chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Il Bhutan muove i primi passi verso l'accettazione dell'omosessualità

Activists in front of the National Assembly after the historic decision to repeal section 213 and 214 of the Bhutanese Penal Code decriminalizing homosexuality. Image via the Facebook page of Namgay Zam/LGBT Bhutan. Used with permission.

Gli attivisti di fronte all'Assemblea Nazionale dopo la decisione storica di abrogare le Sezioni 213 e 214 del Codice Penale Bhutanese che legalizzava l'omosessualità. Immagine tramite la pagina Facebook di Namgay Zam/LGBT Bhutan. Usati previa autorizzazione.

L'Assemblea Nazionale di Bhutan, in particolare la Camera Bassa del Parlamento [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione], ha mosso i primi passi verso la legalizzazione di ciò che è descritto nel loro Codice come “rapporto sessuale contro natura”, ovvero l'omosessualità.

Il 7 giugno, la stragrande maggioranza (43 a 1) dell'Assemblea Nazionale ha votato a favore dell'eliminazione delle Sezioni 213 e 214 del Codice Penale, che condannano lo sodomia e la condotta sessuale definita “innaturale”. Questa mossa è stata ampiamente accolta dagli attivisti.

Sono felice per diversi motivi tra cui il fatto che si tratta di un gesto di umanità. Felice per @LGBT_Bhutan ♥💙💜🧡💛💚 Adesso auguriamoci il meglio da NC🙏 Sono sicura che le loro voci saranno ascoltate come lo sono state quelle del NA💕

Leggi raramente applicate

Le novità sono arrivate a sorpresa per molti attivisti del paese, secondo quanto afferma il giornalista Nagay Zam, che ha contribuito alla stesura di questo post su Global Voices. Nel 2013 Zam ha scritto sui media nazionali e internazionali della comunità segreta LGBT di Bhutan e delle sfide che ha affrontato. I tre quarti delle persone di Bhutan sono buddisti; il Buddismo non condanna l'omosessualità, piuttosto insegna valori come la compassione e la tolleranza.

La comunità LGBT di Bhutan, che include circa 825.000 persone, è piccola. Secondo registri informali, la comunità di LGBTQ+ raggruppa circa 92 persone, di cui 20 esprimono pubblicamente la loro identità di genere e il loro orientamento sessuale. Le più importanti sfide per loro sono state le misure 213 e 214 del Codice Penale di Bhutan che condanna le relazioni omosessuali.

This was never much-discussed issues earlier, was never an issue! But this one single decision means a lot for the community that matters. This is why it deserves attention. 👏🏻 for the move! Happy for you all @LGBT_Bhutan https://t.co/XqguUEkG5i

— yangchen c rinzin (@ycrinzin) June 12, 2019

La questione non è mai stata così discussa prima, non è mai stata un problema! Ma questa singola decisione significa molto per la comunità. Ecco perché merita di essere attenzionata. 👏🏻  Buona fortuna a tutti voi!

La questione non è mai stata così discussa prima, non è mai stata un problema! Ma questa singola decisione significa molto per la comunità. Ecco perché merita di essere attenzionata. 👏🏻  Buona fortuna a tutti voi! @LGBT_Bhutan https://t.co/XqguUEkG5i— yangchen c rinzin (@ycrinzin) 12 Giugno 2019

Il Codice Penale del paese è stato introdotto nel 2004 e include misure della legge coloniale britannica. Il Bhutan è stato storicamente una monarchia, ma nel 2007 il paese ha svolto le sue prime elezioni parlamentari, quando è diventata una democrazia. La sezione 213 del Codice Pensa afferma:

A defendant shall be guilty of the offence of unnatural sex, if the defendant engages in sodomy or any other sexual conduct that is against the order of nature.

Un imputato sarà colpevole del reato di rapporti sessuali contro natura, se il colpevole commette sodomia o altri atti di natura sessuale che vanno contro l'ordine naturale.

La sezione 214 afferma:

The offence of unnatural sex shall be a petty misdemeanor.

Il reato di atti sessuali contro natura sarà considerato un reato inferiore.

Tuttavia, non sono state apportate modifiche a queste leggi.

Un Parlamento progressista

Il 29 maggio 2019, è stata introdotta una riforma che ha proposto la rettifica del Codice Penale del Bhutan, che non include l'eliminazione di queste due sezioni che condannano gli atti sessuali considerati ‘innaturali’. Tuttavia, durante la deliberazione parlamentare, il ministro delle finanze Lyonpo Namgay Tshering ha proposto che la sezione 213 venisse modificata. Il ministro ha sottolineato di non voler incoraggiare l'omosessualità, ma che la legge ridondante stona nello scenario internazionale e dovrà essere rimossa dal Codice Penale.

Il comitato legislativo ha presentato il nuovo emendamento all'Assemblea Nazionale e il 7 giugno la maggioranza dei membri ha votato la revoca delle sezioni 213 e 214.

La proposta di legge adesso andrà al Consiglio Nazionale, per ulteriori deliberazioni alla camera alta del Parlamento.

“Aspettiamo da una vita”

Tashi Tsheten del Rainbow Bhutan, un gruppo che rappresenta la comunità di lesbiche, gay, bisessuali e transessuali ha riferito ai media che molti attivisti si sono messi a piangere quando hanno saputo della decisione. In un post Facebook, il gruppo ha annunciato:

We only advocated to remove the Section from the Penal Code in order to advocate for recognition and inclusion for the LGBT+ community.
It gives us great pleasure to see progressive MPs who understand our issues and are willing to stand for what is right.

It's a great day to be alive!

Sosteniamo soltanto la rimozione della Sezione dal Codice Penale in modo da difendere il riconoscimento e l'inclusione della comunità LGBT+.
Ci fa molto piacere vedere il progressista MPs che comprende i nostri problemi. Siamo pronti a sostenere ciò che è giusto. È un grande momento per sentirsi vivi!

Il giornalista Namgay Zam ha fatto una diretta su Facebook per festeggiare con gli altri attivisti e ha scritto:

Dear Finance Minister, Speaker, legislative commitee members, and MPs: Name Same Kadrinche. We shed tears of joy in parliament, today. 🙏🏼

Never imagined this would happen in our lifetime, but it did.

Gentile Ministro delle Finanze, Relatore, membro del comitato legislativo e MPs: Name Same Kadrinche. Oggi abbiamo versato lacrime di gioia in Parlamento. 🙏🏼 Non potevamo immaginare che tutto ciò sarebbe accaduto nella nostra vita, ma è successo.

Pema da Rainbow Bhutan ha commentato il video:

After 27 years, I feel fully human. Valid. ❤

Dopo 27 anni, mi sento completamente umana. ❤

Gli attivisti sperano che il Consiglio Nazionale giungerà alla revoca delle due sezioni quando comincerà la sessione invernale a novembre. Dopo essere stata approvata, la proposta di legge sarà spedita per ricevere il consenso reale.

Namgay Zam ha scritto su Facebook:

Now we wait. Like my LGBTIQ friends say: We’ve waited all our lives. What difference does a few months make? 😊

Adesso ci tocca aspettare. Come dicono i miei amici del LGBTIQ: Abbiamo aspettato tutta una vita, che differenza fa qualche mese in più? 😊

Namgay Zam, il direttore esecutivo dell'Associazione Giornalistica di Bhutan ha contribuito a questo articolo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.