chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

La festa di Capodanno ritarda i voli internazionali e la polizia giamaicana è sotto pressione

Una palma battuta dal vento all’inizio del tombolo di Palisadoes a Kingston in Jamaica, l’unico accesso stradale per l’aeroporto. Foto di Christina Xu, CC BY-SA 2.0.

Il divertimento è una cosa, il disagio un’altra. Quando l’unica strada per l’aeroporto internazionale della Jamaica a Kingston, la capitale del paese, si è ritrovata bloccata per diverse ore [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] durante la sera di Capodanno a causa del traffico dovuto alla festa, molti cittadini stavano andando fuori di testa, e in particolare un ministro del governo decisamente imbarazzato.

L’incidente ha causato diversi problemi intorno alle operazioni della Jamaica Constabulary Force (JFC) (Polizia Giamaicana) incluso il salario e problemi di pagamento. C'è stato un evidente stallo nei negoziati tra la forza di polizia e il governo, molti poliziotti si son dati “malati” dalla metà di dicembre fino alle vacanze di Natale/Capodanno.

Questa situazione di disagio ha convolto anche la competenza di controllo del traffico e delle persone della JFC, come anche la sua abilità di far rispettare le leggi del paese. Il commissario di polizia George Quallo è attualmente seduto scomodo nella sua sede, dopo soli nove mesi in carica.

Un ingorgo di sei ore

Nel pomeriggio dell’1 gennaio 2018, c'è stato un consistente aumento del traffico lungo lo stretto tombolo di sabbia di Palisadoes – l’unica strada che collega la citta di Kingston all’Aereoporto Internazionale Norman Manley. Tuttavia, nel momento in cui il popolare ballo annuale Sandz ha preso il via in una località sulla spiaggia del suddetto tombolo, si è sviluppata una situazione straordinaria.

I veicoli e gli stessi organizzatori della festa hanno bloccato la strada, creando un traffico caotico impedendo ai conducenti – inclusi i turisti dell’isola che cercavano di prendere l’aereo per tornare a casa dolla loro vacanza – di raggiungere l’aeroporto. Questo non si è trattato di un problema temporaneo che si è risolto subito: la strada è rimasta bloccata per 6 ore. Alcuni viaggiatori hanno dovuto camminare molto per raggiungere l’aeroporto, mentre altri hanno noleggiato dei motociclisti per farsi portare insieme alla loro valigia.

Un giamaicano durante il viaggio di ritorno ha scritto su Twitter:

Ho appena fatto i miei primi 5 km sul tombolo di Palisadoes…con il mio computer, e il mio bagaglio a mano. Almeno non ho perso il volo. Grazie tante.

Ha anche aggiunto:

È semplice per me pensare a cosa mi è successo e ridere (Sarebbe meno divertente se avessi perso il volo).

Ma se la scorsa notte qualcuno a Port Royal avesse avuto bisogno di assistenza medica sarebbe sicuramente morto, non sto scherzando. Dobbiamo fare di più.

La strada bloccata si poteva vedere da lontano:

Vista della strada di Palisadoes dalla mia casa a red hills.
Tutte quelle luci sono macchine.

‘Non c’è alcun progetto… che sia in grado di far fronte all’impatto dell’indisciplina collettiva’

I giamaicani hanno in gran parte reagito con stupore, disgusto, con  una valanga di domande, e in alcuni casi, con una buona dose di cinismo:

Miliardi di dollari spesi per ingrandire la strada di Palisadoes per prevenire l’inaccessibilità all’aeroporto dovuto all’urgano. Ma ciò che non può fare un uragano ora, può farlo un cattivo governo.

Un imprenditore giamaicano ha twittato:

In questo momento, il #Sandz è un microcosmo di ciò che è sbagliato in Giamaica. Non c’è alcun progetto, parcheggi o altri, che possa far fronte all’impatto dell’indisciplina collettiva la quale è tollerata ed è libera di espandersi.

