chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Un cartone animato brasiliano sulle drag queen viene preso di mira e criticato per motivi morali

L'animazione Super Drags racconta la storia di tre giovani che di notte si trasformano in drag queen. | Immagine: Netflix / Pubblica.

Alla fine di maggio 2018, Netflix ha annunciato l'intenzione di lanciare Super Drags, la prima serie animata prodotta in Brasile. La storia [pt, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] racconta di tre giovani che durante il giorno lavorano in un centro commerciale e di notte si trasformano in supereroi drag queen [it].

I fan hanno espresso entusiasmo, ma vari gruppi conservatori hanno preso di mira la serie con notizie false riguardo al suo contenuto. Secondo un rapporto di O Estado de São Paulo, un utente di un social media ha accusato l'animazione di “provocare l'omosessualità (sic) nei bambini” e “di trovare scuse per il lesbismo (sic) e altre pratiche sessuali”.

Netflix produce altre serie animate per adulti come BoJack Horseman [it] e Rick and Morty [it], ma Super Drags è stata la prima a suscitare polemiche.

La Società Brasiliana di Pediatria (Sociedade Brasileira de Pediatria - SBP) ha pubblicato una dichiarazione ufficiale che condanna il cartone animato, dicendo che “guarda con preoccupazione” il fatto che Super Drags sarà disponibile per i bambini su Netflix:

A SBP respeita a diversidade e defende a liberdade de expressão e artística no País, no entanto, alerta para os riscos de se utilizar uma linguagem iminentemente infantil para discutir tópicos próprios do mundo adulto, o que exige maior capacidade cognitiva e de elaboração por parte dos espectadores.

La SBP rispetta la diversità e difende la libertà di espressione e l'arte nel paese, tuttavia, mette in guardia dai rischi dell'uso di un linguaggio chiaramente infantile per discutere argomenti che appartengono al mondo degli adulti, che richiedono una maggiore capacità cognitiva e di elaborazione da parte degli spettatori.

Anche la Procura Federale (MPF) ha chiesto a Netflix di non includere la serie nella categoria dei bambini, citando il suo dovere di “protezione dei diritti individuali inalienabili, ampi o collettivi” di bambini e adolescenti.

Tuttavia, Netflix non ha mai detto che l'animazione sarebbe stata resa disponibile ai bambini sulla sua piattaforma. O Estado do São Paulo ha pubblicato un pezzo per chiarire le varie voci in circolazione, a cui Netflix ha ribadito:

Super Drags é uma série de animação para uma audiência adulta e não estará disponível na plataforma infantil. A seção dedicada às crianças combinada com o recurso de controlar o acesso aos nossos títulos faz com que pais confiem em nosso serviço como um espaço seguro e apropriado para os seus filhos. As crianças podem acessar apenas o nosso catálogo infantil e colocamos o controle nas mãos dos pais sobre quando e a que tipo de conteúdo seus filhos podem assistir.

Super Drags è una serie animata per un pubblico adulto e non sarà disponibile sulla piattaforma per bambini. La sezione dedicata ai bambini include la possibilità di controllare l'accesso ai nostri programmi, il che consente ai genitori di essere certi che il nostro servizio sia uno spazio sicuro e appropriato per i loro figli. I bambini hanno accesso esclusivamente alla nostra categoria bambini e noi poniamo il controllo nelle mani dei genitori su quando e quale tipo di contenuto possono guardare i loro figli.

Netflix ha sottolineato che “le questioni di inclusione e diversità sono estremamente importanti” per l'azienda e che lancerà la serie più avanti nel 2018.

I netizen brasiliani difendono la nuova serie

I netizen brasiliani sostengono che Super Drags è stata preso di mira:

Se Super Drags è una serie animata per adulti, perché la Società Brasiliana di Pediatria si sta preoccupando?

Buffo, la Società Brasiliana di Pediatria dovrebbe, quindi, cercare di bloccare tutte le animazioni per adulti che sono su Netflix, giusto? Ma hanno scelto solo le super drag per quale motivo?

L'utente di Twitter Não Me Kahlo ha ricordato di vecchi cartoni animati che non sono mai stati presi di mira dalla censura:

La Società Brasiliana di Pediatria (SBP) “guarda con preoccupazione l'annuncio del debutto di un'animazione la cui trama ruota attorno a dei giovani che si trasformano in super eroine drag queen”. L'animazione è “Super Drags”, da Netflix Brasil, una serie animata per ADULTI.
Poi:?

Pregiudizi contro la comunità LGBTI

I pregiudizi contro la serie potrebbero essere collegati ad atteggiamenti profondamente radicati all'interno della società brasiliana riguardo all'espressione della sessualità.

Mentre alcuni critici riconoscono la differenza tra la cultura drag come spettacolo rispetto a dibattiti più profondi sull'identità sessuale, la serie tocca un punto sensibile per quanto riguarda l'atteggiamento della nazione nei confronti di lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuali (LGBTI).

Il Brasile ha uno dei più alti tassi di violenza denunciata verso le persone LGBTI. Secondo l’Associazione Nazionale dei Travestiti e Transessuali del Brasile, 179 travestiti e transessuali sono stati uccisi in Brasile nel 2017.

In un'intervista con Nexo Journal, la psicologa Desirèe Monteiro Cordeiro, che lavora con la Clinica Transdisciplinare per l'Identità e l'Orientamento Sessuale, ha affermato di essere d'accordo con la necessità di proteggere i bambini da contenuti sessualmente espliciti e violenti ma che le critiche alla serie hanno più a che fare con dei tabù:

Os rapazes se transformam em drags e ganham superpoderes. O Super-Homem também põe uma fantasia para combater o crime e isso não é uma questão (…) Se ainda não se sabe nada sobre a série, por que essa retaliação? Isso é censura. Se a criança não dormir às 20h e assistir à novela, ela também vai estar exposta a sexo e violência. É um conteúdo que não é pensado para a criança.

I ragazzi si trasformano in drag e ottengono superpoteri. Anche Superman indossa un costume per combattere il crimine e questo non viene messo in discussione (…) Se non si sa ancora nulla della serie, perché questa reazione? Questa è censura. Se un bambino non va a dormire alle 20:00 e guarda una soap opera, anche in questo caso sarà esposto a sesso e violenza. Sono contenuti non rivolti ai bambini.

La Cordeiro ha anche sottolineato l'importanza di discutere con i bambini di identità e sessualità in modo rilassato:

Falar de identidade de gênero e sexualidade, homossexuais, travestis, transexuais, nas escolas ou onde quer que seja, não significa que tem alguém ali tentando incutir na cabeça das crianças que a diversidade sexual é linda e todo mundo tem que ser também.

(…)

Não é comum, mas existem crianças transexuais. Nesse caso, os outros pais devem conversar porque, no caso de uma escola, as crianças vão questionar. E geralmente elas lidam de um modo muito mais simples. Elas olham e perguntam se é menino ou menina. Dada a resposta, a vida segue e elas vão brincar.

Discutere di identità sessuale e di sessualità, di omosessualità, di travestitismo, di identità transgender, nelle scuole od ovunque si scelga, non significa che ci sia qualcuno lì che cerca di infondere nella testa dei bambini che la diversità sessuale è meravigliosa e che tutti devono essere così.

(…)

Non è comune, ma esistono bambini transgender. In questi casi i genitori devono parlarne perché nel contesto scolastico i bambini faranno domande. E generalmente affrontano la situazione in un modo molto più semplice. Guardano e chiedono se sono maschi o femmine. Data la risposta, la vita continua e andranno a giocare.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.