chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

I media ungheresi stanno attaccando una studentessa liceale che ha criticato il governo

Blanka Nagy parla alla manifestazione a gennaio, 2019. Foto di Márk Tremmel, CC BY-NC-SA 2.5.

Questa storia è stata scritta da Tamás B. Kovács e tradotta da Anita Kőműves per l'organizzazione no-profit di giornalismo investigativo ungherese Atlatszo [en, come tutti i link successivi]. Questa versione revisionata compare qui come parte di una collaborazione con Global Voices.

Gli organi di stampa ungheresi pro governativi hanno lanciato nuovi attacchi contro Blanka Nagy, una liceale che si è espressa contro il governo durante alcune proteste dalla fine del 2018.

Nagy ha resistito al criticismo sul suo intelletto e persino molestie sessuali, con un organo che l'ha chiamata “puttana”.

Ha già presentato e vinto casi di diffamazione contro tre organi pro governativi, che hanno dichiarato che stava andando male a scuola: Lokál, Ripost, e Origo. Tuttavia, dopo che Nady ha vinto il caso contro Origo, l'organo ha lanciato un altro attacco, pubblicando le sue pagelle. Nagy ha dichiarato ad Atlatszo di stare prendendo in considerazione di far causa a Origo nuovamente per queste ultime notizie.

Blanka Nagy è ben nota in Ungheria dallo scorso inverno, dopo aver tenuto un discorso alla manifestazione anti governo, in cui ha criticato politici di spicco per aver usato un linguaggio terribile. Le sue dure parole hanno trovato il favore di molti social media ed un video del suo discorso è diventato virale.

Due mesi dopo che il suo video è diventato sensazionale sui social media, i media favorevoli al governo e opinionisti come Zsolt Bayer hanno lanciato una serie di attacchi contro di lei. La stampa pro governativa ha dichiarato che stava andando male in molte materie a scuola e che era stata assente per molti giorni. L'hanno anche chiamata “mancata attrice senza talento” e “puttana”.

Il suo avvocato ha presentato copie del suo certificato di esami sostenuti in tribunale, per provare che non stesse per essere bocciata nelle sue classi – e così i suoi certificati scolastici sono diventati disponibili agli avvocati di Origo. L'organo ha deciso di pubblicare i dati dai suoi certificati, affermando che Nagy è stata quasi bocciata in storia l'ultimo semestre ed è sul punto di essere bocciata anche in altre materie.

Quando i media pro governo in Ungheria hanno mentito riguardo alla protestante adolescente Blanka Nagy, lei gli ha fatto causa per diffamazione e ha vinto. Ha ordinato di fornire correzioni, tuttavia, hanno rifiutato e hanno raddoppiato gli sforzi. TV2 ha dedicato un'intera parte delle notizie a prendersi gioco dei suoi voti, menzionando documenti del tribunale ma non la sua decisione.

“Il mio avvocato ed io stiamo prendendo in considerazione di fare causa all'organo che ha pubblicato i miei certificati scolastici”, ha detto Nagy ad Atlatszo in un'intervista. Ha detto che Origo non aveva alcun diritto di pubblicare i suoi voti. Lei ed il suo avvocato non si aspettavano nemmeno che Origo avesse il diritto di vedere i suoi risultati quando loro li hanno presentati in tribunale.

“Le loro ultime dichiarazioni non sono nemmeno vere” ha detto. “Non sto andando male in storia, al contrario di ciò che dicono. Ho un voto migliore di un 2 (approssimato equivalente a C-). Quello che dicono è semplicemente falso. Mi vergognerei se fosse vero, poiché c'è un'insegnante di storia tra i miei antenati”, ha detto.

“Penso che tutta questa aggressione verbale contro di me sia molto strana, ma non mi importa più. Prova solo che in qualche modo ho spaventato i ranghi più alti del partito governante Fidesz. Il fatto che Zsolt Bayer in persona mi abbia attaccato e che il media pro governo abbia usato falsi pretesti per provare a diffamarmi lo prova”, ha aggiunto.

La liceale Blanka Nagy: ” Fidesz è una piaga disgustosa, viscida, sgradevole e contagiosa. Questo disgustoso gruppo di ladri, questo governo oligarchico si sta riempiendo le tasche per i suoi giorni da vecchi, mentre tu soffrirai in povertà come pensionato.” Ha detto la verità. QUESTA è l'Ungheria.

Diffamazione e disinformazione sono armi comuni dei media pro governativi ungheresi. Alcune figure dell'opposizione hanno risposto facendo causa a questi organi per campagna diffamatoria. Secondo recenti dati ottenuti da Atlatszo, i più noti organi di propaganda hanno perso dozzine di casi, e gli è stato ordinato dai tribunali di riportare correzioni alle loro storie 109 volte durante il 2018.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.