Su Facebook, il malcontento è diffuso. Terri-Ann Guyah era furiosa:

I am here at the airport from 8:45 pm after my flight has been delayed for over 4 hours in FL…only to see this! […] customs officers say it was worse last year..so how do they grant a permit for a party that has caused this problem before? How is it that there is no police directing traffic or parking patrons of the party?? Are we so corrupt and irresponsible that we can allow government to lose revenue because of a party?? Is this what we have come to??

Sono qui all’aeroporto dalle 20.45 dopo che il mio volo è stato posticipato di oltre 4 ore in Florida…solo per assistere a questo! […] il personale doganale ha affermato che l’hanno scorso è stato peggio.. quindi com’è che hanno concesso di svolgere una festa che ha già causato questo problema in precedenza? Come mai non c'è la polizia a dirigere il traffico o i parcheggiatori della festa?? Siamo così corrotti e irresponsabili che possiamo permettere al governo di perdere ricchezza a causa di una festa? È a questo che siamo arrivati??

A peggiorare le cose, l'immondizia lasciata dai festaioli non è stata raccolta due giorni dopo.

Inizia il gioco delle responsabilità

In risposta all’incidente, il ministro della sicurezza nazionale Robert Montague ha chiesto quasi subito un rapporto dal commissario di polizia – per poi rifiutarla perché inadeguata:

AGGIORNAMENTO: Il ministro della sicurezza #BobbyMontague ha pubblicato un pungente rimprovero pubblico della relazione presentatagli dal commissario di polizia @GeorgeQuallo riguardante l’incidente che ha impedito l’attività presso il primo rapporto internazionale della Giamaica. Montague dice di aver rifiutato la “deludente” relazione.

Nel frattempo, il commissario Quallo ha chiesto pubblicamente scusa il giorno seguente.

Alcuni hanno dato al commissario di polizia il beneficio del dubbio, ma altri sono stati meno caritatevoli. Al di là della responsabilità, il problema generale riguardante l'applicazione era di maggiore preoccupazione. Il docente universitario dott. Damien King, ha adeguatamente illustrato il problema dell'applicazione:

Il commissario @GeorgeQuallo questa mattina ha detto alla radio @Nationwideradio che si ha bisogno di una segnaletica che prevenga un altro ingorgo sulla strada di Palisadoes. Questo è ciò che pensiamo della segnaletica senza APPLICAZIONE, Sig. Commissario.

Anche gli sconosciuti promotori della festa hanno chiesto scusa, ma incolpando gli organizzatori indisciplinati.

Il commissario Quallo, ha richiesto più tempo al ministro per inserire maggiori dettagli nella relazione, la cui scadenza è prevista per il 5 gennaio 2018. In una seconda dichiarazione, è sembrato che il ministro Montague ritenesse responsabile l'alto comando delle forze di polizia, piuttosto che il grado e la documentazione, che sono attualmente alla ricerca di un sostanziale aumento dei salari.

L'auspicato aumento salariale è diventato ancora più rilevante quando il commissario Quallo ha confermato in un'intervista radiofonica che un poliziotto senza nome della Major Investigation Division (MID) era uno dei promotori dell'evento. Anche se questa rivelazione ha causato disapprovazione, non è stato sorprendente per molti giamaicani, dal momento che è ben noto che gli agenti di polizia spesso stanno al “chiaro di luna” e svolgono altre attività, tra cui la gestione di taxi e autobus, e fornire servizi di sicurezza.

‘Senza un’analisi del problema, troveremo una soluzione sbagliata’

Un blogger giamaicano ha accennato alla corruzione come fattore nascosto:

Sandz single-handedly held our country hostage…the security of our airport at seige, delaying flights, people frantically trying not to miss flights to subsequently become a nationally debated issue, as all involved [point] fingers […], only publicly avoiding the real issue of who had the most to gain.

Entertainment events are perhaps the most policed and regulated social activity, strangling the life out of an otherwise potentially striving economy, and one which we (Jamaica) have significant and under-explored foreign income generating possibilities that could touch literally all different types of local economies.

