chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

La Cina spinge il modello ‘un paese, due sistemi’ su Taiwan scontrandosi con una forte opposizione

Nell'immagine: “Taiwan non accetterà mai il mdoello ‘un paese, due sistemi’. La stragrande maggioranza dei taiwanesi si oppone risolutamente a ‘un paese, due sistemi’. Questa opposizione è il ‘consenso di Taiwan’ ”. Immagine tratta dalla pagina Facebook della presidente taiwanese Tsai Ing-wen.

Il Presidente cinese Xi Jinping ha detto [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] che l’unificazione di Taiwan con la Cina è cruciale per il grande progetto politico cinese di “ringiovanimento”, sottolineando che se l’unificazione pacifica è l’ideale, Pechino tuttavia non esclude l’uso della forza militare.

Il 3 gennaio, alla cerimonia di commemorazione per il 40esimo anniversario del “Messaggio ai compatrioti di Taiwan”, Xi ha proseguito dicendo che l'unificazione dovrebbe rispecchiare il modello di Hong Kong di “un paese, due sistemi” [it], in linea con il consenso del 1992. Ha aggiunto che il problema di Taiwan “non poteva continuare a tramandarsi di generazione in generazione”.

Taiwan è uno Stato de facto autogovernato dal 1949, anno in cui il Kuomintang (KMT) è stato sconfitto nella guerra civile cinese e successivamente trasferito sull'isola. Nel 1992, il KMT ha firmato un accordo sulla “Cina unica” con Pechino, in cui entrambe le parti hanno concordato che sia la Cina continentale che Taiwan costituiscono un unico paese, ma le interpretazioni di ciò che questo consenso comporta sono molto contestate.

La presidente di Taiwan Tsai Ing-wen ha reagito immediatamente alle dichiarazioni di Xi con una dichiarazione [zh] che è stata pubblicata, tra gli altri canali, nella sua pagina Facebook:

We have never accepted the “1992 Consensus.” The fundamental reason is that Beijing authorities’ definition of the “1992 Consensus” is “one China” and “one country, two systems.” I want to reiterate that Taiwan absolutely will not accept “one country, two systems.” The vast majority of Taiwanese also resolutely oppose “one country, two systems,” and this opposition is also a “Taiwan consensus.”

Non abbiamo mai accettato il “consenso del 1992″. La ragione fondamentale è che la definizione delle autorità di Pechino del “consenso del 1992″ è “una Cina” e “un Paese, due sistemi”: pretendo di ribadire che Taiwan non accetterà in assoluto “un Paese, due sistemi”. La stragrande maggioranza dei taiwanesi inoltre si oppone risolutamente a “un paese, due sistemi”, e quest'opposizione è anche un “consenso taiwanese”.

Il Consiglio per gli Affari Continentali di Taiwan, l'ente governativo che gestisce le comunicazioni con la Cina continentale, ha anche rilasciato una dichiarazione che denuncia il modello “un paese, due sistemi”:

The result of the implementation of ‘One Country, Two Systems’ in Hong Kong is the loss of freedom, rule of law and human rights of Hong Kong people – this is unacceptable to the Taiwanese people.

Il risultato dell'attuazione di “un Paese, due sistemi” ad Hong Kong è la perdita di libertà, dello stato di diritto e dei diritti umani dei cittadini di Hong Kong – questo è inaccettabile per il popolo di Taiwan.

Sono in molti ad Hong Kong a credere che il principio del “un paese, due sistemi”, scritto nella Dichiarazione Congiunta Sino Britannica del 1984 e nella Legge Fondamentale, non sia riuscito a proteggere le libertà e i diritti dei cittadini di Hong Kong.

In anni recenti, Pechino ha interferito duramente negli affari interni di Hong Kong. Nel 2014, ha deciso di limitare il contesto elettorale al Capo dell’Esecutivo di Hong Kong. Nel 2015, cinque librai di Hong Kong sono scomparsi in quelle che si ritiene siano le carceri stragiudiziali delle forze di sicurezza cinesi. Tra il 2016 e il 2018, sei legislatori pro democratici sono stati spodestati sotto gli auspici di Pechino.

Il dibattito ha avuto luogo su Twitter, dove gli utenti hanno cercato di scoprire cosa c'è di veramente nuovo nelle parole di Xi. L'utente Twitter @tangyongtao ha copiato un commento che circolava in una chat di gruppo [zh, come tutti i tweet seguenti]:

Il discorso di Xi indica che il Partito Comunista Cinese ha fondamentalmente cambiato la sua politica nei confronti di Taiwan. In passato, aveva aderito al “consenso del 1992″, e il consenso era piuttosto ambivalente su chi avrebbe guidato l'unificazione. Sottolinea l'uguaglianza nei colloqui tra le “due sponde dello stretto”. Questa volta, Xi si riferisce a “un paese, due sistemi” come strategia di riunificazione, questa è un'aperta dichiarazione del fatto che il PCC vuole controllare la sovranità di Taiwan, mentre a Taiwan sarà permesso di mantenere il proprio sistema. Estratto di un articolo.

