chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Bangladesh: le foto d'epoca risvegliano dolci ricordi della capitale Dacca

Topkhana Road, Press Club Area, Dhaka (1965). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy: Bangladesh Old Photo Archive.

La strada Topkhana Road, Press Club Area, Dacca (1965). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

È straordinario quanto può cambiare un luogo in 50 anni. Ad esempio, Dacca [it], la capitale del Bangladesh, è una delle metropoli più densamente popolate al mondo, ma sarebbe difficile crederci guardando le antiche foto.

Negli anni '60, il fotografo britannico Roger Gwynn [en come i link seguenti, salvo diversa indicazione] è andato in Bangladesh come volontario per la ONG Servizio Civile Internazionale [it]. Ha visitato varie parti della nazione, che allora era il Pakistan Orientale, scattando fotografie. Recentemente, alcune delle sue foto sono state pubblicate su una pagina Facebook intitolata Bangladesh Old Photo Archive (archivio di foto antiche del Bangladesh) e sono diventate virali fra gli utenti del paese.

Lanciata il 24 agosto 2011, la pagina ha più di 171.000 fan. Nel corso degli anni, questa comunità ha condiviso numerose foto della regione che costituisce l'attuale Bangladesh – dal periodo colonniale britannico agli anni '90. Guardando queste foto d'archivio, si intravede uno scorcio di storia, tradizione e vita del Bangladesh nel secolo scorso.

Le foto di Roger Gwynn hanno risvegliato la nostalgia in molte persone. Ricordano i bei tempi antichi e alcuni hanno espresso il desiderio di tornare a quei giorni.

Victoria Park area. Sadarghat, Dhaka (1967). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy- Bangladesh Old Photo Archive.

L'area del Parco Vittoria. Sadarghat, Dacca (1967). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

Salim Omer Sher ha rievocato un ricordo del Parco Vittoria negli anni '60:

Very nostalgic. I was a student in old Dhaka school and used to visit this park in mid 60s. In 1967 I was 17 years old, when this photograph was taken. Vivid memory of Victoria Park.

Molto nostalgico. Ero uno studente dell'antica scuola di Dacca e avevo l'abitudine di visitare questo parco nella metà degli anni '60. Nel 1967 avevo 17 anni, quando fu scattata questa foto. Un vivido ricordo del Parco Vittoria.

Handcart porters at New Market area. Dhaka (1965). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy- Bangladesh Old Photo Archive.

Facchini con carretti a mano nella zona del Nuovo Mercato. Dacca (1965). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

L'esperto di comunicazione Wazir Satter si è ricordato un'epoca di prodotti alimentari a buon mercato, dopo aver visto la foto di una strada della zona del Nuovo Mercato:

And one of the restaurants there used to serve special malai cha (Creamed Tea). We the students of Dacca College used to visit this restaurant in 1967-69 for that cha and special gosht-porota (Meat Paratha), The name of the eatery was Chittagong Restaurant. A cup of malai cha was 4 anas (25 Poishas).

E uno dei ristoranti serviva uno speciale “malai cha” (tè preparato con panna). Gli studenti del College di Dacca erano soliti visitare questo ristorante negli anni 1967-69 per gustare questo tè e la specialità “gosht-porota” (carne Paratha), il nome del ristorante era Chittagong. Una tazza di “malai cha” costava 4 ana (25 poisha).

Street scene of Mirpur Road, New Market. Dhaka (1965). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy- Bangladesh Old Photo Archive.

Scene di strada nella via Mirpur Road, Nuovo Mercato. Dacca (1965). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

La foto ha suscitato ricordi dell'infanzia in Babor Huq:

I use to walk these streets holding my father's hand to pick up his laundry from Lifa and have Kalojam (a type of sweet) from Moron Chand when I was a Todler. But some how I remember all those moments. I miss my father every second and praying for him.

Ero solito camminare in queste strade tenendo la mano di mio padre per andare a prendere la sua biancheria della lavanderia Lifa e comprare “kalojam” (un tipo di dolce) da Moron Chand, quando ero bambino. E ancora oggi mi ricordo tutti quei momenti. Mio padre mi manca in ogni secondo e prego per lui.

Demra Road by Hardeo glass factory, Dhaka (1965). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy- Bangladesh Old Photo Archive.

La strada Demra Road presso la fabbrica del vetro Hardeo, Dacca (1965). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

Anche Ranajay Gupta era nostalgico dopo aver visto la fabbrica del vetro Hardeo:

Interesting. Hardeo Glass Factory came up on land originally owned by my family at Tikatuli. I believe there was a ‘samadhimandir’ (memorial shrine) for my great-grandparents Sarat Chandra Gupta (after whom Sarat Gupta Road is named) and Manorama Gupta at a corner of the land. I am told the Rajdhani Supermarket later came up on the land; someone told me the samadhimandir still exists at a corner of the market.

