chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

La cantante del Sud Sudan Nyaruach lancia la sfida a “un uomo noioso e senza un piano” nella sua hit femminista

Nyaruach. Foto di Tania Campbell-Golding, usata con permesso.

Probabilmente, un uomo di nome Gatluak si sentirà un pò imbarazzato dal fatto che la cantante del Sud Sudan Nyaruach lo qualifichi come “uomo noioso senza obiettivi” in una sua canzone di successo, condivisa ampiamente dalla sua uscita nel giugno 2018. O, piuttosto, parecchi Gatluaks – il nome è comune in Sud Sudan e “tutti conoscono un Gatluak [che si comporta in questo modo]”, dice Nyaruach.

Con un forte messaggio femminista, la canzone scherzosa di Nyaruach celebra la dignità di una donna che si è immolata col fuoco per amore. Ricorda inoltre al mondo che musica e arte vibranti emergono dal campo profughi di Kakuma [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] nel nord del Kenya, uno dei più grandi campi profughi della regione.

Nyaruach, una madre single di due bambini che vive a Kakuma, ha detto a Global Voices durante un'intervista su Skype:

South Sudanese men fail women with the wrong kind of love. So, my message is to the young girls of the new generation … Love is killing the new generation.

Gli uomini sud sudanesi tradiscono le donne con un tipo di amore sbagliato. Quindi, il mio messaggio è rivolto alle ragazze della nuova generazione… L'amore sta uccidendo la nuova generazione.

La canzone accattivante e il video musicale uscito nel novembre 2018, che presenta alcuni dei co-inquilini di Nyaruach Kakuma, cattura l'attenzione del mondo per i suoi ipnotici ritmi afro-beats e i testi audaci.

Signore… non c'è niente di peggio di un uomo noioso, senza un piano 😝. Gatluak prendi il telefono?!? 📞😂💥😂 Nuovo video e album con mio fratello @emmanueljal uscito ora. Clicca sulla mia bio ☝🏾 Naath Album | Gatluak …

Gatluak le ha comprato bevande fredde, hanno fatto delle lunghe passeggiate e poi è diventato un fantasma! “Ti rifiuti di rispondermi al telefono dopo aver ottenuto quello che volevi. Sei un ragazzo così bastardo, voglio solo dirti addio! Possa Dio benedirti dove sei. Tu uomo noioso – senza un piano. Senza obiettivi! ” canta Nyaruach.

“Gatluak” è la seconda canzone dell'album NAATH (“umani” in lingua Nuer) [it] prodotto da Nyaruach e suo fratello Emmanuel Jal, un artista hip-hop che ha guadagnato notorietà dopo la sua canzone autobiografica, “War Child: A Child Soldier's Story” (Bambino di guerra: La storia di un bambino soldato), è stato pubblicato nel 2009. Da bambini, i due fratelli sono stati forzati a scappare in circostanze estreme.

I due attingono alle canzoni tradizionali dei Nuer e alle canzoni d'amore. Li intrecciano con battute e danze avvincenti. “Non possiamo dimenticare la nostra cultura”, ha detto Nyaruach. “Dobbiamo ricordare alle nuove generazioni il passato – e la musica rende felici le persone”.

Nyaruach e Jal hanno chiamato l'album NAATH ricordando il “glorioso Regno di Kush” [it] del Nilo come antidoto alle immagini di guerra e povertà che hanno caratterizzato il Sud Sudan.

 

Una lunga strada verso la musica

Nyaruach è nata nel 1983 a Tonj, in Sudan, e si è separata dalla sua famiglia all'età di quattro anni quando sua madre è morta. Suo fratello Jal è stato rapito dall'esercito di liberazione del popolo sudanese e costretto a combattere. Fu poi portato in Kenya all'età di 11 anni con l'aiuto di un'operatrice umanitaria britannica che era sposata con l'allora comandante dell'SPLA Riek Machar [it]. Lì ha scoperto l'hip-hop, che ha usato per incoraggiare la pace.

La vita di Nyaruach ha preso una piega diversa. Trascorse diversi tumultuosi anni con i parenti e fuggì da un padre violento all'età di 10 anni, sopravvivendo a diverse faticose fughe dal Sudan, prima in Etiopia e poi in Kenya.

Il Sud Sudan ha ottenuto l'indipendenza dal Sudan nel luglio 2011, dopo una guerra civile durata 22 anni (1983-2005). La pace non è durata a lungo, nonostante gli importanti investimenti nello sviluppo del Sud Sudan. Nel 2013 è scoppiato il conflitto armato a Juba, la capitale del Sud Sudan. Questi scontri si sono diffusi in altre aree del paese, trasformandosi gradualmente in un conflitto [it] tra etnie e tra i due maggiori gruppi etnici del paese: i Dinka, rappresentato dal presidente Salva Kiir Mayardit, e i Nuer, rappresentati dall'allora Vicepresidente Riek Machar.

Nyaruach non si è visto con Jal fino a quando non si sono incontrati a Nairobi. Hanno collaborato a una canzone chiamata Gua, o “pace” nella lingua Nuer. Aveva 22 anni. La canzone fu un successo in Kenya nel 2005 e un'altra canzone rivoluzionaria per Jal, che divenne un musicista premiato e attivista per la pace.

