chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

La scultura gonfiabile del “Tank Man” apparsa a Taiwan in vista dell'anniversario del massacro di piazza Tiananmen

Foto scattata da Filip Noubel e usata dietro sua autorizzazione.

Il seguente articolo è stato originariamente scritto da Tom Grundy [en, come tutti i link seguenti, salva diversa indicazione] e pubblicato su Hong Kong Free Press il 22 marzo 2019. Viene ripubblicato da Global Voices grazie a un accordo per la condivisione dei contenuti.

Quasi 30 anni dopo il massacro di piazza Tiananmen [it], a Taiwan è stata eretta una gigantesca scultura gonfiabile del Tank Man, ovvero il famoso “rivoltoso sconosciuto” [it].

Il carrarmato e il manifestante solitario gonfiabili, situati davanti allo storico Monumento commemorativo di Chiang Kai-Shek a Taipei, sono stati installati dall'artista locale Shake, che ha riferito a Reuters che spera che in futuro la Cina diventi democratica:

So I think it is important to the Taiwanese people to continue discussing this topic – preventing people from forgetting this event and reminding the Taiwanese people that the regime in China is dangerous… This thing has already been washed away by [China’s] authoritarian political view.

Penso che sia importante che i taiwanesi continuino a parlare di questo argomento, per evitare che ci si dimentichi di questo evento e per ricordarsi che il regime cinese è pericoloso. In Cina, l'evento è già stato cancellato dalla visione politica autoritaria del governo.

Foto scattata da Filip Noubel e usata dietro sua autorizzazione.

La scultura gonfiabile è stata installata in previsione del Simposio internazionale del 4 giugno 2019, che si terrà durante il weekend a Taiwan insieme a una serie di eventi commemorativi. Per commemorare il 30° anniversario del massacro verranno infatti organizzati anche una fiaccolata, conferenze e seminari.

A Taiwan la libertà di espressione è garantita, benché Pechino consideri l'isola parte del proprio territorio.

Nel 2016, l'artista e fumettista Badiucao ha messo su una performance ad Adelaide in Australia per rendere omaggio al “rivoltoso sconosciuto”. Successivamente, ha dato il via a una campagna per incoraggiare altre persone nel mondo a rappresentare il manifestante solitario.

Badiucao che impersonifica il “rivoltoso sconosciuto” ad Adelaide nel 2016. Foto: Badiucao.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.