chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

L'annuncio del nuovo santuario della fauna selvatica è la ciliegina sulla torta per gli ambientalisti giamaicani

L'iguana giamaicana, in pericolo critico di estinzione. Foto del fotografo ambientalista Robin Moore, usata con autorizzazione.

La decisione del governo giamaicano di creare un santuario della fauna selvatica in un'area un tempo minacciata dallo sviluppo di un mega-porto ha riempito di gioia i cuori degli ambientalisti, che hanno condotto per anni la campagna “Save Goat Islands” [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione]. Pur essendoci interrogativi su come il santuario potrà funzionare in pratica, per la maggior parte la proposta è stata vista come un regalo di Natale 2017.

Il santuario di fauna selvatica intende salvaguardare le iguane giamaicane in pericolo critico di estinzione (Cyclura Collei), che erano ritenute estinte, ma sono poi state riscoperte accidentalmente nel 1990 nelle colline Hellshire nell’area protetta della baia di Portland. Questo animale è il soggetto del programma Head Start presso lo Hope Zoo di Kingston, che alleva gli animali in cattività e li rilascia nel loro habitat naturale quando sono abbastanza maturi per affrontare gli eventuali predatori.

Gli attivisti locali, insieme alle organizzazioni ambientaliste oltremare che li sostengono, hanno tirato un sospiro di sollievo nel settembre 2016, quando il Primo Ministro Andrew Holness ha annunciato che aveva deciso di non procedere con i progetti per un porto di trasbordo cinese.

Il Fondo Ambientale Giamaicano ha comunicato per tweet che le iguane giamaicane stanno festeggiando nell'area dove sono state liberate in natura:

“Le Goat Islands saranno dichiarate un Santuario per la Fauna Selvatica, JET celebrata”… Nel frattempo nelle colline Hellshire …#IguanaParty #GoatIslandsSalvate #SalvateGoatIslands

Anche le organizzazioni ambientaliste oltremare hanno celebrato:

Grandiose notizie in Giamaica! Le Goat Islands nella zona protetta della baia di Portland (PBPA) sono state definite un santuario di fauna selvatica per le specie endemiche e in pericolo di estinzione, incluso la iguana endemica giamaicana, in pericolo critico.

Fort Worth, la Fondazione Internazionale dell’ Iguana con base in Texas ha condiviso su Facebook:

ITS OFFICIAL!! the Goat Islands will finally be designated a wildlife sanctuary that will include the Jamaican Iguana as its flagship species. This has been our ‘end game’ for many years but that dream almost vanished in 2013 when the area was on the verge of being handed over to Chinese interests for development. The IIF and our partners launched an opposition campaign that successfully fought this idea for 3 years until the Jamaican government finally bowed to public pressure. We want to thank our many supporters who helped fund this campaign that kept the pressure up to Save The Goat Islands and the Jamaican Iguana. Victories in the conservation world and few and far between these days, and this one is particularly sweet. From all of us at the IIF, we hope you will join us in celebrating this hard fought success.

È UFFICIALE!! Le Goat Islands saranno finalmente designate come santuario di fauna selvatica, che includerà le iguane giamaicane come specie ammiraglia. Questo è stato il nostro ‘gioco finale’ per molti anni, ma questo sogno è quasi svanito nel 2013, quando la zona era sul punto di essere ceduta agli interessi cinesi per lo sviluppo. IIF e i nostri partner hanno lanciato una campagna di opposizione che ha combattuto con successo questa idea per 3 anni, finché il governo giamaicano ha finalmente ceduto alla pressione pubblica. Vogliamo ringraziare i nostri numerosi sostenitori, che hanno contribuito a finanziare questa campagna che ha mantenuto alta la pressione per Salvare le Goat Islands e le iguane giamaicane. Le vittorie nel mondo ambientale sono poche e lontane, al giorno d'oggi, e questa è particolarmente dolce. Tutti noi di IIF, speriamo che vi unirete a noi per celebrare questo successo combattuto duramente.

L'ambientalista di alto profilo Diana McCaulay, ha guidato la campagna delle Goat Islands con il suo team del fondo fiduciario per l'ambiente giamaicano (JET), combattendo instancabilmente contro un porto di trasbordo nelle già protette paludi e isole sulla costa meridionale della Giamaica. Il gruppo ha guadagnato sostenitori in patria e all'estero in quello che è diventato un classico esempio di ambiente contro sviluppo. Le due isole sono parte dell'area protetta della baia di Portland (PBPA), che include due terzi delle mangrovie in Giamaica e una vasta zona di foresta calcarea secca, entrambi habitat vulnerabili dove vivono numerose specie endemiche e in pericolo di estinzione. PBPA è gestito da un'altra ONG, la fondazione per la gestione della zona caraibica costiera (C-CAM).