Rispetto al discorso pronunciato da Hu Jintao [ex presidente cinese] nel trentesimo anniversario [del “Messaggio ai compatrioti di Taiwan”], il discorso di Xi Jinping presenta tre importanti cambiamenti: 1. Xi sottolinea che la Cina non abbandonerebbe l'uso della forza militare, mentre Hu non ha fatto menzione di alcun mezzo militare; 2. Xi si riferisce a “un paese, due sistemi” come modello di riunificazione, e Hu ha sottolineato la negoziazione nelle relazioni tra i due governi; 3. Xi non menziona la fiducia reciproca, Hu ha sottolineato la costruzione della fiducia in diversi campi, compresi quelli politici e militari.

Tra i dissidenti cinesi, le opinioni in merito alla riunificazione sono divise. L'economista politico He Qinglian ha detto:

Non appena Taiwan e la Cina saranno unite, non ci sarà spazio per i negoziati, nessuna libertà, nessuna democrazia. L'economia di Taiwan non potrà che essere integrata solo con la Cina. I 70 anni di sforzi di Taiwan per una crescita indipendente avranno fine.

Tuttavia, @Zhiyongxu, fondatore del Movimento dei Nuovi Cittadini nella Cina continentale, ha creduto che Taiwan potesse facilitare l’unificazione democratica con la Cina:

Tsai Ing-wen se ne sta troppo sulla difensiva. Anche se Taiwan è ora in un angolo sicuro, non potrà starci a lungo termine. Un politico taiwanese più potente dovrebbe inviare lettere con regolarità alla Cina continentale sostenendo la costituzione democratica per l'unificazione della Cina. Ciò può fornire a Taiwan lo spazio per intervenire negli affari interni in Cina, oltre a fornire suggerimenti e criticare l'agenda pubblica in merito a questioni come il rispetto dei diritti umani in Cina. Invece di stare sulla difensiva, dovrebbe essere più proattivo per conquistare il sostegno dei cinesi della Cina continentale. Questo può garantire la sicurezza di Taiwan e contribuirà a fare la storia che potrebbe cambiare il mondo.

I commenti di Xu sono stati ritwittati più di 350 volte, ricevendo consensi e disaccordi. Una delle reazioni maggiormente rappresentative diceva:

如果民进党这么干,就是原来的国民党了。这种办法并不新鲜,但是解释不了为什么地区会产生独立的问题。一个地区一旦选择独立,就意味着这个地区已经不想跟原来的地区产生联系。跟婚姻一样,感情破裂最后的双方的关系不是爱也不是恨,而是感情淡漠。

Se il Partito Progressista Democratico di Taiwan seguirà il tuo suggerimento, ritornerà a essere il KMT dei vecchi tempi. Non c'è nulla di nuovo nel tuo suggerimento, ma non risponde alla principale ragione per la quale Taiwan ha un movimento indipendentista. Il fatto che [Taiwan] abbia fatto la scelta di percorrere la via dell'indipendenza significa che vuole tagliare i ponti con le sue origini. Come in un matrimonio, quando il legame è rotto, la relazione non è più diretta dall'amore o dall'odio, ma dall'indifferenza.

In molti hanno risposto al progetto di riunificazione di Xi con umorismo. Ad esempio, @guoshouzhu ha detto:

[Dobbiamo unificare Taiwan] I taiwanesi devono mangiare carne di maiale con influenza suina africana, cibo avvelenato, olio di fogna; devono respirare l'aria avvelenata. Il loro benessere deve essere abolito in modo che non possano permettersi il lusso di ammalarsi, avere un'istruzione e comprare una casa. Che Taiwan adotti il sistema politico parallelo (partito e governo), che i funzionari del suo governo e del partito abbiano privilegi, mentre la gente vive come cani e maiali. Lavate il cervello dei taiwanesi in modo che non possano criticare e possano solo elogiare gli idioti.

@gowKE4HReZ7ZBc5 ha citato una risposta tipica di una persona di Hong Kong:

Un netizen di Hong Kong: come abitante di Hong Kong, esorto i taiwanesi a non credere mai nella politica del PCC “un paese, due sistemi”, è un mezzo per insidiarsi a Taiwan, e una volta ottenuto il controllo, potranno fare tutto ciò che vogliono fino a farvi a pezzi. Tutti gli incidenti politici accaduti dopo il passaggio di Hong Kong alla Cina nel 1997 hanno mostrato le loro conseguenze. La democrazia che ti stai godendo oggi è stata pagata con le vite dei soldati del KMT durante la guerra civile. Per favore, proteggi l'unico spazio democratico cinese in questo mondo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.