chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Il Nepal utilizza il collare satellitare per monitorare un leopardo delle nevi che si chiama Omi Khangri

A baby snow leopard in New York's Central Park Zoo. Image by Linda Asparro. Copyright Demotix (10/11/2013)

Un cucciolo di leopardo delle nevi nello Zoo di Central Park a New York. Immagine di Linda Asparro. Copyright Demotix (10/11/2013)

In alto sull'Himalaya vive uno dei felini più belli ed elusivi del mondo – il leopardo delle nevi [it]. Cacciato per la sua pelliccia e le ossa, ne rimangono solo tra i 3.500 e i 7.000 esemplari in natura in tutta l'Asia centrale e meridionale. E sono considerati come una specie in pericolo di estinzione nelle Lista Rossa delle specie minacciate dell’ Unione Internazionale per la Salvaguardia Naturale.

Il Dipartimento dei parchi nazionali e della salvaguardia della flora e fauna selvatica del governo nepalese, con il supporto del Fondo nazionale per la salvaguardia della natura e il WWF Nepal, ha recentemente applicato un collare radio satellitare [en, come tutti i link seguenti] su un leopardo delle nevi, per monitorare i movimenti dell'animale e conoscerne il comportamento, i modelli di movimento e gli habitat in Nepal. Omi Khangri, un leopardo delle nevi di 5 anni, chiamato come una montagna nella regione di Olangchung Gola, in Kanchenjunga, è il secondo leopardo delle nevi ad essere dotato di un dispositivo radio.

Un raro leopardo delle nevi è stato dotato di un collare con tecnologia satellitare GPS in Nepal.

Gli ambientalisti ritengono che le informazioni fornite dal collare saranno cruciali per la salvaguardia dei 350-500 animali che vivono nell’ Himalaya nepalese.

Un lavoro complicato su un terreno difficile

Persino individuare un leopardo delle nevi è arduo sul terreno ostile, accidentato e arido, considerando la sua pelliccia densa e pallida con macchie grigio scuro che aiutano il felino a camuffarsi sui pendii rocciosi. Gli esperti hanno impiegato circa un anno e mezzo per mettere un collare sul secondo animale.

I funzionari hanno atteso per più di 20 giorni, e hanno dovuto cambiare i loro metodi di cattura per trovare e catturare Omi Khangri e mettergli il collare satellitare.

Questo video mostra la collocazione del collare sul leopardo.

La regione dove è stato messo un collare radio al leopardo delle nevi è pittoresca e stupenda, con la terza montagna più alta del mondo, il Kanchengunga, ma è anche tristemente celebre per la tragedia di un elicottero nel 2006. Un gruppo di 24 persone, inclusi ambientalisti di fama mondiale, hanno perso la vita nella valle del Ghunsa, in Kanchenjunga, in un incidente aereo in elicottero, mentre tornavano dalla consegna della gestione dell’ Area di Salvaguardia di Kanchenjunga alle comunità locali – un momento da ricordare nella storia ambientalista.

La collocazione del collare satellitare su Omi Khangri non è una novità – tigri, rinoceronti e persino i coccodrilli gaviali del Gange sono stati dotati di collare radio in Nepal, per investigare sui loro movimenti.

Secondo il sito Saving Snow Leopards Report, i leopardi delle nevi sono in pericolo a causa dei pastori, che li uccidono per proteggere il loro bestiame:

Education programs run by agencies like the Snow Leopard Trust and the Snow Leopard Conservancy to discourage local herders from killing snow leopards are important. Improving herding techniques and coming up with more effective ways of guarding livestock can prevent killing in the first place.

I programmi educativi diretti dalle agenzie come il Snow Leopard Trust e il Snow Leopard Conservancy, per scoraggiare i pastori locali dall'uccidere i leopardi delle nevi, sono importanti. Migliorando le tecniche di pastorizia e sviluppando tecniche più efficaci per vigilare sul bestiame, si può prevenire l'uccisione come primo ricorso.

Anil Adhikari, funzionario di salvaguardia locale e un coordinatore dei progetti per la salvaguardia dei leopardi delle nevi nell'Everest e nella regione Annapurna del Nepal, descrive in un post del blog dell'iniziativa gli altri incentivi usati per proteggere l'animale, come la compensazione dei pastori quando il bestiame viene ucciso dai leopardi delle nevi:

Most of the group members do not own livestock, but some do. If a snow leopard kills a baby yak the owner receives 700 rupees as compensation. 1,500 rupees is given for the loss of an adult.

La maggior parte dei membri del gruppo non sono proprietari di bestiame, ma alcuni lo sono. Se un leopardo delle nevi uccide un cucciolo di yak, il proprietario riceve 700 rupie come compensazione. 1.500 vengono corrisposte per la perdita di uno yak adulto.

Dallo studio dei movimenti di Omi Khangri, gli ambientalisti sperano di sviluppare migliori metodi per la salvaguardia dei leopardi delle nevi, che vengono cacciati di frodo per le pellicce e le ossa e, inoltre, uccisi per rappresaglia dai pastori.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.