Jal ha anche affrontato critiche per aver contraddetto il suo status di esempio per il pubblico, utilizzando i social media per creare opinioni contrastanti che hanno alimentato le tensioni etniche quando il conflitto è scoppiato nel Sud Sudan nel 2013.

Nel 2015, Nyaruach si è recato in Sud Sudan per una breve visita. Al suo ritorno, ha parlato contro la violenza a cui ha assistito. Incinta del secondo figlio, decise di andare a Kakuma, in cerca di un posto sicuro.

Il campo profughi di Kakuma fu originariamente istituito dall'UNHCR nel 1992 per ospitare 20.000 bambini e giovani sudanesi, conosciuti in seguito come i “Lost Boys of Sudan” (Ragazzi perduti del Sudan) in fuga dalla violenza durante la Seconda Guerra Civile Sudanese.

Oggi, oltre il 56% della popolazione di Kakuma e il vicino insediamento di Kalobeyei proviene dal Sud Sudan. Alla fine di gennaio 2018, i campi ospitavano un totale di 185.449 rifugiati registrati e richiedenti asilo.

Nyaruach ha detto che vivere in un campo profughi è particolarmente difficile per le donne con bambini.

They give us firewood for a month, it finishes after seven days. We need to eat our meal, we wake up at 4 a.m. to steal. Yes, we have to steal it — and it's very dangerous. They rape us, they can even shoot and kill us. But we can't report. Who is going to report? We have no voice or authority.

Ci danno legna da ardere per un mese, finisce dopo sette giorni. Abbiamo bisogno di mangiare il nostro pasto, ci svegliamo alle 4 del mattino per rubare. Sì, dobbiamo rubare – ed è molto pericoloso. Ci violentano, possono persino spararci e ucciderci. Ma non possiamo lagnarci. Chi andrà segnalare la situazione? Non abbiamo voce né autorità.

Anni di difficoltà hanno preso il sopravvento sullo spirito di Nyaruach. Riunirsi e fare musica con Jal è stata una salvezza. “Ho un cuore di cantante”, dice Nyaruach. “Jal mi ha insegnato come fare rime”.

 

“La donna non ha diritti”

La canzone di Nyaruach solleva lo spirito di donne e ragazze del Sud Sudan, la cantante dice che queste “non hanno nessun diritto, non importa quanto siano giovani” in una recente intervista al The Star in Kenya.

Le donne sud sudanesi sono tra le più emarginate e il conflitto ha reso insostenibili le loro condizioni. Oltre l’ 80% di coloro che sono fuggiti dalle violenze nel Sud Sudan sono donne e bambini.

Questa è la mia vita ora nel campo profughi di Kakuma. 👐🏿Non abbiamo quasi alcun diritto delle donne né nessuno diritto fondamentale umano ora nel Sud Sudan, e voglio usare la mia musica per celebrare la magia delle donne del nostro paese. 💫 Tutti quelli che hanno sostenuto l'uscita del nostro prossimo album NAATH riceveranno alcuni aggiornamenti speciali della mia vita a Kakuma oggi, e sapranno di più sulla mia situazione. Grazie per tutto il tuo supporto 👉🏿 per favore ascolta la nostra musica e cammina con noi seguendo i link sulla mia biografia 🙏🏿

Il Sud Sudan ha vissuto diversi round di negoziati di pace falliti e fragili, ma i dati dimostrano che le donne sono state molto meno coinvolte degli uomini nel processo di pace, nonostante la ricerca suggerisca che includere le donne ai livelli più alti migliorerebbe la stabilità.

Machar è tornato in Sud Sudan nell'ottobre 2018 dopo due anni di esilio in Sudafrica per lavorare con Kiir, ma molti sono diffidenti nei confronti dell'accordo di pace dopo cinque anni di conflitto.

“Le donne del Sud Sudan sono state trattate dai soldati del governo e dagli altri protagonisti armati, comprese le milizie locali, come bottino di guerra”, hanno detto investigatori delle Nazioni Unite nel settembre 2018. “La situazione delle donne e delle ragazze del Sud Sudan non dovrebbe più essere ignorata”, hanno ha detto – riferendosi alle testimonianze inquietanti delle vittime di stupro.

Secondo un'indagine del 2017 pubblicata dall'International Rescue Committee e dal Global Women's Institute, il 65% delle donne sud sudanesi intervistate ha subito violenze fisiche o sessuali.

Nyaruach fornisce la propria testimonianza.

[South Sudanese] men's ideas are changing about love. They get married to many wives and then destroy our lives. They fail to take care of their children properly. They rape us, use young girls, get us pregnant and leave us.”

Le idee degli uomini [del Sud Sudan] sull'amore stanno cambiando. Si sposano con molte mogli e poi distruggono le nostre vite. Non riescono a prendersi cura dei loro figli correttamente. Ci violentano, usano ragazze giovani, ci mettono incinte e ci lasciano.”

Nyaruach dice che la musica è la sua vocazione. “Se nascondo ciò che sta uccidendo nel mio cuore, cosa posso fare per apportare un cambiamento?” Chiede.

Non c'è da stupirsi che “Gatluak” sia un successo. Questa è l'occasione di Nyaruach per chiedere agli uomini della sua vita di fare meglio, non solo nell'amore, ma nella guerra – e nella pace.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.