat devono essere considerati personalmente responsabili e che dovrebbero dimettersi per la colpa e la vergogna. Come deterrente, dovrebbero essere licenziati.

Il sito di notizie Tirto.id ha riferito [id] che il Ministro per gli Affari Sociali e Culturali, Puan Maharani, ha negato l'inefficienza e l'impreparazione del governo.

Menteri Puan membantah tudingan bahwa pemerintah telat memberikan penanganan terhadap wabah di Asmat hingga timbul korban meninggal 63 jiwa. Puan mengklaim tindakan antisipasi telah dilakukan oleh pemerintah pusat.

“Oh enggak (tidak terlambat), kita sudah melakukan segala antisipasi. Namun, kita juga membutuhkan sinergi Pemda, karena yang mengetahui masalah dan situasi di daerahnya tentu saja Pemda. Pemerintah pusat tentu saja akan bersama-sama bersinergi untuk menyelesaikan persoalan dan mengantisipasi hal-hal seperti itu,” ujarnya.

No, non ci sono stati ritardi. Abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare con largo anticipo. Tuttavia, abbiamo bisogno anche della collaborazione dei governi locali, perché sono loro che conoscono i reali problemi e la situazione nella regione. Il governo centrale si impegna naturalmente a collaborare con loro per risolvere i problemi e pianificare le azioni da intraprendere.

Il rappresentante di un'unità sanitaria locale ha ritenuto che lanciarsi accuse a vicenda non servisse a molto.

We have very limited staff, but that doesn’t mean we aren’t trying very hard. What we need is not to be criticized but to be given real help. Those who criticize us, I want to invite to help here.

Abbiamo pochissimo personale, ma ciò non significa che non ci stiamo impegnando. Le critiche non servono. Quello che serve è un aiuto reale. Vorrei invitare chi ci critica a fornirci un aiuto reale.

Hendrik Hader, un religioso di Asmat, si è domandato se a qualcuno interessava veramente dei bambini che stavano morendo.

Does anyone want to go there and get real data about their condition? And why do we only now say this is a problem?

C'è qualcuno realmente intenzionato a recarsi sul luogo e scoprire quali sono le reali condizioni? E perché solo ora se ne parla come di un ‘problema'?

Il portavoce del Consiglio dei rappresentanti del popolo, una delle due camere del parlamento indonesiano, ha affermato [id] che avrebbe donato il suo stipendio per risolvere la situazione ad Asmat.

Saya ingin menggalang solidaritas kepada seluruh anggota DPR dan masyarakat terkait apa yang terjadi di Asmat, Papua, namun saya belum tahu formatnya seperti apa.

Saya punya waktu 18 bulan menyerahkan seluruh gaji, namun siapa yang menampungnya.

Vorrei invitare tutti i membri del parlamento e la comunità a dimostrare il loro sostegno e la loro solidarietà per quanto è accaduto ad Asmat a Papua, ma non so bene in quale forma tutto ciò si potrebbe realizzare.

Sono disposto a donare i 18 mesi del mio stipendio, ma manca chi gestisca l'iniziativa.

Agli inizi degli anni '60, con l'aiuto degli Stati Uniti e grazie a un finto referendum in cui pochissimi papuani ebbero la possibilità di votare, l'Indonesia invase e assunse il controllo di Papua, consentendo alla società americana Freeport-McMoran di gestire la miniera di Grasberg, che è la seconda più grande miniera di rame al mondo, oltre alle miniere di oro e di altri minerali.

Un movimento di indipendenza e alcune rivolte di basso impatto a Papua e nella Papua occidentale, un'altra provincia dell'isola, chiedono da tempo l'auto-determinazione, più sviluppo economico e indagini sulle violazioni dei diritti umani per le due province, in cui vivono oltre quattro milioni di persone, molte delle quali di origini indigene e che rappresentano una minoranza etnica nel paese.

In un articolo del Jakarta Post si è evidenziato che la bandiera separatista spesso sventolata dai papuani nei media è un modo per distogliere l'attenzione.

Few question the arrest, torture and shooting of Papuan protesters, without questioning why anyone in a poor province would demand independence. As critics among Papuans reiterate, most Indonesians care about the rich land much more than their Melanesian brothers and sisters living too far from the capital and other more developed areas.

In pochi si interrogano sull'arresto, la tortura e l'uccisione di dimostranti papuani senza domandarsi perché una provincia così povera dovrebbe reclamare l'indipendenza. Come ripetono le voci critiche papuane, la maggior parte degli Indonesiani ha più a cuore questa ricca regione dei fratelli e delle sorelle melanesiani che vivono troppo lontani dalla capitale e di altre aree più sviluppate.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.