chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Gli scarti di cioccolato della Costa d'Avorio stimolano la produzione dell'industria secondaria del burro di cacao

Abidjan, Costa d'Avorio. Una donna ivoriana fonde gli scarti di cioccolato per produrre burro di cacao. Foto usata con l'autorizzazione dell'autore.

Nota dell'editor: Jeslyn Lemke ha viaggiato in Costa d'Avorio dove ha appreso la procedura per produrre il burro di cacao utilizzando gli scarti di cioccolato. Lemke ha realizzato un breve video che spiega la procedura, in esclusiva per for Global Voices.

Fatima Traoré ha 45 anni, è madre di 8 figli e vende il suo burro di cacao ai produttori di sapone, ogni paio di mesi. Traoré vive in Costa d'Avorio, il maggior produttore mondiale di semi di cacao.

Le principali aziende europee acquistano i semi di cacao o la pasta di semi di cacao dalle fabbriche di cacao della Costa d'Avorio per produrre cioccolato. Gli Ivoriani utilizzano però i semi oleosi anche localmente: ottengono burro di cacao dagli scarti di cioccolato delle fabbriche di cioccolato, per produrre un sapone locale chiamato Kabakrou.

Traoré, che vive nella principale città metropolitana di Abidjan, acquista diverse tonnellate di scarti di cioccolato ogni paio di mesi da una fabbrica di cioccolato a Youpogon, un quartiere di Abidjan.

Fermo immagine mostra Fatima mentre vende il suo burro di cacao – estratto dal video originale – con l'autorizzazione dell'autore.

Le fabbriche vendono la maggior parte della pasta di cacao ad aziende in Europa e buttano i sacchi di plastica che contenevano il cioccolato. Nella sua casa, Traoré gratta i piccoli frammenti di cioccolato dai sacchi e raccoglie grossi mucchi di fragrante pasta di cioccolato fondente su un telone.

Utilizzando fuoco di legna per far bollire numerosi calderoni di acqua nella calura tropicale, Traoré fonde gli scarti di cioccolato, producendo il burro di cacao. A dicembre 2018 Lemke ha narrato e realizzato questo video per spiegare l'intera procedura, con una approfondita intervista a Traoré:

Il burro di cacao è un prodotto molto apprezzato nella regione. Traoré vende il suo burro principalmente alle donne, che lo utilizzano per preparare il sapone Kabakrou, famoso localmente per essere un prodotto effettivo ed economico per lavare gli indumenti o i piatti in cucina. Il sapone Kabakrou originale è un sapone duro, a forma di palla, prodotto solitamente utilizzando olio di palma e soda caustica mescolati all'acqua.

Sapone di kabakrou di Narcisse Ehui Ble CC BY-SA 4.0

Il sapone può essere venduto sfuso o per unità in svariate città di Mali e Burkina Faso. Il prezzo di una grossa unità è 200 Franchi CFA (0,346 dollari). Il sapone a base di cacao di Traoré è un'intrigante alternativa al più comune sapone Kabakrou a base di olio di palma.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.