chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Nell'affascinante borgo argentino La Cumbrecita, le automobili non possono entrare

Località La Cumbrecita. Immagine da Flickr dell'utente José e Marina (CC BY-NC 2.0)

Provate a immaginare… come sarebbe vivere in un villaggio pedonale, dove non ci sono praticamente automobili? Questo luogo esiste: si chiama La Cumbrecita [es, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] ed è situato a solo 120 chilometri dalla città argentina di Córdoba [it], nella catena montuosa Sierras Grandes della provincia di Córdoba. Vi abitano non più di mille persone. La cittadina è un gioiello ecoturistico, che ricorda i villaggi germanici del XV secolo e ha la particolarità di essere completamente pedonale.

Tale è stata la sua fondazione, meno di cento anni fa, come riporta il sito web turistico del Governo della Provincia di Córdoba:

En el año 1932, viaja a Argentina desde Alemania el Dr. Helmut Cabjolsky acompañado por su familia. En la búsqueda de un lugar para vacacionar, compra en 1934 en las sierras de Córdoba un campo de aproximadamente 500 ha, el cual contenía como punto de referencia geográfico al denominado Cerro Cumbrecita.

La primera edificación [era para servir] de casa de veraneo para la familia Cabjolsky, pero muy pronto se transformó en albergue para alojar a los amigos de la familia. Años más tarde, dado el creciente interés turístico que despertaba el territorio, la casa comenzó a funcionar como una pequeña hostería.

Nell'anno 1932 arriva in Argentina dalla Germania il Dr. Helmut Cabjolsky, accompagnato dalla sua famiglia. In cerca di un luogo per trascorrere le vacanze, acquista nel 1934 nelle montagne di Córdoba un campo di circa 500 ettari che contiene come punto di riferimento geografico il cosiddetto colle Cumbrecita.

La prima edificazione serviva da casa estiva per la famiglia Cabjolsky, tuttavia si è trasformata rapidamente in alloggio per ospitare gli amici di famiglia. Dopo alcuni anni, in seguito al crescente interesse turistico suscitato dal territorio, la casa ha iniziato a funzionare come una piccola locanda.

Ingresso di La Cumbrecita. Immagine da Flickr dell'utente Juan Pedro Diez (CC BY 2.0).

All'inizio, la località non immaginava di evolversi nel centro turistico che è ormai diventato:

La divulgación del encanto del lugar […] no fue intencional sino más bien circunstancial y de boca en boca, ya que nunca se había pensado en la posibilidad de que La Cumbrecita, Córdoba, podría transformarse en polo de atracción turística.

En la actualidad, el turismo en La Cumbrecita, Córdoba, es uno de los mayores atractivos de la región, Tú entras al centro de cualquier ciudad y está colapsada, tanto por la cantidad de autos como por la contaminación visual, ambiental y sonora.llenando sus calles de visitantes nacionales e internacionales durante cada temporada estival.

La divulgazione dell'incanto di questa località […] non è stata intenzionale, ma piuttosto circostanziale e un passaparola, infatti non si sarebbe mai immaginata la possibilità che La Cumbrecita, a Córdoba, potesse trasformarsi in un polo di attrazione turistica.

Attualmente il turismo di La Cumbrecita, a Córdoba, è una delle maggiori attrazioni della regione e riempie le sue strade di visitatori nazionali e internazionali, tutte le estati.

Una delle regole di questa località è che dalle 10 del mattino alle 6 del pomeriggio si chiudono le strade al transito delle automobili. I veicoli devono essere parcheggiati all'ingresso del villaggio e i turisti entrano camminando.

Ingrid Cabjolsky, nipote del fondatore del villaggio, commenta secondo una notizia pubblicata da BBC Mundo che non comprende “come nei centri storici delle capitali in Europa si permettano le auto”:

Tú entras al centro de cualquier ciudad y está colapsada, tanto por la cantidad de autos como por la contaminación visual, ambiental y sonora.

Entrate nel centro di qualunque città ed è al collasso, sia per la quantità di auto che per la contaminazione visuale, ambientale e sonora.

Sembra idillico, tuttavia questa località ha le sue regole e le proprie sfide:

Venir a vivir a La Cumbrecita no es fácil, porque al ser parte de una reserva natural los códigos de zonificación y edificación son muy estrictos: en busca de mantener la calma y el paisaje natural, por ejemplo, los lotes deben ser de mínimo 2.000 metros cuadrados.

Venire a vivere a La Cumbrecita non è facile, poiché essendo parte di una riserva naturale le norme di urbanistica ed edificazione sono molto severe: per la finalità di mantenere la tranquillità e il paesaggio naturale, ad esempio, i lotti devono essere di almeno 2.000 metri quadrati.

D'altra parte, lo stesso sito web di La Cumbrecita ci permette di prevedere varie situazioni, per visitare la località senza stress:

En La Cumbrecita NO EXISTE Banco, NO HAY Cajero Automático, y NO DISPONEMOS de una estación de servicio para proveer combustible, por lo que recomendamos PREVER dichas necesidades.

La Cumbrecita es un pueblo peatonal, todos los circuitos internos están previstos para ser realizados a pie; es importante prever de CALZADO APROPIADO para recorrerlos. […] es necesario disponer de ABRIGO, LENTES DE SOL Y PROTECTOR SOLAR.

In La Cumbrecita NON ESISTE la banca, NON c'è il Bancomat e NON DISPONIAMO di una stazione di servizio per rifornirsi di carburante, quindi consigliamo di PREVEDERE queste necessità.

La Cumbrecita è un villaggio pedonale, tutti i circuiti interni sono previsti per essere percorsi a piedi; è importante prevedere delle CALZATURE APPROPRIATE per percorrerli. […] è necessario disporre di GIACCA, OCCHIALI DA SOLE E PROTEZIONE SOLARE.

Su Twitter gli utenti pubblicano le foto della località e le loro impressioni. Matías Di Santi mostra come è stato accolto a La Cumbrecita:

Dopo il viaggio in ✈, così ci accoglie La Cumbrecita 🍺, nel territorio di Cordoba 🌄.

Majo ha condiviso un momento familiare della sua infanzia nel villaggio:

Momento retrò: io,10 anni, a La Cumbrecita 💜

Sou racconta un fatto un po’ contradditorio alla pace che promette questo luogo, quando lo ha visitato durante un recente ponte festivo:

Il primo maggio sono stata a La Cumbrecita (Córdoba) e mi hanno detto che avevano bisogno di una pausa per la quantità di turisti presenti. 🌱🌱🌱

Aldana Martínez racconta il suo più grande desiderio:

Farei qualsiasi cosa per trasferirmi alla Cumbrecita 😔😭.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.