chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Quattro località reali che sembrano gli scenari della serie televisiva “Game of Thrones” (Il trono di spade)

Collage di fotografie di scenari della serie televisiva “Game of Thrones” (Il trono di spade) e “Fist of the First Men” (Pugno del primo uomo). Carte da collezione di Franz Miklis/Fantasy Flight Games, abbinate a foto di luoghi reali che potrebbero averli ispirati (fair use/CC attraverso Wikipedia).

L'ottava e ultima stagione del successo televisivo di HBO, la serie televisiva Game of Thrones (Il trono di spade) [it] è stata trasmessa [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] ad aprile 2019. Gli appassionati di tutto il mondo hanno accolto l'ultima dose di controversie dinastiche, intrighi politici e incombenti destini sovrannaturali nei continenti fittizi di Westeros ed Essos.

George R. R. Martin, l'autore di una saga [it] su cui si basa la seria televisiva, si è ispirato a eventi storici e luoghi reali, inclusa la città di Venezia, il probabile scenario di Braavos, la cui baia è difesa da una statua gigante chiamata il Titano di Braavos, che somiglia al famoso Colosso di Rodi [it].

Questa magnifica produzione televisiva è stata filmata in molti luoghi splendidi in tutto il mondo. E gli esploratori degli scenari ne hanno indubbiamente visitati molti di più. È un peccato che non abbiano consultato noi qui a Global Voices, poiché avremmo potuto dare alcune raccomandazioni. Eccole qui in seguito, meglio tardi che mai.

1. Salone dei visi, Braavos (Torre dei teschi, Niš, Serbia)

Un muro della Torre dei teschi a Niš, in Serbia. Foto di freesrpska.org caricata da Wikipedia, CC BY-SA. https://commons.wikimedia.org/wiki/File:%C4%86ele_kula,_Ni%C5%A1,_Srbija.jpg

In Game of Thrones, il Salone dei visi ospita i visi scuoiati dei defunti in un grande salone all'interno della Casa del Bianco e Nero, un tempio nella città di Braavos che serve da quartiere generale per una setta di assassini religiosi conosciuti come gli Uomini senza Viso.

Un equivalente nella vita reale si trova nella Torre dei teschi [it] nella città di Niš nel sud della Serbia. La struttura, situata nel tempio cristiano ortodosso serbo, fu originariamente eretta dagli ottomani nel 1809 per esporre le teste decapitate dei ribelli che parteciparono alla Prima Insurrezione Serba.

La torre di 4,5 metri conteneva originariamente 952 teschi incastonati su quattro lati in 14 file, ma nel tempo molti sono caduti e si sono persi. Alcuni sono stati reclamati dai familiari e sepolti, o rubati dai cacciatori di souvenir. Invece di servire alla sua prevista funzione di deterrente per futuri ribelli, la Torre dei Teschi è diventata un simbolo di risentimento contro gli Ottomani, che sono stati infine costretti ad abbandonare la zona nel 1878.

Il luogo possiede lo status ufficiale di Monumento della Cultura di Straordinaria Importanza. È una delle principali attrazioni turistiche nella regione di Niš e riceve decine di migliaia di visitatori all'anno.

Nel 2014 il sito web Mental Floss ha presentato la Torre dei Teschi fra i migliori “10 edifici costruiti con ossa” di tutto il mondo.

2. Terre dell'Eterno Inverno (Oymyakon, Russia)

Dopo il tramonto, vicino a Oymyakon in Yakutia. Foto di Maarten Takens, CC BY-SA. https://www.flickr.com/photos/takens/8684784715/

In Game of Thrones, le Terre dell'Eterno Inverno sono la parte più settentrionale del continente di Westeros, molto più in là del Muro. Sono permanentemente bloccate nell'inverno e perpetuamente congelate.

La comunità di Global Voices ha identificato il villaggio di Oymyakon [it] in Russia come il luogo dove si può sperimentare come sarebbe nella terra del Popolo Libero.

Uno dei luoghi permanentemente abitati più freddi della terra, Oymyakon è ubicata nella parte della Siberia conosciuta come Yakutia (ufficialmente la Repubblica di Sacha [it]), un termine familiare ai giocatori di un altro fenomeno culturale pop, il gioco da tavolo di strategia Risk [it]. La regione è stata commercializzata ai turisti internazionali come “il Polo del Freddo”.

Nel 2017, una emittente locale di Yakutia ha scritto a HBO [ru] per suggerire che il finale della serie si girasse in questa regione, incluso nel villaggio di Oymyakon, poiché “non esiste un altro luogo più appropriato per mostrare il vero inverno”. Il suggerimento è stato ignorato, tuttavia, e l'Irlanda del Nord e l'Islanda sono rimasti i luoghi delle riprese cinematografiche della stagione finale per le scene nel nord di Westeros.

