chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Il poliziotto e la showgirl, ovvero in che modo il nuovo strumento di repressione cinese colpisce i ricchi e i potenti

L'attrice Fan Bingbing e il capo dell'Interpol Meng Hongwei, sono due dei noti e potenti cittadini cinesi detenuti sotto il liuzhi, la nuova legge di detenzione che “consolida i poteri che combattono la corruzione dei vari dipartimenti governativi”. Foto di Fan Bingbing di Georges Biard via Wikimedia Commons (CC BY-SA 3.0). Foto di Meng Hongwei di Diarmud Greene / Web Summit (CC BY 2.0).

Di Karen Kao

“Il poliziotto e la showgirl” sembra il titolo di un giallo hard-boiled [it] o di una commedia demenziale piena di costumi piumati. Questa storia, invece, parla di Meng Hongwei, il super poliziotto, e di Fan Bingbing, la giovane stella del cinema — le vittime più famose a incontrare la più recente forma di repressione della Cina: il Liuzhi.

Liuzhi

Human Rights Watch definisce [en, come i link successivi] il liuzhi (留置) come un “mantenimento in custodia”. È una nuova forma di custodia cautelare per i sospettati di corruzione. La Commissione Nazionale di Vigilanza cinese può trattenere i sospettati fino a 6 mesi. La commissione è obbligata a filmare gli interrogatori, ma il detenuto non ha il diritto di vedere né il nastro né tanto meno un avvocato. Gli investigatori devono informare la famiglia entro 24 ore, a meno che ciò non ostacoli l'indagine. Non esiste un sistema di supervisione indipendente.
Liuzhi è il nuovo strumento del presidente cinese Xi Jinping per contrastare la corruzione. Consolida i poteri dei vari dipartimenti governativi che la combattono. Secondo Xinhua, il portavoce dello Stato, Liuzhi:

add to people’s confidence and trust in the party, and consolidate the foundation of the party’s rule.

Aumenterà la fiducia delle persone nel Partito e consoliderà le basi della sua legislazione.

La showgirl

Fan Bingbing è l'attrice più famosa della Cina. È la protagonista di numerose produzioni cinesi e una delle poche ad arrivare a Hollywood. Gli spettatori occidentali la conoscono come il personaggio di Blink in X-Men – Giorni di un futuro passato, o come il volto di aziende come Guerlain, Montblanc e dei diamanti De Beers. Fan conta 62 milioni di follower su Weibo, il Twitter cinese.

Nel maggio 2018, un ex presentatore televisivo, aveva accusato Fan di evasione fiscale. Fan aveva negato le accuse ed era prontamente scomparsa. I suoi fan erano andati in delirio. I funzionari cinesi si erano rifiutati di confermare o negare se Fan fosse in custodia. Il New York Times ha ottenuto questa dichiarazione dall’Ufficio di Pubblica Sicurezza a Wuxi:

The situation is that we all speak with one voice from top to bottom: that is that we don’t accept interviews and we have no comment.

La situazione è che tutti noi parliamo con una sola voce dall'alto in basso: vale a dire che non accettiamo interviste e non abbiamo commenti da fare.

All'inizio di ottobre, Fan è ricomparsa. Ha confessato di non aver segnalato le proprie entrate economiche. Ha definito le proprie azioni come un tradimento alla Cina.

Fan Bingbing è stata una vittima del liuzhi? Non sembra essere né un membro del partito né un'autorità governativa, ma l'industria cinematografica cinese è controllata dallo Stato. La China Film Group Corporation è un'azienda statale. La sua società sussidiaria, China Film Co., ha una quota del 58% nel mercato cinese della distribuzione di film. Svolge inoltre:

plays a leading role in controlling sale and distribution to movie theaters across the country. It sets the quota for foreign movies allowed to screen domestically, and works closely with the government’s censorship agencies.

un ruolo di primo piano nel controllo della vendita e della distribuzione nei cinema di tutto il paese. Imposta la quota per i film stranieri ammessi sullo schermo nazionale e lavora a stretto contatto con le agenzie di censura del governo.

Forse per il liuzhi è un nesso sufficiente, oppure il vero crimine di Fan era il suo cospicuo consumo. La fama, invece di proteggere Fan, potrebbe averne causato la caduta.

Il poliziotto

Mentre un'attrice di fama mondiale può essere in pericolo in Cina, sicuramente un super poliziotto sa proteggersi. Poco dopo la confessione di Fan Bingbing, Meng Hongwei è scomparso. Allora era il presidente dell'Interpol e il primo cittadino cinese ad ottenere quel posto.

L'ultima volta che Meng era stato visto asciare gli uffici dell'Interpol si trovava a Lione, in Francia, diretto in Cina. Sua moglie ne ha denunciato la scomparsa dopo aver ricevuto il macabro messaggio “aspetta la mia chiamata” con l'emoticon di un coltello.