Corruption is real, and available at all levels if doing things the right way is made particularly and unnecessarily difficult and pervious to ‘spirit-tek’, where sabotage and manipulation is easy due to archaic systems and methodologies.

Sandz, da solo, ha tenuto il nostro paese in ostaggio… la sicurezza del nostro aeroporto sotto assedio, voli in ritardo,  persone che cercano freneticamente di non perdere il proprio volo per poi diventare una questione di dibattito nazionale, come tutti quelli coinvolti [puntano] le dita […], e solo pubblicamente evita il vero problema di chi ci ha guadagnato di più.

Gli eventi di intrattenimento sono forse l'attività sociale più sorvegliata e regolamentata, strangolando la vita di un'economia potenzialmente in tensione, e un’economia che noi (Giamaica) abbiamo una significativa e poco esplorata possibilità di generare reddito estero che potrebbe toccare letteralmente tutti i diversi tipi di economie locali.

La corruzione è reale, e disponibile a tutti i livelli se fare le cose nel modo giusto è reso particolarmente e inutilmente difficile e pervio verso lo «spirit-tek’, dove il sabotaggio e la manipolazione è facile visto i  sistemi e le metodologie arcaiche.

Trovare equilibrio tra i giamaicani che si divertono e seguire norme e regolamenti può essere difficile. Il vice ministro Damion Crawfor ha annunciato due anni fa che la strada di Palisadoes sarebbe diventata una “zona divertimento” nel tentativo di trovare tale equilibrio, e minimizzare il malcontento mentre si supportano eventi musicali. Nell’ottobre 2017, il ministro della cultura Olivia “Babsy” Grange ha annunciato la prima zona divertimento – una vecchia fortificazione in un punto abbastanza isolato fuori Kingston.

Tuttavia, quest'ultimo fiasco ha gettato un'ombra sugli sforzi del governo. La polizia ha semplicemente deluso tutti, o c'erano fattori più complessi coinvolti?

È il motivo della situazione che deve essere esplorato, anche se non è un’abitudine in Jamaica farlo, l'avvocato della società civile e ambientalista Diana Mccaulay ha sostenuto:

There will be calls for an inquiry. For accountability. Blame will be shifted and avoided. Promises and commitments will be made. Then – rinse and repeat.

There is one step, however, that we rarely take – and that is problem analysis. Questioning the ‘WHY?’. Why did the Police give a permit for an event at Seventh Harbour for a second year, despite problems last year and according to one source, a decision taken by the Police High Command not to grant such permits? Was this poor communication? Poor record keeping? Short memories? A decision taken at a high level to overrule this sensible decision? Because a policeman was reportedly one of the promoters? Answering the ‘why’ takes us to targeted fixes.

Without problem analysis, we will come up with the wrong solution, time and time again.

Ci saranno richieste di inchieste. Per la responsabilità. La colpa sarà evitata e spostata. Saranno fatte promesse e impegni. Poi – risciacquare e ripetere.

C’è uno step, tuttavia, che facciamo raramente – ovvero analizzare del problema. Chiedere il ‘PERCHE?’ Perché la Polizia ha permesso per un secondo anno lo svolgimento di un evento alla Seventh Harbour, nonostante i problemi dell’anno scorso e secondo una fonte, una decisione presa dall’Alto comando della polizia per non garantire tali permessi? Tutto ciò è avvenuto per scarsa comunicazione? Scarsa conservazione dei dati? Memoria breve? Una decisione presa dai piani alti per annullare questa decisione delicata? Perché un poliziotto è stato riportato come uno dei promotori? Rispondere ai ‘perché’ ci porta a soluzioni precise.

Senza l’analisi del problema, ne verremo a capo con una soluzione sbagliata, e ancora e ancora.

Mentre molte alter domande rimangono senza una risposta, i netizen giamaicani sperano che il commissario di polizia possa fornire una valida spiegazione su cosa è andato storto – e che tale calamità non si ripeterà più. Questo è stato un inizio sorprendente e inaspettatamente movimentato per il nuovo anno.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.