chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Finlandia: queste donne Sámi provano a mantenere viva la loro lingua nativa Skolt

Tiina Sanila-Aikio dirige un seminario sulle lingue Sami presso il Centro Culturale Sami di Sajos. Credito: Nicholas Magand per GEN

Questa storia di Lucy Sherriff [en, come i link seguenti] GlobalPost in origine è stato pubblicata su PRI.org il 16 febbraio 2018. È ripubblicata qui come parte di un accordo tra PRI e Global Voices.

Tiina Sanila-Aikio non è una Presidente comune. La 34enne è il capo del popolo Sámi in Finlandia, l'unica popolazione indigena riconosciuta nell'Unione europea. È anche la creatrice dei primi album rock al mondo in stile Skolt. Lo Skolt è una lingua Sámi parlata da solo 300 persone.

Sebbene la popolazione Sámi abbia almeno 75.000 abitanti, le loro lingue si stanno estinguendo. I Sámi sono composti da nove diverse tribù distribuite tra Norvegia, Svezia, Russia e Finlandia e parlano vari dialetti. La mancanza di insegnamento della lingua Sámi significa che i giovani stanno crescendo senza parlare la loro lingua madre.

“Sono molto triste nel dire che il numero di persone che parlano una versione di Sámi come prima lingua sta diminuendo, e in fretta”, ha detto Sanila-Aikio. “Allo stesso tempo, la popolazione Sámi sta crescendo.”

Negli anni '60, il 75% dei Sámi parlava la lingua come lingua madre, secondo i registri del Centro Culturale Sámi Sajos. Ricerche del 2007 hanno rivelato che solo il 24% dei Sámi erano di madrelingua e alcuni dialetti sono già scomparsi. Degli 11 dialetti, nove sono ancora parlati, e il ter sámi è parlato solo da due persone.

Sanila-Aikio è una Skolt Sámi, cresciuto nel villaggio di Sevettijärvi, dove la cultura e la lingua Skolt sono ancora molto vive. Era così appassionata di mantenere viva la sua lingua, che è diventata insegnante e ha insegnato al Sámi Education Institute di Inari, una scuola professionale di istruzione secondaria superiore unica, che insegna in finnico e Sàmi e promuove la cultura Sàmi in tutta l'area.

“Ero molto preoccupata per la tendenza e volevo fare qualcosa al riguardo”, ha detto.“Abbiamo la legge sulla lingua Sámi che copre situazioni in cui un Sámi ha il diritto di usare la propria lingua quando si rivolge alle autorità. Prima di tutto, le autorità dovrebbero avere personale che parli le lingue Sámi e, in secondo luogo, potrebbero avere degli interpreti. Ma in realtà, questo non succede.

“È una grande lotta”.

Non contento dell'insegnamento di Skolt Sámi, Sanila-Aikio ha scritto – e registrato – due album rock nel 2005 e nel 2007.

“Ai Sámi è piaciuto. Abbiamo venduto tutte le copie che avevamo pubblicato, ovvero 2.500. Avere il rock nella propria lingua è un modo per attirare i giovani interessati alle loro radici e mantenere la lingua viva nei tempi moderni “.

Parlare Skolt – e altre lingue Sámi come l'Inari Sámi – si intreccia nello stile di vita Sámi, che è minacciato a causa delle attività estrattive, del disboscamento illegale e della mancanza di protezione della terra.

“Quando una nuova strada è costruita attraverso il pascolo delle nostre renne, o una foresta viene abbattuta, cambia il modo in cui facciamo le cose”, ha spiegato Sanila-Aikio. “Quella zona non può più essere usata per la mandria di renne.

“Così, la conoscenza tradizionale e il modo di usare quell'area scompare. Non possiamo più insegnare alla prossima generazione, ed è per questo che la lingua viene dimenticata – perché la nostra cultura sta cambiando.

“Ma il governo non capisce queste cose, e questo è il nostro lavoro più difficile al momento – cercare di rendere visibile il problema che comporta la perdita della nostra cultura e il nostro linguaggio”.

Attualmente, i bambini Sámi che vivono al di fuori delle aree popolate da Sámi non hanno l'opportunità di imparare la lingua. Il curriculum è insegnato in finlandese e, sebbene i Sámi possano impararlo a livello universitario, l'accesso è limitato.

Sara Wesslin lavora come giornalista televisiva presso l'organizzazione dei media finlandese Yle, con sede a Inari presso il Centro Culturale Sámi Sajos, che ospita anche il Parlamento Sámi.

Il Centro Culturale Sámi Sajos ospita il Parlamento Sami e la stazione radio finlandese Yle. Crediti: Lucy Sherriff / PRI

La donna di 28 anni trasmette attraverso la radio e la televisione in Skolt Sámi, ed è una dei soli due giornalisti al mondo a farlo – che lei sappia. (L'altro è il collega di Wesslin a Yle, Erkki Gauriloff.)

“Sento di avere un'enorme responsabilità nel rendere questo linguaggio visto e ascoltato”, ha detto Wesslin. “Vivo in una zona rara in cui la lingua Skolt Sámi è forte e viva, e dobbiamo occuparcene.”

Wesslin ha detto che è importante per lei poter parlare e lavorare nella lingua materna della nonna.

“Non ho imparato lo Skolt come lingua materna – che è il finlandese – e quindi ho dovuto lavorare molto duramente per mantenere la lingua nella mia vita. Nella mia famiglia, sono l'unico che parla Skolt con mia nonna, ma è molto difficile perché abbiamo parlato finlandese per 20 anni. Ci vuole molta energia da parte di entrambi.

“Il mio lavoro di giornalista è uno dei pochi posti in cui posso incontrare persone che parlano lo Skolt Sámi e usare la mia lingua”.

Sara Wesslin trasmette in skolt sámi dalla stazione radio finlandese Yle. Crediti: Ville-Riiko Fofonoff

Wesslin condivide le preoccupazioni di Sanila-Aikio sul futuro della lingua Skolt e afferma che le donne sono la spina dorsale per mantenere viva una lingua.

“Le donne hanno [un] ruolo enorme nel mantenere la lingua nella loro famiglia. I bambini di solito trascorrono più tempo con le loro madri, soprattutto nelle famiglie tradizionali di allevamento di renne, dove gli uomini sono fuori tutto il giorno.

“Adulti e bambini sono entusiasti di imparare la lingua, ma dovremmo creare una situazione in cui lo Skolt Sámi sia una lingua normale da usare nella vita di tutti i giorni.”

“I media hanno un ruolo molto importante nel rilanciare la lingua”, ha aggiunto. “E a poco a poco c'è più musica e altra cultura popolare prodotta in Skolt Sámi”.

“Penso che questo possa i bambini a usare la loro lingua minoritaria”.

Il Parlamento di Sámi ha creato un istituto di cultura specializzato per insegnare la cultura degli adulti e adolescenti Sámi, e offre un corso intensivo della lingua per un anno. I programmi sono finanziati da sovvenzioni dell'UE, ma Sanila-Aikio dice che il governo non contribuisce – e questo è qualcosa per cui si sta combattendo in Parlamento.

Sanila-Aikio crede nella guida con l'esempio. La figlia di 8 anni, Elli-Då'mnn, sta imparando la sua lingua madre, lo Skolt Sámi, così come l'Inari Sámi – la lingua parlata nella famiglia di suo padre.

E per quanto riguarda un altro album rock, i doveri presidenziali di Sanila-Aikio non le lasciano molto tempo da dedicare alla musica, ma non esclude nulla: “Forse un giorno”.

Reportage di Lucy Sherriff dalla Finlandia.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.