chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

La crisi di legittimità politica del Venezuela ha scosso Wikipedia – e potrebbe aver portato al suo blocco

Wikipedia Venezuela ha pubblicato una serie di aggiornamenti e spiegazioni su ciò che sta accadendo nel Paese, e sulla guerra di revisione che sembra aver innescato il blocco del sito.

Sabato 12 gennaio, Wikipedia è diventata inaccessibile [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] per molti venezuelani, in seguito al conflitto altamente rischioso sulla legittimità di due leader politici in duello: il Presidente Nicolás Maduro e il Presidente dell’Assemblea Nazionale, Juan Guaidó.

Segnalato dagli utenti e poi confermato dagli esperti tecnici di Netblocks, il blocco è stato probabilmente innescato dall'inaugurazione di Nicolás Maduro. L'11 gennaio, Maduro ha iniziato il suo secondo mandato come presidente, nonostante la vasta denuncia a livello internazionale delle elezioni presidenziali del Venezuela del 2018, per le quali all'opposizione popolare è stato vietato candidarsi.

Poco dopo, uno degli esponenti dell'opposizione e Presidente dell'Assemblea Nazionale, Juan Guaidó, si è gettato sotto i riflettori politici denunciando pubblicamente la legittimità della rielezione di Maduro e proponendo di assumere i poteri presidenziali sulla base di uno statuto costituzionale e l'indizione di nuove elezioni.

Così facendo, Guaidó ha efficacemente versato della benzina in un disastro già in fiamme, nel mezzo della crisi politica venezuelana [it].

Ciò ha suscitato forti reazioni, online e in pubblico, e un'amara “guerra di revisioni” tra i collaboratori venezuelani di Wikipedia, che erano in disaccordo sulla stessa domanda: chi è (o dovrebbe essere) il leader legittimo del paese?

In breve tempo, Wikipedia è diventato inaccessibile sul provider di servizi Internet (ISP) più utilizzato in Venezuela, CANTV, controllato in modo efficace dal Governo. E solo il 14 gennaio, il sito è tornato disponibile.

Cosa rende un leader “adatto a ricoprire una carica”?

La disputa che ha scatenato la “guerra di modifiche” è iniziata con la proposta di Juan Guaidó di invocare alcuni articoli della Costituzione venezuelana che stabiliscono che cosa dovrebbe essere fatto se il Presidente della Repubblica è ritenuto incapace, o non è idoneo a ricoprire cariche. Secondo la sua interpretazione della Costituzione, Guaidó stesso sarebbe in prima fila ad assumere la Presidenza della Repubblica fino a che non si tengano nuove elezioni, libere ed eque.

Tra catastrofi pubbliche e indignazione all'interno del Governo al potere, Guaidó è stato arrestato dai servizi segreti venezuelani (SEBIN) due giorni dopo, il 13 gennaio. Nel frattempo, è stato anche rilasciato.

La posizione di Guaidó è più complicata di quanto possa sembrare. Il politico 35enne è il nuovo presidente dell'Assemblea Nazionale venezuelana, tradizionalmente la più importante istituzione con poteri legislativi del Paese. Ma Nicolás Maduro ha efficientemente sciolto l'Assemblea Nazionale nel 2017, dopo che i politici dell’opposizione hanno rivendicato la maggioranza dei seggi nelle elezioni del 2015, e creato al suo posto una nuova “Assemblea Costituente”. Questo e altri tentativi di consolidare il potere hanno portato a violente proteste [it] che sono durate mesi e hanno causato la morte di circa 100 persone.

Sebbene l’Assemblea Nazionale rimanga attiva, i suoi poteri sono stati effettivamente assunti dalla Corte Suprema di Giustizia, dall’Assemblea Costituente [it] e dalla Presidenza, a partire dal 2017. Nel 2018, Maduro è stato eletto presidente attraverso un processo che i leader dell’opposizione, i governi stranieri [es] e l’Organizzazione degli Stati americani (OAS) hanno denunciato come ingiusto e illegittimo. Il Segretario Generale dell’OAS, Luis Almagro, ha quindi appoggiato la proposta di Guaidó su Twitter.

Cos'è successo su Wikipedia?

Il 12 gennaio, gli utenti di Twitter [es] hanno riferito di non essere in grado di accedere a Wikipedia utilizzando CANTV, il principale provider di servizi Internet (ISP) del Paese, che è di proprietà della maggioranza del governo venezuelano. Gli utenti hanno però notato di essere in grado di accedere a Wikipedia utilizzando Movistar, un ISP di proprietà privata.

Le prove materiali raccolte da Netblocks, un’associazione senza scopo di lucro che esegue test tecnici per la censura su internet, hanno confermato che il sito era inaccessibile tramite CANTV il 12 gennaio. Gli account Twitter affiliati al governo hanno negato il blocco di Wikipedia, ma non sono state rilasciate dichiarazioni ufficiali in merito.

