chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Sempre più giornalisti afghani vengono uccisi con l'aumentare degli attacchi dei militanti contro gli sciiti

Panorama di Kabul, di Masoud Akbari (CC 3.0).

Un recente doppio attacco suicida che ha causato quasi due dozzine di morti, avvenuto vicino ad un club sportivo di Kabul nella periferia di Dasht-e-Barchi, ha messo in evidenza il dramma che stanno vivendo i due gruppi più minacciati dell'Afganistan: i giornalisti e i musulmani sciiti.

Dasht-e-Barchi è la zona di Kabul dove predomina la popolazione sciita. La prima esplosione del 5 settembre aveva colpito un gruppo di persone riunite nei dintorni di un club di wrestling. I testimoni affermano che l'attentatore ha ucciso la guardia di sicurezza del club prima di far esplodere la bomba. Il secondo combattente ha guidato un'automobile piena di esplosivo verso una zona dove si riunivano poliziotti e giornalisti.

Tra i morti nella seconda esplosione c'era un giornalisata e un cameraman di TOLOnews, l'emittente privata più importante del Paese [en, come i link seguenti]:

Era andato in diretta fino a pochi momenti prima in televisione, senza sapere cosa sarebbe accaduto subito dopo. Riposa in pace, mio caro amico 😭 condoglianze a TOLOnews.

Samim e Ramiz rappresentavano la parte migliore degli afgani e dell'Afganistan. Erano giovani, intrepidi e premurosi. Hanno contrastato e sfidato i limiti per trasmettere milioni di notizie ogni giorno, e hanno perso la vita facendolo. Non sapremo come TOLOnews potrà andare avanti senza di loro. 
————-
Alle famiglie di Saad Mohseni, Lotfullah Najafizada & TOLOnews. Condividiamo il vostro dolore e accogliamo la vostra resilienza e forza. Sono una parte integrante della Fenice Afgana. Hanno portato tanti sorrisi e allegria. Questi eroi rimarranno i due pilastri della nostra storia.

Dall'inizio dell'anno sono morti circa undici giornalisti in attacchi suicidi. Il 30 aprile, nove giornalisti sono morti durante un attacco nel centro di Kabul.

Il distretto di Dasht-e-Barchi non si è ancora ripreso dal terribile attacco avvenuto ad agosto, quando un attentatore uccise circa 50 studenti che stavano seguendo delle lezioni di preparazione per accedere all’ università.

Entrambi gli attacchi furono attribuiti all'ISIS, che considera i musulmani sciiti degli eretici.

Il governo afgano ha definito l'attacco un crimine contro l'umanità.

È importante sottolineare chei talebani hanno condannato gli attacchi e gli attacchi contro i civili in generale, subito dopo le esplosioni.

Anche se il gruppo dei militanti ha attaccato gli sciiti della minoranza hazara sembra che sia diminuita il suo settarismo, mentre esso lotta per conservare la sua autorità sugli attentatori, che sono propensi a disertare per unirsi ad altri gruppi militanti.

Nel 2015, Reuters aveva detto che gli hazara anziani erano entrati attivamente in contatto con i talebani per chiedere protezione contro l'ISIS, che sempre più sostenuto per l'arrivo di combattenti stranieri provenienti dal conflitto siriano.

Si tratta di un fatto insolito, come ha affermato l'agenzia di stampa, perché durante il dominio dei talebani, gli hazara sono stati colpiti da uccisioni di massa ad opera dei talebani.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.