3. Baia Acquanera (Il Corno d'Oro, Istanbul, Turchia)

Nel mondo di Game of Thrones, Baia Acquanera è una insenatura nel Mar Stretto sulle sponde di Westeros orientale. King's Landing, la capitale dell'impero dei Sette Regni, è ubicata qui.

Un sostituto credibile per la Baia Acquanera nella vita reale  è il Corno d'Oro [it], la principale insenatura del Bosforo a Istanbul, in Turchia. Nei tempi andati era la principale via navigabile utilizzata per raggiungere Costantinopoli, la capitale dell'Impero Romano Orientale, poi conosciuto come l'Impero Bizantino. La baia fungeva da base principale per la marina bizantina e, diversamente dal suo sosia in Game of Thrones, una lunga catena attraverso la sua apertura impediva alle navi nemiche di entrare e avvicinarsi alla città.

La catena non è stata tuttavia sufficiente per fermare gli invasori più ostinati. La nave corsare vichinghe slave di Kievan Rus nel X secolo e il sultano ottomano Mehmed II nel 1453 hanno entrambi aggirato la catena trascinando le loro leggere imbarcazioni (vichinghe e ottomane) via terra, fuori dal Bosforo e intorno a Galata, la torre che ancorava la catena all'estremità della baia. Hanno poi rilanciato le loro imbarcazioni nella baia chiusa. Nel 1204, durante la Quarta Crociata, le imbarcazioni veneziane riuscirono a rompere la catena con un ariete.

Diversamente dai due ultimi invasori, che riuscirono a conquistare la città, i difensori di Costantinopoli riuscirono a sconfiggere i Kievan Rus utilizzando il Fuoco Greco [it], una miscela incendiaria emessa da un'arma lanciafiamme e utilizzata per incendiare le navi nemiche.

Greek Fire, real-life historical equivalent to Game of Thrones' wildfire.

Una nave bizantina usa il fuoco greco contro una nave del ribelle, Tommaso lo Slavo [it], nell'anno 821. Illustrazione del XII secolo del libro Madrid Skylitzes [it] (Codex Matritensis). Dominio Pubblico, fonte: Wikipedia. https://en.wikipedia.org/wiki/Greek_fire#/media/File:Greekfire-madridskylitzes1.jpg

In Game of Thrones l'equivalente del Fuoco Greco è il fuoco liquido, il liquido verde volatile utilizzato dalle forze armate comandate da Tyrion Lannister per vincere la Battaglia di Acquanera. I componenti di entrambe le arme chimiche, quella storica e la fittizia, sono rimasti un segreto.

Per la serie televisiva, l'antica città medioevale di Dubrovnik [it] (Ragusa in Croazia), sulla costa croata del Mar Adriatico, è stato lo scenario cinematografico per molte delle scene esterne in King's Landing.

4. Pugno del Primo Uomo (Sigiriya, Sri Lanka)

Il Pugno del Primo Uomo di Game of Thrones è una “antica fortezza ad anello” nelle Terre dell'Eterno Inverno, “situata sul cocuzzolo di una collina rotonda difensiva con una eccellente vista sul paesaggio circostante.” È utilizzata come posizione difensiva dalla Guardia della Notte nelle battaglie contro il Popolo Libro e gli zombi dei Camminatori di Notte.

Un equivalente terrestre di questa montagna è ubicato lontano dalle gelide regioni polari nei tropici, vicino all'equatore, in un ambiente che gli appassionati di Game of Thrones considererebbero più simile alle celebri ‘Isole dell'Estate': il centro dello Sri Lanka [it].

Cammino verso l'antica fortezza di Sigiriya in Sri Lanka. Foto di Filip Stojanovski, CC-BY.

Nel suo periodo di massimo splendore, lungi dall'essere un remoto avamposto in un territorio selvaggio, l'antica fortezza in pietra di Sigiriya [it] (o la Roccia del Leone) fungeva da capitale di un leggendario regno del quinto secolo. Il palazzo del re, Kasyapa, è costruito sulla sommità di una colonna di roccia alta quasi 200 metri che domina la vasta pianura circostante. Fu abbandonato dopo la morte del re e poi usato come un monastero buddista fino al XIV secolo.

Sulla sommità della roccia sono ancora visibili i ruderi del trono del re, costruito in pietra all'interno di una struttura più larga.

I ruderi dell'antico Trono sulla sommità della fortezza di Sigiriya. Oggigiorno è proibito sedersi sopra. Foto di Filip Stojanovski, CC-BY. Cliccare per ingrandire l'immagine.

L'UNESCO ha dichiarato Sigiriya un sito del Patrimonio Mondiale nel 1982. Nello stesso anno diventò lo scenario del video musicale per la canzone “Save a Prayer” dei Duran Duran.

Esistono luoghi simili a quelli di Game of Thrones (Il trono di spade) nella tua nazione? Raccontacelo nei commenti qui sotto.

commenti chiusi