chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Storico rifiuto della corte australiana contro una miniera di carbone evidenzia l'impatto del cambiamento climatico

Hunter Valley coal

La miniera del Monte Thorley di Rio Tinto, Hunter Valley 2014 – Per gentile concessione dell'account di Flickr di Lock the Gate Alliance (CC BY 2.0).

In una decisione rivoluzionaria, un tribunale ha utilizzato l'impatto sul cambiamento climatico come una delle motivazioni per rifiutare una nuova miniera di carbone in Australia. La proposta miniera Rocky Hill [en, come i link seguenti] è vicino a Gloucester, nel Nuovo Galles del Sud. Il Presidente della Corte Suprema Brian Preston, del tribunale di territorio e ambiente del Nuovo Galles del Sud ha affermato che la miniera a cielo aperto “sarebbe nel luogo sbagliato e nel momento sbagliato”.

Ha concluso che:

The construction and operation of the mine, and the transportation and combustion of the coal from the mine, will result in the emission of greenhouse gases, which will contribute to climate change.

La costruzione e gestione dell'impianto, e anche il trasporto e la combustione del carbone della miniera comporterà l'emissione di gas a effetto serra, il che contribuirà al cambiamento climatico.

I membri del gruppo di attivisti Groundswell Gloucester della locale comunità sono entusiasti. L'avvocato ambientalista Elaine Johnson ha condiviso la loro gioia su Twitter:

“Le persone presenti in tribunale hanno celebrato tranquillamente, abbracciandosi e stringendosi reciprocamente le mani, quando il giudice Justice Preston ha emesso questa sentenza, mentre un oppositore della miniera è scoppiato in lacrime.”

Che privilegio condividere questo con i clienti @EDONSW

Avvocati, lobbisti, accademici, ambientalisti ed economisti hanno risposto online alle implicazioni di questa sentenza storica. L'attivista ambientale John Englart ha inviato un messaggio via Twitter:

La decisione del tribunale di territorio e ambiente del Nuovo Galles del Sud in #Australia su carbone e #CambiamentoClimatico ha generato commozione in tutto il mondo: i residenti di The Rocky Hill che hanno bloccato una miniera di carbone utilizzando la legge. Che cos'è la controversia ambientale? Via ⁦@p_hannam⁩

La accademica di diritto ambientale Justine Bell-James ha esplorato il futuro per la controversia basata sul clima su The Conversation, concludendo:

It is hard to predict whether his decision will indeed have wider ramifications. Certainly the tide is turning internationally – coal use is declining, many nations have set ambitious climate goals under the Paris Agreement, and high-level overseas courts are making bold decisions in climate cases.

È difficile prevedere se la decisione avrà maggiori ramificazioni. Certamente la tendenza si sta evolvendo a livello internazionale – l'impiego del carbone sta declinando, molte nazioni hanno stabilito ambiziosi obiettivi climatici con la Convenzione di Parigi e i tribunali ad alto livello di oltremare stanno prendendo decisioni audaci nei casi climatici.

L'economista John Quiggin ha osservato anche alcune implicazioni a lungo termine della decisione:

[…] miners will sooner or later face demands for compensation for the damage caused by climate change.

The strongest case will be against mines that have commenced operation after the need to leave remaining reserves in the ground was already clear. Anyone considering investing in, lending to or insuring such mines should be prepared for more decisions like Rocky Hill.

[…] le miniere affronteranno prima o poi domande di indennizzo per i danni causati dal cambiamento climatico.

Il caso più eclatante sarà contro le miniere, che hanno cominciato a funzionare dopo che era già chiara la necessità di lasciare nel terreno le rimanenti riserve. Tutti coloro che considerano di investirci su, finanziare a credito o assicurare tali miniere devono prepararsi ad affrontare maggiori decisioni come Rocky Hill.

L'impresa di servizi professionali internazionali Herbert Smith Freehills offre di ‘aiutare a realizzare opportunità gestendo il rischio’. Ha questo consiglio per gli attuali e potenziali clienti:

Proponents seeking consent for new projects, or modifications of existing projects, with ‘material’ greenhouse gas emissions across all industries in NSW should carefully assess climate change impacts, particularly if the proposal is not ‘carbon neutral’.

I proponenti che cercano consenso per nuovi progetti o modifiche di progetti esistenti, con emissioni ‘materiali’ che causano l'effetto serra in tutte le industrie del Nuovo Galles del Sud dovrebbero valutare accuratamente gli effetti del cambiamento climatico, in particolare se la proposta non è ‘a zero emissioni di carbonio’.

Il giorno stesso, l'importante studio di avvocati Corrs Chambers Westgarth ha rafforzato questa opinione:

Future proponents will need to seriously consider the decision, as will banks and others who would traditionally invest in or support coal and other fossil fuel-dependent industries.

It is possible that the increasing recognition of causative links between fossil fuel developments and climate change could pave the way for future compensation claims of the kind now being seen in the United States.

I futuri proponenti dovranno considerare seriamente la decisione, come anche le banche e coloro che investono tradizionalmente o sostengono [le miniere di carbone] e altre industrie dipendenti dal combustibile fossile.

È possibile che il crescente riconoscimento di legami causali tra gli sviluppi dei combustibili fossili e il cambiamento climatico aprirà il cammino a future richieste di compensazioni come quelle che si vedono adesso negli Stati Uniti.

Tuttavia, ci sono scettici del clima online che sfidano la scienza, con alleati nei media convenzionali come le pubblicazioni di Rupert Murdoch:

Ergas demolisce l'assurda sentenza della miniera di Rocky Hill, che sostiene che il timore per il cambiamento climatico (un'ipotesi dubbiosa, ad oggi) è stato sufficiente per negare la licenza di una miniera di carbone:

Nel frattempo, la multinazionale mineraria svizzera Glencore ha dichiarato che fisserà un tetto alla sua produzione mondiale di carbone per ragioni ambientali. Glencore è il maggiore produttore australiano di carbone.

Glencore limiterà la produzione di carbone in seguito alla pressione degli investitori.

Il rifiuto della miniera può essere comunque ribaltato da un ricorso legale, o con la legislazione del Governo. È tuttavia poco probabile che i rischi di una controversia climatica per gli emettitori internazionali di gas serra spariranno nel prossimo futuro.

commenti chiusi