chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Gli studenti mostrano attraverso l'arte le ingiustizie e le violazioni dei diritti umani perpetrate nelle Filippine

Questo disegno ritrae una persona, con le sembianze di un maiale, che spara a un ragazzo disarmato. L'immagine rappresenta le uccisioni extragiudiziali di migliaia di persone, compresi i giovani, per mano di individui mascherati, che probabilmente fanno parte della polizia o di altre forze dello stato. Fonte: UGATLahi Artist Collective, uso autorizzato.

Un gruppo di studenti della Filipino high school ha reagito contro la situazione preoccupante che riguarda il rispetto dei diritti umani nelle Filippine, creando delle immagini molto forti.

Gli studenti frequentano la scuola superiore di Batasan Hills (BHNHS), a Quezon City, un quartiere povero della città considerato come una delle zone più sanguinose della tristemente nota campagna del Presidente Rodrigo Duterte “Oplan Tokhang(che in tagalog sta per “guerra contro la droga).

La guerra contro la droga di Duterte ha causato circa 20.000 [en, come i link seguenti, salvo dove diversamente indicato] morti, secondo quanto riportato da un'inchiesta governativa del dicembre 2017, sul successo ottenuto dalla campagna. Si era poi modificato il numero dei morti abbassandolo a 4,251 vittime, a partire da aprile 2018.

Gli oppositori della Oplan Tokhang accusano il governo di Duterte di aver permesso alle forze dello stato di arrestare e uccidere impunemente i sospetti.

Batasan Hills ha sostenuto la sanguinosa guerra alla droga di Duterte. Gli ufficiali della base di Batasan hanno ucciso 108 individui durante delle operazioni antidroga, tra luglio 2016 e giugno 2017, che corrispondono al 39% di tutte le uccisioni avvenute in questo periodo a Quezon City.

Gli studenti hanno frequentato un workshop [tl] di arte organizzato dal gruppo attivista Sining Bugkos il 28 agosto, 2018, con lo scopo di promuovere una cultura progressista a favore delle persone; inoltre mira ad aumenta la consapevolezza dei diritti dei giovani, per costruire un futuro di pace. Il workshop fa parte di una carovana artistica a tema Kultura Karapatan Kapayapaan (cioè cultura, diritti, pace).

Al workshop hanno partecipato circa 190 studenti e l'evento è stato composto da lezioni di arte visiva, teatro, musica, poesia ad alta voce, fotografia e danza.

Max Santiago [tl], uno degli organizzatori del workshop e membro dall’ organizzazione di artisti UGATLahi, ha detto [tl]:

Aware ang kabataan sa mga nangyayari sa lipunan. Makikita sa mga larawan ang EJK, Charter change,digmaan at ang agwat sa pagitan ng mahirap at mayaman sa lipunan.

I giovani sanno cosa sta accadendo nella società. Nelle immagini si possono vedere le uccisioni extragiudiziali, la modifica costituzionale, la guerra e il divario tra i ricchi e i poveri.

Queste sono alcune delle immagini realizzate dagli studenti e condivise dall'organizzazione UgatLahi :

Questa immagine rappresenta l'esigenza di porre fine alle uccisioni extragiudiziali legate alla droga. È formata da varie scene raffiguranti alcune operazioni della Oplan Tokhang nelle comunità urbane povere. Fonte: organizzazione UGATLahi, uso autorizzato.

Questa immagine ritrae l'uccisione di alcuni studenti e giovani durante la cosiddetta “guerra contro la drogha” e le proteste pubbliche che genera. Fonte: organizzazione UGATLahi, uso autorizzato.

Questa immagine è intitolata ‘karapatan’ (diritto) e rappresenta lo sfratto delle famiglie povere delle comunità, prese di mira dal governo, per lo sviluppo commerciale. Fonte: organizzazione UGATLahi, uso autorizzato.

Questa immagine rappresenta la lotta che molti studenti devono affrontare per sostenere il proprio sogno di laurearsi, ostacolato dalla povertà. Fonte: organizzazione UGATLahi, uso autorizzato.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.