chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Il resto del mondo inizia finalmente a scoprire le attrattive turistiche dell'Asia Centrale

Irkht, Badakhshan, Tagikistan. Foto di Bakhriddin Isamutdinov. Usata con autorizzazione

La gloriosa bellezza naturale dell'Asia Centrale sta vivendo una brezza di aria fresca nella reputazione internazionale della regione, così spesso infangata dai governi autoritari al potere.

Il Tagikistan ha ottenuto il secondo posto fra le destinazioni turistiche a crescita più rapida, nella lista pubblicata recentemente dalla United Nations World Travel Organisation, registrando [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] un incredibile aumento del 94% dei visitatori nel 2015.

E nel 2016, il Kirgizstan è comparso nel giornale britannico Financial Times nella lista delle sette principali destinazioni di viaggi nel 2016, secondo gli addetti del settore.

Il fatto che gli stati dell'ex Unione Sovietica stiano attraendo l'attenzione dei media mondiali con destinazioni turistiche sconosciute, esotiche e vergini è una positiva opportunità per l'Asia Centrale, che appare spesso nei media internazionali per questioni di violenza, scontri militari, abuso dei diritti umani, collasso economico e sistemi giuridici assurdi.

Nel 2015, Global Voices ha descritto la straordinaria natura immacolata del Tagikistan in immagini [it], offrendo ai potenziali visitatori una guida delle attrazioni principali da visitare. Adesso torneremo sull'argomento, per dare un'occhiata alla magnificenza di cinque stati dell'Asia centrale, con l'aiuto di video promozionali e immagini catturate da droni.

Kazakistan

La nona nazione più ampia [it] nel mondo per superficie, il Kazakistan ha molto da offrire, dalla sua tradizionale cultura nomade alla capitale Astana di recente costruzione e, inoltre, le sue steppe, la taiga e i canyon rocciosi.

Kirgizstan

Il Financial Times ha proposto alcuni suggerimenti per i suoi lettori che visitano il Kyrgyzstan:

Hiking in the Tian Shan mountains, riding over the grass-covered steppes or mountain biking on ancient Silk Road routes, and staying in traditional yurts surrounded by wilderness.

Alpinismo nelle montagne Tian Shan, escursioni attraverso le steppe coperte da un tappeto d'erba, oppure mountain bike sulle antiche rotte della Via della Seta, pernottando nelle tradizionali iurte circondati da una natura selvaggia.

Tagikistan

Per gli amanti della natura, il territorio del Tagikistan è montagnoso per il 93% e ricco di eterei laghi alpini, disseminati ovunque [it]. Per gli appassionati di storia, il passato della nazione è ricco di battaglie contro gli invasori, iniziando da Alessandro Magno fino a Gengis Khan. E i visitatori più spirituali possono trovare la più grande statua di Buddha in nirvana, visitare l'antico tempio di Zoroastro, e parlare la lingua nativa di Imam al-Bukhari [it].

Turkmenistan

cavalli celesti Akhal-Teke [it], famosi in tutto il mondo, i tappeti fabbricati a mano di qualità eccellente e, inoltre, deserto e cammelli, città decorate con statue dorate – tutto questo si trova in Turkmenistan, una delle nazione con le maggiori riserve di gas naturale nel mondo.

Uzbekistan

Lasciatevi affascinare dalle antiche città di Bukhara e Samarcanda, per rivivere la storia degli antichi imperi sulle tappe della Via della Seta, incontrando le civilizzazioni turche e persiane. Viene spesso chiamata la Perla dell'Asia.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.