Le autorità venezuelane hanno bloccato l'accesso [it] a siti web di notizie e di informazione nel Paese in molte occasioni. Ma il blocco di Wikipedia – la più grande fonte libera di conoscenza al mondo, nonché risorsa multilingue di informazioni creata perlopiù da volontari – ha condotto questa prassi a un nuovo livello.

La peculiare configurazione di Wikipedia ha giocato un ruolo chiave nel raggiungere questa controversia. A differenza delle risorse prodotte da esperti professionisti, Wikipedia si basa sui contributi di migliaia di volontari che scrivono e aggiornano gli articoli del sito. I volontari hanno anche costruito procedure rigorose per la verifica e il controllo delle informazioni, lavorando duramente per impedire ai collaboratori di pubblicare imprecisioni.

La pagina di Juan Guaidó nella versione inglese di Wikipedia, in data 15 gennaio 2019. Nella pagina in lingua spagnola [es] Guaidó è considerato Presidente dell’Assemblea Nazionale, non della Repubblica venezuelana. Entrambe le versioni riportano nell’intestazione dei disclaimer che sottolineano l’attualità della questione e degli eventi in corso.

Quando abbiamo contattato Jan Gerlach, uno degli alti dirigenti di Wikimedia Foundation (la società madre di Wikipedia) per commentare l'accaduto, ci ha risposto:

The Wikimedia Foundation does not write, edit, or determine what content is included on Wikipedia or how that content is maintained – our volunteers do….contributions to the site must meet a series of volunteer-developed standards around neutrality and reliable sourcing.

Wikimedia Foundation non scrive, non modifica, né decide quali contenuti verranno inclusi in Wikipedia, o come mantenerli – lo fanno i nostri volontari… I contributi al sito devono soddisfare una serie di requisiti di neutralità e affidabilità della fonte, determinati dai volontari.

L'11 gennaio, la carica ufficiale di Guaidó nella sua pagina [it] Wikipedia è cambiato da “Presidente dell'Assemblea Nazionale” a “Presidente della Repubblica” dieci volte in circa due ore [es]. Come le modifiche hanno poi rivelato, alcuni collaboratori di Wikipedia hanno dato una visione più radicale della posizione di Guaidó, in realtà riferendosi a lui come presidente. Altri invece no.

Guaidó non si è mai dichiarato presidente, ma piuttosto ha proposto di assumere temporaneamente tale ruolo fino a quando non si potranno tenere elezioni libere ed eque.

Nel frattempo, ecco come appare la pagina di Wikipedia riguardante il “Presidente del Venezuela”.

Wikipedia si è mossa rapidamente per chiudere la pagina prima di ulteriori modifiche, nel tentativo di sedare il conflitto e cercare pareri esterni sull'argomento. Anche il team di Wikipedia in Venezuela ha scritto su Twitter una spiegazione [es] su come l'organizzazione gestisce le controversie di questo livello.

Ben presto, l'intero sito web è divenuto inaccessibile tramite CANTV. Nonostante le prove materiali di quanto accaduto, le voci alimentate politicamente relative al blocco si sono diffuse rapidamente. Numerosi account hanno dichiarato, senza prove, che Wikipedia ha sostenuto la presidenza di Guaidó. Allo stesso tempo, molti di coloro che appoggiano esternamente Nicolás Maduro hanno falsamente affermato che Wikipedia stava bloccando le richieste degli abbonati CANTV, cosa che avrebbe fortemente contraddetto la mission di Wikimedia Foundation, la quale ha negato queste dichiarazioni.

“Wikipedia non sta bloccando alcun ISP in Venezuela o altrove”, ci ha detto Gerlach. “Stiamo ancora indagando sulle circostanze di questo particolare incidente.”

La studiosa venezuelana di social media Iria Puyosa, collaboratrice di Global Voices, ha cercato di soffocare queste dicerie su Twitter, descrivendole come “disinformazione” [es]:

Secondo i paranoici complottisti chavisti: CANTV non ha bloccato Wikipedia. Al contrario. È Wikipedia che ha bloccato CANTV. “Wikipedia censura il Venezuela”, è il messaggio di disinformazione chavista.

In definitiva, la disputa in Wikipedia è solo una dimostrazione del più ampio conflitto in atto. Nicolás Maduro ha definito la strategia di Guaidó un “colpo di stato via Twitter” e uno “spettacolo hollywoodiano”, ma ciò non ha fermato né il blocco della più grande risorsa di informazione libera al mondo, né l'arresto di Guaidó.

Per ora, il Presidente dell'Assemblea Nazionale è libero e, a partire dal 14 gennaio, Wikipedia sembra essere nuovamente accessibile [es] in molte parti del paese. Ma l'episodio manda un chiaro messaggio su come le autorità reagiscono quando la legittimità della presidenza viene messa in discussione.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.