chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Il presidente dell'Angola afferma in un'intervista che nel paese non esiste la fame, suscitando indignazione

João Lourenço, Presidente dell'Angola. Foto: Wikimedia Commons CC BY-SA 2.0

Un'intervista rilasciata [pt, come i link seguenti] dal presidente dell'Angola João Lourenço alla RTP, il canale televisivo pubblico del Portogallo, in cui afferma che non c'è la fame nel suo paese, ha suscitato un certo sdegno tra i cittadini.

Durante l'intervista di 30 minuti trasmessa il 4 marzo, il giornalista portoghese di RTP África ha fatto riferimento a un rapporto dell'UNICEF che afferma che la popolazione stava morendo di fame in Angola. Lourenço ha quindi respinto l'esistenza della carestia nel paese, pur ammettendo che c'è la malnutrizione. Egli ha affermato:

A nossa luta é lutar para reduzir os índices de pobreza, devido aos longos anos de conflito armado. Hoje há oferta de bens alimentares em Angola, não se pode dizer que existe hoje fome em Angola, é uma questão de alguma má nutrição.

La nostra lotta è per ridurre i tassi di povertà, dovuta ai lunghi anni di conflitto armato. Oggi è presente una fornitura di cibo in Angola, non si può dire che esiste la fame [grave] in Angola, è questione solo di malnutrizione.

Il presidente João Lourenço ha detto questo poco prima della visita in Angola del presidente portoghese Marcelo Rebelo de Sousa, e pochi giorni dopo che un prete cattolico e attivista per i diritti umani abbia denunciato la morte per fame di angolani in una regione colpita dalla siccità.

Il militante Manuel Mapanda, meglio noto come Dago Nível, ha messo in dubbio le dichiarazioni del presidente:

Como é que o senhor vai dizer que não existe fome em Angola? Não leu a Denúncia do padre Jacinto Wacussanga sobre a morte de um Angolano por fome? Será que nos Gambos e no Curoca já não há fome? Assim que Jlo assumiu a presidência a maioria dos Angolanos passou a ter a cesta básica, e a fome foi eliminada?

Come può questo gentiluomo affermare che la fame non esiste in Angola? Non ha letto le denunce di padre Jacinto Wacussanga sulla morte per fame di un angolano? Significa che a Gambos e Curoca non c'è più fame? Non appena Jlo [João Lourenço] assunse la presidenza, la maggioranza degli angolani hanno ottenuto beni di prima necessità e la fame è stata eliminata?

Durante la sfortunata intervista, il capo dello stato angolano ha anche manifestato la sua intenzione di combattere la corruzione, che fa parte del programma elettorale del partito:

Ninguém pode garantir que daqui para a frente não haverá corrupção e, que não haverá corruptos, mas que não ficarão impunes tal como sempre foi. Não haverá mais intocáveis, segundo João Lourenço. Esse tempo ficou para trás.

Nessuno può garantire che da questo momento in poi non ci sarà corruzione e che non ci saranno persone corrotte, ma non che rimarranno impunite. Non ci saranno più intoccabili, secondo João Lourenço. Quel tempo è dietro di noi.

Nel 2018, il Forum regionale per lo sviluppo universitario (FORDU), un'associazione attiva nel campo dell'educazione con sede nel sud dell'Angola, ha prodotto un documentario (senza versione online) dal titolo “Angola, un paese a rischio”. Esso evidenzia l'elevato numero di persone alla ricerca di cibo nei cassonetti, sia nel centro urbano della provincia di Huambo, oggetto del documentario, che nella capitale del paese Luanda.

Captura de imagens do vídeo que existe apenas em DVD físico | Foto do autor, Simão Hossi -- usada com permissão

Fermo immagine dal documentario, disponibile solo su DVD | Foto dell'autore, Simão Hossi – usato con permesso.

Su JM Notícias, una pagina di Facebook dedicata alla condivisione di notizie, c'è stata una chiara critica delle dichiarazioni del presidente:

Precisamos reconhecer que ainda há muita gente em Angola vivendo á [sic] margem da sociedade, problema que dificilmente se resolverá se não haver uma promoção de programas de inclusão social credíveis, onde é cobrado e prestado contas. E não com este nascer de uma nova elite de gatunos tipo quem não se safou no outro tempo, que aproveite á [sic] brecha agora em que o artista principal e financeiro da nação é o J.Lourenço.

Olha que os principais desafios estão ai mesmo diante dos vossos próprios olhos, em vencer os problemas nas áreas da saúde, educação, habitação, etc, que pelo menos já deveriam dar alguns sinais mesmo que tímidos, mais [sic] nada se vê .

Dobbiamo riconoscere che ci sono ancora molte persone in Angola che vivono ai margini della società, un problema che sarà difficile da risolvere se non vi è una promozione di programmi credibili di inclusione sociale, laddove esso sia ritenuto necessario. E non con questa nascita di una nuova élite di imbroglioni che non se l'è cavata prima, che approfitta dell'apertura ora dove il principale protagonista e finanziatore della nazione è J.Lourenço.

Guardate quali sono le sfide principali che abbiamo davanti agli occhi, per superare i problemi nei settori della salute, dell'educazione, dell'edilizia abitativa, ecc., che dovrebbero mostrare almeno alcuni segni anche se lievi, ma non si vede nulla.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.