chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

La polizia nigeriana arresta un giornalista e suo fratello per un articolo che non hanno mai scritto

Poliziotti nigeriani che si addestrano nel 2015. Foto di AMISOM di dominio pubblico.

Daniel Elombah è l'autore di elombah.com [en, come i link seguenti]. L'arresto dei fratelli Elombah nella loro casa di Nnewi, nella Nigeria sudorientale, è stato riferito dal Premium Times:

Daniel Elombah was arrested around 4:30 a.m. at his home in Nnewi on New Year’s Day, according to his brother, Paul. He said they gathered from the officers that his brother was detained over a recent article that was deemed critical of the Inspector-General of Police Ibrahim Idris. Mr. Elombah was initially taken to a SARS detention facility in Anambra but was later moved to Abuja around 7:00 a.m., his brother said.

Daniel Elombah è stato arrestato attorno alle 4.30 del mattina nella sua casa di Nnewi il primo dell'anno. Questo è quanto racconta il fratello, che afferma anche di essere stato informato dai poliziotti che l'arresto del fratello era dovuto alla pubblicazione di un articolo critico nei confronti di Ibrahim Idris, l'Ispettore generale della polizia nigeriana. Sempre secondo il fratello, Elombah è stato inizialmente portato in un centro di detenzione SARS ad Anambra, per poi essere successivamente trasferito ad Abuja intorno alle 7 del mattino.

Daniel Elombah ha raccontato al Comitato per la Protezione dei Giornalisti (CPJ) che la polizia avrebbe affermato di averli arrestati a causa di un articolo pubblicato su Opinion Nigeria il 22 dicembre 2017, che non è stato scritto da nessuno dei fratelli, in cui si asseriva che l'Ispettore generale della polizia della Nigeria avesse “un'infinita storia di controversie alle sue spalle”.

In un’intervista con il Daily Post, l'Ispettore Generale Ibrahim Idris ha evitato di rispondere a domande dirette sui motivi dell'arresto dei fratelli Elombah, limitandosi semplicemente ad affermare che “il compito della polizia è quello di intervenire in presenza di un reato”.

Daniel Elombah, che risiede nel Regno Unito e che al momento dell'arresto si trovava in visita dalla famiglia in Nigeria, è conosciuto per i suoi articoli critici su Boko Harma e il Presidente Buhari.

Daniel Elombah in ospedale. [Immagine diffusa su Facebook dall'avvocato di Elombah, Obunike Ohaegbu]

Il giornalista nigeriano Daniel Elombah e suo fratello, Timothy Elombah, sono stati arrestati dalla polizia nigeriana il giorno di Capodanno.

Qualche ora dopo il suo arresto, il giornalista è stato rilasciato e ricoverato nell'ospedale di Abuja. Benché Elumbah non abbia dato alcuna spiegazione ufficiale in merito al suo ricovero, sembra che sia recato lì per ricevere assistenza medica, dopo essere stato “ammanettato come un criminale e trasportato ad Abuja in autobus per 700 miglia lungo una strada dissestata”. Durante il viaggio, i fratelli Elombah sono stati “aggrediti, presi a schiaffi e a pugni, e picchiati” dalla polizia nigeriana, secondo quanto riporta un articolo pubblicato sul giornale Vanguard.

La polizia non ha ancora rilasciato suo fratello Timothy. Il 2 gennaio 2018, il tribunale di Abuja ha emesso un mandato per estendere la detenzione di Timothy. Un rappresentante della polizia ha affermato che “questo mandato era essenziale per consentire [alla polizia] di svolgere le indagini preliminari necessarie per formulare un'accusa ufficiale nei suoi confronti”.

“Le autorità nigeriane devono immediatamente rilasciare Timothy Elombah, lasciare cadere tutte le accuse nei suoi confronti e permettere a suo fratello di tornare a casa”, ha affermato il Vicedirettore esecutivo di CPJ, Robert Mahoney a New York.

Police have no business raiding a journalist's home and locking him up just because an officer does not like something written in the press. It's not even clear that the man they have detained had anything to do with the article they deem defamatory.

La polizia non ha alcun diritto di fare irruzione nella casa di un giornalista ed arrestarlo semplicemente perché a un loro funzionario non è piaciuto un articolo pubblicato su un giornale. Tra l'altro non è nemmeno chiaro se l'uomo arrestato sia veramente l'autore di quell'articolo diffamatorio.

Daniel Elombah ha citato in giudizio l'Ispettore generale della polizia nigeriana per violazione dei suoi diritti fondamentali presso la Corte Suprema del territorio della capitale federale di Abuja. Chiede 2 miliardi di naira (circa 5,5 milioni di dollari) di danni per il suo arresto illegale.

Tre avvocati del Regno Unito hanno presentato una petizione a Lyn Brown, membro del parlamento britannico, al Primo Ministro Theresa May e al Ministro degli Esteri Boris Johnson per l'arresto illegale di Daniel Elombah.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.