chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Quale futuro avrà il ‘gabbiano di Wikipedia’ apparso sulle nuove banconote del Kazakistan?

Fotografia di Marcel Burkhard (User:Cele4). CC 2.0.

Quando i rappresentanti dell'autoritaria Banca Centrale del Kazakistan stanno discutendo sulle richieste di violazione del copyright con spiegazioni ornitologiche, è sicuramente un segno che qualcosa sia andato storto.

Marcel Burkhard, un fotografo svizzero, sostiene [ru, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] che il gabbiano che appare sull'ultima versione della banconota da 500 tenge (1,17 euro) del Kazakistan sia la copia carbone di una foto che ha fotografato più di dieci anni fa. Quella fotografia appare [it] nell'articolo di Wikipedia in lingua russa nella voce “gabbiani”, ed è etichettata come “un normale gabbiano”.

Le autorità del paese dell'Asia centrale senza sbocco sul mare, dove il russo è ampiamente parlato, non hanno riconosciuto la violazione del copyright nonostante la protesta dei social media. Ma in modo esplicito hanno suggerito tardivamente che “con il tempo” il design della banconota sarà cambiato.

Il prototipo del gabbiano fotografato da Burkhard e l'immagine che appare sulla banconota da 500 tenge. Immagine pubblicata su Zakon.kz e altri media kazaki.

Il 4 dicembre 2017, secondo i media kazaki, Burkhard ha scritto su Facebook:

В пятницу я получил сообщение от казахстанского пользователя, что на новой казахстанской банкноте есть чайка, которая похожа на мою фотографию. Я посмотрел на банкноту и действительно, она выглядит так, как будто это была одна и та же чайка. Для сравнения, я вырезал чайку с моей фотографии и приложил её над банкнотой. Каждая деталь совпадает, поэтому я на 100% уверен, что это одна и та же картинка

Venerdì ho ricevuto un messaggio da un utente del social media kazako, [che ha detto] che sulla nuova banconota del Kazakistan c'è un gabbiano simile alla mia fotografia. Ho esaminato la banconota e sembra davvero lo stesso gabbiano. Per paragonarli, ho tagliato il gabbiano dalla mia fotografia e inserito sulla [copia di una] banconota. Ogni dettaglio combacia e per questo motivo sono sicuro che l'immagine sia la stessa.

Burkhard ha chiesto alla banca centrale kazaka di ammettere di aver rubato l'immagine del gabbiano dalla testa nera, o Larus Ridibundus, e di fornirgli una forma di compenso.

Global Voices ha trovato almeno un'immagine online del gabbiano in una posa simile, anche se in direzione opposta a quello fotografato da Burkhard.

Tuttavia, nessun uccello di quelli che appare come risposta principale alla ricerca immagini Google per il Larus Ridibundus assomiglia al gabbiano sulla banconota da 500 tenge come quello di Burkhard.

Una posa ‘caratteristica’

Nelle settimane successive da quando è stata presentata la banconota da 500 tenge per la prima volta al pubblico, i funzionari della banca centrale hanno fornito diverse risposte alle accuse di violazione del copyright.

A novembre, il portavoce Alexandr Terentyev ha definito il clamore riguardo il gabbiano “assurdo”, e ha accusato gli utenti di Facebook di creare qualcosa dal nulla.

Ha anche promesso ai giornalisti l'opportunità di “smontare questo gabbiano, le sue origini, l'ampiezza delle ali, l'angolo della sua testa” in un futuro incontro con gli esperti e il team di progettisti della banca centrale.

Un'altro funzionario della banca ha affermato che “la posizione e la posa degli uccelli raffigurati sulla banconota sono caratteristiche di tutti i rappresentanti di questa specie di uccelli”.

Entro il 5 dicembre 2017, con accuse di plagio che stanno ancora girando sui social media, la banca ha detto che il design della banconota cambierà “con il tempo” e che i simboli per la banconota saranno disegnati solamente a mano per evitare possibili falsificazioni.

Non c'è stata conferma immediata che il gabbiano sarebbe stato rimosso dalla nota, comunque.

Sebbene fosse in gran parte l'uccello fastidioso a catturare l'attenzione degli utenti dei social media kazaki, molti erano ancora più confusi nello scoprire che un centro commerciale chiamato Moskva (Mosca) nella capitale del Kazakistan, Astana, avesse trovato la sua stessa banconota da 500 tenge.

Murat Abenov, ex vice ministro dell'istruzione ha affermato molto arrabbiato:

Da quando MOSCA è un nostro simbolo nazionale? Come è finita questa immagine su una banconota da 500 tenge? La valuta nazionale è un rappresentante del nostro stato… In che modo [la Banca Centrale del Kazakistan] ha permesso a questo centro commerciale privato appartenente ai cittadini della Federazione Russa di finire sulla nostra valuta?

Il furore sulla nuova banconota in qualche modo richiama la massiccia opposizione a una legge impopolare sulla riforma agraria [en] nel 2016, e le divergenze sul nuovo alfabeto latino introdotto per sostituire la sua controparte cirillica [en] all'inizio del 2017.

Sebbene questi tre scandali separati differiscano in termini di cause e conseguenze, tutti hanno evidenziato l'incapacità patologica delle autorità a condurre delle consultazioni pubbliche prima di procedere con azioni controverse.

Con una leadership anziana e un sistema autocratico che offre pochi meccanismi per raccogliere i feedback dei cittadini, ci si dovranno aspettare molti altri episodi simili.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.