chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Mongolia: uno studio si occupa di documentare la vita dei cuccioli di leopardo delle nevi

I leopardi delle nevi [it] sono rari e molto sfuggenti. Un gruppo di scienziati dello Snow Leopard Trust (fondazione per la protezione di questi animali) ha condotto uno studio a lungo termine sui felini, e [nel 2012] ha seguito due femmine di leopardo delle nevi, Anu e Lasya, e visitato le loro tane nel Gobi meridionale in Mongolia, dopo che queste avevano partorito i loro cuccioli.

Orjan e i suoi colleghi, Sumbee Tomorsukh dalla Mongolia, Mattia Colombo dall'Italia e Dr. Carol Esson dall'Australia (una veterinaria abilitata) raccontano le loro osservazioni nel loro blog [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione]:

On June 21st, 2012, our field team made a remarkable visit to the den sites of Anu and Lasya. These two females are part of our long-term ecological study and wear GPS tracking collars that help us identify their movements. With this data, we can learn critical information about snow leopard range, habitat and prey needs. This allows us to better understand snow leopards and the threats they face, and make the most of our resources to protect these endangered cats.

In May, Anu and Lasya began to restrict their daily movements to smaller and smaller areas, which the team interpreted as a signal that both were preparing to give birth. Traveling through steep and rocky mountain outcroppings, the team followed VHF signals transmitted by the collars and finally located the dens.

Il 12 giugno 2012, il nostro gruppo sul campo ha fatto una visita memorabile in loco alle tane di Anu e Lasya. Queste due femmine sono parte del nostro studio ecologico a lungo termine e sono dotate di collari di localizzazione GPS, che ci aiutano a identificare i loro movimenti. Con questi dati, possiamo apprendere informazioni cruciali sulla specie dei leopardi delle nevi, il loro habitat e le loro esigenze di preda. Questo ci permette di comprendere di più i leopardi delle nevi e le minacce con cui devono confrontarsi, sfruttando al meglio le nostre risorse per salvaguardare questi felini in pericolo di estinzione.

Nel maggio 2012, Anu e Lasya hanno iniziato a limitare i loro movimenti ad aree sempre più circoscritte, che il gruppo ha interpretato come un segnale che entrambe si stavano preparando per il parto. Viaggiando attraverso alture montagnose ripide e rocciose, il gruppo di ricerca ha seguito i segnali VHF trasmessi dai collari, localizzando infine le tane.

Gli scienziati hanno anche caricato un breve video con i due adorabili cuccioli su YouTube:

Promettono di aggiornare le loro osservazioni e rispondere a eventuali domande del pubblico nella sezione dei commenti:

Thank you all so much for leaving comments, and asking about the mother's reaction to the smell of humans is very important. After we went to the sites, we have been tracking the mom's locations via GPS and both have returned to their dens and are actively taking care of their cubs, so no worries there. :)

Grazie mille a tutti voi per aver lasciato commenti. E aver chiesto la reazione della madre all'odore degli uomini è molto importante. Dopo esserci recati in loco, abbiamo localizzato l'ubicazione delle madri via GPS ed entrambe sono tornate alle loro tane e si stanno prendendo attivamente cura dei loro cuccioli, perciò nessuna preoccupazione qua. :)

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.