Due giorni dopo, le autorità cinesi hanno confermato la detenzione di Meng sotto il sistema liuzhi. Meng si è dimesso dal suo incarico all’Interpol e ora sappiamo che è accusato di aver preso delle tangenti.

Le accuse di corruzione sono vere o, come sostengono alcuni critici, Xi Jinping sta eliminando i suoi rivali? Solo un anno fa i due uomini erano alleati. Ora non c'è dubbio che Meng sarà condannato. Forse gli verrà concesso un processo-farsa come a Bo Xilai. Poco importa, dato che la Cina è orgogliosa del suo tasso di condanna del 99,9%. La comparizione in tribunale non è nient’altro che un gesto simbolico.

Qualcosa di vecchio

Se tutto ciò ti sembra familiare, è perché lo è.

Innanzitutto, processi-farsa e confessioni pubbliche forzate non sono una novità in Cina. Si potrebbe anche dire che siano una tradizione radicata fin dai tempi di Mao Zedong. Il britannico Peter Humphrey era stato incarcerato con l'accusa di aver acquisito illegalmente informazioni personali di cittadini cinesi. Una confessione era il quid pro quo per le cure mediche o il rilascio. Quali incentivi avrebbe bisogno di confessare una sospettata di corruzione come Fan Bingbing?

In secondo luogo, in Cina non esiste un sistema di pesi e contrappesi: tutto il potere è politico. Adesso persino la costituzione afferma che l'agenzia liuzhi è più importante della magistratura e del pubblico ministero. Secondo il professor Stanley Lubben, esperto di riforma della giustizia cinese, questo atto di formalismo ha semplicemente confermato l'ovvio.

The Party, while formally parallel to the courts, has always been superior in power to all of China’s legal institutions.

Il Partito, sebbene formalmente parallelo ai tribunali, ha sempre avuto un potere maggiore rispetto a tutte le istituzioni giudiziarie cinesi.

Infine, le sparizioni forzate sono diventate un fatto quotidiano nella Cina di Xi: Ai Weiwei, i librai di Hong Kong, l'intero popolo degli Uiguri, gli attivisti in cerca di un risarcimento per un programma sponsorizzato dallo Stato che usa vaccini contaminati. Quando Meng Hongwei era stato eletto presidente dell'Interpol, le organizzazioni per i diritti umani erano preoccupate che la Cina avrebbe usato l'Interpol per perseguire i suoi nemici oltre i confini del paese.

Qualcosa di nuovo

In realtà, il problema è peggio che mai. Il professor Lubben definisce il liuzhi un riflesso della:

the Party’s paranoid fear of serious weakening by corruption and its deep commitment to control over Chinese society.

paura paranoica del Partito di un serio indebolimento, a causa della corruzione e del suo profondo impegno nel controllare la società cinese.

Appena due mesi dopo che il liuzhi era diventato legge, l'8 maggio 2018, è avvenuta la prima morte ad esso correlata. Secondo la piattaforma RSDLmonitor:

Chen Yong (陈勇), 45, from Nanping city in Fujian province had been detained for 26 days under liuzhi on a bribery case when the family received notification that he was dead. They said his torso was covered in bruises.

Chen Yong (陈勇), 45 anni, della città di Nanping, nella provincia del Fujian, era stato detenuto per 26 giorni sotto il regime del liuzhi in un caso di corruzione, quando la famiglia ha ricevuto la notifica della sua morte. Hanno detto che il suo torso era coperto di lividi.

Chen non era un sospettato di corruzione, ma un tempo era l'autista di qualcuno che lo è. Il raggio delle potenziali vittime del liuzhi è vasto.

Amnesty International ha stimato, inizialmente, che il liuzhi avrebbe toccato

Communist Party members or public sector personnel–virtually anyone working directly or indirectly for the government. Judges, academics and personnel of state-owned enterprises….

Membri del Partito Comunista o personale del settore pubblico, praticamente chiunque lavori direttamente o indirettamente per il governo; giudici, accademici e personale delle imprese statali, …

Il Partito Comunista conta 90 milioni di membri. Il giornale South China Morning Post aggiunge a quel gruppo:

managers of state-owned enterprises, hospitals, educational and cultural institutions, sports organisations and even village governments and research institutes.

Dirigenti di imprese statali, ospedali, istituzioni scolastiche e culturali, organizzazioni sportive e persino i governi dei villaggi e gli istituti di ricerca.

Come mostra il racconto ammonitore del super poliziotto e della showgirl, i ricchi e i potenti non possono più tirarsi fuori dai guai con la prepotenza o con il denaro. Al giorno d’oggi in Cina nessuno è al sicuro.

Karen Kao è una poetessa, scrittrice e saggista che vive ad Amsterdam. La versione originale di questo articolo è stata pubblicata su Inkstone Press.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.