L'ambientalista giamaicana Diana McCaulay (con il berretto blu da baseball) parla con gli ambientalisti e i sostenitori sulla spiaggia dei pescatori nella baia del vecchio porto (Old Harbour Bay), vicino alle Goat Islands, all'apice della campagna nel settembre 2013, per salvare l'area. Foto di Emma Lewis, usata con autorizzazione.

L'annuncio sarà stato particolarmente gratificante per McCaulay, che è andata in pensione alla fine del 2017 da CEO di JET, che ha fondato 25 anni fa. Molti giamaicani hanno elogiato la sua determinazione e i suoi successi come attivista ambientale:

Vincitrice @dmccaulay. Faccio un inchino perché hai lottato duramente per questi. Rispetto meritato a GOJ per ascoltare e fare la cosa giusta. Proteggiamo il nostroambiente Giamaica.

Mary Veira, che focalizza le preoccupazioni ambientali nella località turistica di Negril, ha commentato:

I owe much of the awareness of my environment and the importance of protecting to her, to this lady – Diana McCaulay.
Great Jamaican woman.

Sono molto in debito per la consapevolezza del mio ambiente e l'importanza di salvaguardare a lei, a questa signora – Diana McCaulay.
Una stupenda donna giamaicana.

McCaulay ha recentemente tenuto una lezione di alto profilo su “Lo stato della roccia” (The State of The Rock) presso il Network Caraibico Internazionale (CIN) e una serie di lezioni presso il Centro Schomburg a New York. Come la prima donna che parla nella serie, ha fatto un appassionato appello per l'ambiente dei Caraibi e ha sottolineato le minaccia esistenziale del cambiamento climatico per la regione.

Contemporaneamente, il funzionario per le pubbliche relazioni del primo ministro ha elencato orgogliosamente l'operato ambientale della sua amministrazione, finora:

Agenda Ambientale del Gov JLP

1. No porto alle Goat Island ✅
2. Le Goat Island saranno dichiarate santuario e habitat per le iguane endemiche ✅
3. No centrale elettrica alimentata a carbone ad Alpart ✅
4. Maggiore parco fotovoltaico nei Caraibi ✅
5. Cabina di pilotaggio, dichiarata zona nazionale protetta ✅
6. Plastica (in sospeso)

Risultati a parte, alcune domande sono state poste sulla designazione di un “santuario della fauna selvatica” e se le iguane potranno nuotare dalle isole alla battigia. L'ambientalista Wendy Lee ha chiesto:

I am happy for any positive news on the environment, but aren't the Goat Islands already supposed to be protected as part of the Portland Bight Protected Area and proposed Biosphere Reserve?

Sono felice per qualsiasi notizia positiva sull'ambiente, tuttavia le Goat Islands non sono già considerate protette, come parte dell'Area Protetta della Baia di Portland (PBRA) e proposte come riserva della biosfera?

Il capo di C-CAM, Ingrid Parchment, gli ha risposto:

I am not sure under what act the Wildlife sanctuary was declared however this is what we want. Portland Bight Protected Area was submitted for Biosphere status and was withdrawn by the government. We are hoping to resubmit in 2018. Positive environmental news. A victory for Jamaica. Now lets implement plans to establish. On to the next threatened area💃💃💃.

Non sono sicura sotto quale atto il santuario di fauna selvatica sia stato dichiarato, comunque questo è quello che vogliamo. La Zona Protetta della Baia di Portland (PBPA) è stata presentata per lo stato di Biosfera ed è stata revocata dal governo. Speriamo di candidarci di nuovo nel 2018. Notizie positive per l'ambiente. Una vittoria per la Giamaica. Adesso dobbiamo applicato i piani per farci valere. Avanti con la prossima zona minacciata💃💃💃.

Quali sono quindi i prossimi passi per il proposto santuario di fauna selvatica? Diana McCaulay osserva:

Una valutazione di quello che c'è nelle Goat Islands dovrà essere fatta, in particolare le eventuali specie invasive. Inoltre una valutazione dell'habitat, E poi sarà presa una decisione su cosa potrà viverci là. Le iguane e altri simili rettili.

Ci sarà dunque un porto di trasbordo, altrove sull'isola? L'anno scorso, il primo ministro ha suggerito che ci potrebbe essere un'altra ubicazione, tuttavia finora non ci sono state conferme al riguardo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.