Interessante. La fabbrica del vetro Hardeo è sorta su un terreno originariamente di proprietà della mia famiglia a Tikatuli. Credo che ci sia un ‘samadhimandir’ (tabernacolo commemorativo) per i miei bisnonni Sarat Chandra Gupta (a cui è stata intitolata la strada Sarat Gupta Road) e Manorama Gupta in un angolo del terreno. Mi dicono che il supermercato Rajdhani è sorto sul terreno; qualcuno mi ha detto che il samadhimandir esiste ancora all'angolo del mercato.

Children are enjoying Bioscope show. Old Dhaka, Bangladesh (1960s). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy- Bangladesh Old Photo Archive.

Alcuni bambini ammirano le immagini di un bioscopio [o cinematoscopio]. Antica Dacca, Bangladesh (anni '60). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

A quei tempi il Bioscopio, un tipo di teatro itinerante, era uno spettacolo popolare. Syed Harun Rashid ha scritto:

The nostalgic time of bygone era! … I could very much relate to these boys. The sight n thought of being able to enjoy this, out of heaven, thing called Bioscope. I wonder the intense feeling of euphoria this seemingly negligible thing could produced in us will ever part from our memory….

L'epoca nostalgica dei tempi andati! … Mi identifico molto con questi ragazzini. La vista e il pensiero di potermi divertire con questo oggetto, sceso dal cielo, chiamato Bioscopio. Mi chiedo se l'intenso senso di euforia che questo oggetto apparentemente insignificante suscitava in noi verrà mai cancellato dai nostri ricordi….

Dacca è conosciuta per i suoi giganteschi ingorghi stradali. Tuttavia fino agli anni '60 era una minuscola cittadina. Rumi Aftab ha scritto:

So beautiful that period was! now it's always remaining over crowded and loaded with so many different types vehicles gives us discomfort feelings, time consuming too!

Com'era bella quell'epoca! Adesso è sempre sovraffollata e così piena di innumerevoli tipi di autoveicoli diversi da darci un senso di disagio, richiede anche un grande dispendio di tempo!

Street scene of Dhanmondi Road No 2. Dhaka (1965) Photographer- Roger Gwynn

Scene di strafa nella via Dhanmondi Road n 2. Dhaka (1965). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

L'aspetto della citta è cambiato tanto che è difficile abbinare gli scenari nelle fotografie di Gwynn con la Dacca moderna. Un utente di Facebook, Swargiyo Jiban, ha scritto:

Hard to believe there was a big riverview. I grew up in rayer Bazar n mohammadpur area. Saw rayer Bazar and all the way Mohammadpur surrounded by extended burigongha river. There was a village used to call bochila,so much fun to go there by boat. It was a memory hardly I could remember fr 1982-86, left that area in 1987 and after 15 yrs later once I visited there was very shocking.. 15 yrs changes were huge, landmarks turned into different shapes couldn't even believe there was a river we were playing, swimming.. even all the way hazaribugh to kamrangir chor went by car.. unbelievable…

E’ difficile credere che c'era una grande vista sul fiume. Sono cresciuto nella zona del rayer Bazar n mohammadpur. Visto rayer Bazar e tutta la zona fino Mohammadpur circondata dal fiume burigongha. C'era un villaggio che veniva chiamato bochila, era così divertente andarci in barca. E’ un ricordo che riesco difficilmente a riportare alla mente circa 1982-86, ho lasciato la zona nel 1987 e dopo 15 anni, poi quando l'ho visitata sono rimasto scioccato… 15 anni e i cambiamenti sono stati enormi, monumenti con forme diverse, non potevo nemmeno credere che c'era un fiume dove giocavamo, nuotavamo… perfino tutta la zona da hazaribugh a kamrangir chor si può girare in macchina… incredibile…

Syed Rahman non ama l'attuale paesaggio urbano di Dacca:

That's where I grew up and miss my childhood and feel like how good days were those. Those were the golden days of my loving city of Dacca not Dhaka.

È il luogo dove sono cresciuto e ho nostalgia della mia infanzia e sento che erano davvero bei tempi. Erano i giorni dorati della mia amata città di Dacca, non Dhaka.

Altre foto di Dacca:

Water carrier, Wari, Dhaka (1965). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy- Bangladesh Old Photo Archive.

Un portatore d'acqua, Wari, Dhaka (1965). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

Morning street market - fresh fish on sale. Dhaka (1960s). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy- Bangladesh Old Photo Archive.

Mercato rionale al mattino – pesce fresco in vendita. Dhaka (anni 1960). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

A guy reading newspaper in a tea stall. Dhaka, Bangladesh (1965). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy- Bangladesh Old Photo Archive.

Un signore legge il giornale in una sala da tè. Dhaka, Bangladesh (1965).
Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

Girls studying the Quran in a maktab. Dhaka (1960s). Photographer- Roger Gwynn. Photo courtesy- Bangladesh Old Photo Archive.

Alcune ragazzone studiano il Corano in un maktab (scuola islamica). Dhaka (anni '60). Foto di Roger Gwynn. Foto per gentile concessione di: Bangladesh Old Photo Archive.

Potete vedere l'intero album qui.

Le foto sono state usate con il permesso di Roger Gwynn.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.