chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Perù: Chaccu, tradizione millenaria andina per ottenere la fibra più fine al mondo

 

Imagen en Flickr del usuario Marcelo Dondo (CC BY-ND 2.0).

Immagine in Flickr dell'utente Marcelo Dondo (CC BY-ND 2.0).

L'ultima settimana di giugno, tutti gli anni, nella Riserva Nazionale Pampa Galeras-Bárbara d'Achille [it] nella provincia peruviana di Ayacucho, si celebra il chaccu [es, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], che consiste nel tosare le vigogne per ottenere e sfruttare la loro lana.

Il chaccu consiste nella caccia tradizionale della vigogna, che risale ai tempi preispanici e si svolge una volta all'anno in autunno, fra aprile e giugno. Al grido di “Chacutay jayaycusa!” (Iniziamo il chaccu!), seguito dalla risposta “Chaccu!”, comincia questa attività annuale che il sito web turismoi.pe descrive [es, come i link seguenti]:

Chaccu es una palabra quechua que es utilizada para una práctica específica, la cual consiste en la persecución, captura y esquila de las vicuñas. Para este proceso se rodea al grupo de animales dentro de una amplia extensión que poco a poco se va cerrando hasta poder obtener a cada uno de estos para

Chaccu è una parola quechua che viene utilizzata per una pratica specifica, che consiste nell'inseguimento, la cattura e tosatura delle vigogne. Per questa procedura si circonda il gruppo di animali in un'ampia superficie che pian piano si restringe per poter riuscire a tosare ogni vigogna.

La vigogna è una delle quattro specie di camelidi andini:

Existen cuatro especies de camélidos sudamericanos, de las cuales dos (llama y alpaca) son domésticas y dos (vicuña y guanaco) silvestres. La vicuña es el animal que tiene la fibra natural más fina del mundo –un kilogramo de fibra de vicuña tiene un precio superior a los cuatrocientos dólares. Vive en grupos encabezados por un macho adulto y se reproduce una vez al año. La captura de la vicuña demanda gran esfuerzo físico, no solo por su velocidad, sino principalmente porque vive en las partes altas de los Andes, en la puna o páramo, una zona de alta montaña caracterizada por su clima hostil.

Esistono quattro specie di camelidi sudamericani, di cui due (lama e alpaca) sono addomesticati e due (vigogna e guanaco) sono selvatici. La vigogna è l'animale con la fibra naturale più fine del mondo: un chilogrammo di fibra di vigogna ha un prezzo superiore a 400 dollari. Vive in gruppi capeggiati da un maschio adulto e si riproduce una volta all'anno. La cattura della vigogna richiede un notevole sforzo fisico, non solo per la sua velocità, ma principalmente perché vive nelle parti alte delle Ande, nella landa o sull'altopiano, una zona di alta montagna caratterizzata da un clima ostile.

L'obiettivo è ottenere la fibra della vigogna, senza ferire l'animale né danneggiare la sua fibra. Una volta prodotta la tosatura, il risultato ottenuto passa per un altro processo:

Un grupo de personas, principalmente mujeres, se encargan de recibir el vellón y lo doblan con especial técnica como si fuera una camisa que se empaca para un viaje. Doblan las mangas y el cuerpo del vellón hasta obtener un paquete de 15 por 15 cm que se introduce en una bolsa de polietileno, etiquetando el origen de la fibra y si es de macho o hembra. Luego de terminar la esquila, se cuenta el número de animales esquilados y se libera a todas las vicuñas hasta el próximo año.

Un gruppo di persone, principalmente donne, si incaricano di ricevere il vello e lo ripiegano con speciali tecniche, come se fosse una camicetta da mettere in valigia per un viaggio. Ripiegano le maniche e il corpo del vello, fino a ottenere un pacchetto di 15 per 15 cm che si introduce in una borsa di polietilene, etichettando l'origine della fibra e se è di un maschio o di una femmina. Dopo aver terminato la tosatura, si conta il numero di animali tosati e si liberano tutte le vigogne fino all'anno successivo.

Nel 2012, il Ministero dell'Agricoltura del Perù ha iniziato un progetto di valutazione per determinare la quantità di vigogne che vivono nella nazione. In base ai risultati, la popolazione di questi camelidi sudamericani a livello nazionale era di 208.895, che significa un aumento del 76% rispetto all'anno 2000. Nella provincia di Ayacucho vivono la maggior parte delle vigogne, con 62.133 esemplari, che rappresentano il 29% del totale. Il blog Alpacas y alpaqueros ha pubblicato i risultati del Censimento Nazionale delle Vigogne dell'anno 2012:

Los resultados arrojan que la población total de vicuñas en el Perú es de 208.889 animales de los cuales el 70% está en condición silvestre y el 30% en condición de semicautiverio.

I risultati riportano che la popolazione totale di vigogne in Perù è di 208.889 animali, di cui il 70% vive in condizioni silvestri selvatiche e il 30% in condizioni di semi-cattività.

Gli utenti di Twitter hanno condiviso foto del chaccu:

Chaccu, tradizione millenaria di tosatura delle vigogne … E pensare che beneficiamo di esse per il lavoro del Dr. A. Brack.

Antonio Brack, morto recentemente, era un ingegnere agronomo, ecologista e ricercatore; è stato il primo Ministro dell'Ambiente del Perù.

Tutto pronto per il #ChaccuNazionale2015 a #PampaGaleras.

PERÙ: Il chaccu: una tradizione ancestrale nello scenario della Pampa Galera.

Su Facebook, Aventura sin límites [avventura senza limiti] ha pubblicato alcune foto del chaccu.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.