chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Gli innovatori tecnologici in Tanzania connettono 5000 tutor con gli studenti tramite una nuova piattaforma online

Adam A. Duma, co-fondatore di Smartclass, piattaforma di apprendimento online, mostra l'interfaccia da cellulare di Smartclass durante un'intervista. Foto di Goodhope Amani, usata su licenza.

Il governo della Tanzania ha annunciato che la scuola sarà gratuita [en, come tutti i link seguenti] dalle elementari alle superiori, ma rimane intenso il dibattito riguardo all'istruzione di qualità nella società tanzaniana.

Gli innovatori tecnologici in Tanzania sperano di migliorare la qualità dell'istruzione attraverso la tecnologia, sfruttando il fatto che circa il 45% dei tanzaniani ormai utilizza internet, e tale numero è in crescita.

A gennaio 2019, l'innovatore tecnologico Adam A. Duma ha lanciato Smartclass, una piattaforma di formazione online che connette tutor privati e qualificati con studenti e altre persone interessate ad acquisire ogni sorta di conoscenza. Duma, co-fondatore della piattaforma, la considera il risultato di una ricerca intensiva tramite la quale ha scoperto che la maggior parte dei genitori fa fatica ad ottenere tutor qualificati per insegnare ai propri figli varie materie – specialmente quelle delle scuole elementari, medie e superiori. Duma afferma:

“Smart class is an online platform which connects the best, trusted, qualified tutors to different students to different fields.  Students from normal schools, students from entrepreneurship, students from the health sector, agriculture and more than 300 fields.”

“Smart class è una piattaforma online che connette i tutor migliori, più fidati e qualificati con diversi studenti e con diverse discipline. Studenti delle scuole normali, studenti di imprenditoria, studenti del settore sanitario, agricolo e di oltre 300 ambiti.”

La piattaforma, in incubazione all'Università di Dar es Salaam, fornisce un'opportunità per i tutor qualificati di vendere le proprie abilità per un minimo di 3000 scellini tanzaniani (1.30 dollari) all'ora. Ha già attirato 5000 tutor e 7000 studenti da quando ha iniziato ad essere operativa.

Per garantire l'autenticità e le qualifiche dei tutor, la piattaforma si connette ad altre istituzioni educative per aiutare a verificare le loro informazioni.

“La tecnologia dell'Intelligenza Artificiale (AI) aiuta a valutare le qualifiche dei tutor, dato che non possiamo verificare i certificati di ogni tutor fisicamente. Abbiamo un database connesso con il National Examination Council of Tanzania (Consiglio Nazionale degli Esami della Tanzania, NECTA) e l’Università di Dar es Salaam, quindi l’AI aiuta a verificare le informazioni. Stiamo lavorando per connettere diverse istituzioni per poter soddisfare le esigenze di molte persone”, dice Duma.

Duma sta anche lavorando con il suo team per risolvere alcuni dei problemi che sono sorti tra i tutor qualificati e i loro studenti. Per esempio, alcuni studenti fanno richiesta di tutor e improvvisamente la cancellano quando i tutor si sono già avviati verso casa dello studente.

“Another issue [we face]: Students do not respond well [while learning] so we ask them to be attentive. We deal with challenges [of] students and tutors because both … are our customers. Remember once you are a tutor, you become a student automatically — because you cannot stop … learning.”

“Un altro problema che incontriamo: gli studenti non rispondono bene all'apprendimento, perciò chiediamo loro di stare attenti. Abbiamo a che fare con le problematiche di studenti e tutor perché entrambi… sono nostri clienti. Ricorda, una volta che diventi tutor, sei automaticamente uno studente – perché non si può smettere di imparare”.

Il co-fondatore di Smartclass, Adam A. Duma, fornisce indicazioni sulla piattaforma ad un partecipante durante la Fiera del Commercio Internazionale di Dar es Salaam, luglio 2019. Foto usata su licenza di Adam A. Duma.

Un cambiamento nel panorama dell'apprendimento

Internet ha cambiato il modo in cui le persone in Tanzania apprendono. Mentre più persone usano il web, accedono ai tutorial su YouTube, Slide Share, Google Scholar, Academia, tutti hanno aperto le porte a nuovi modi di imparare, ma senza sostituire i benefici di un incontro faccia a faccia con un tutor qualificato, in aggiunta all'apprendimento online.

Negli ultimi anni, il governo della Tanzania ha investito nel motivare i giovani a utilizzare la tecnologia e il web per progetti innovativi che contribuiscano a risolvere i problemi relativi alle sfide sociali ed economiche.

La Commissione per la Scienza e la Tecnologia della Tanzania (Costech), per esempio, gestisce vari poli di innovazione come Buni Hub, che promuove l'innovazione della tecnologia e del commercio. All'inizio di ottobre dello scorso anno, Sahara Sparks, un'azienda di tecnologia e innovazione, ha organizzato un grande evento a Dar es Salaam, la capitale culturale della Tanzania, dove molte start-up del settore tecnologico hanno avuto l'opportunità di presentare le proprie idee e avere un supporto nella risoluzione dei problemi sociali.

Secondo un rapporto del 2017 dell'Autorità di Regolamentazione delle Comunicazioni della Tanzania (TCRA) sull'uso di internet, il 45% dei tanzaniani utilizza internet attivamente e oltre il 51% – 23 milioni su 45 milioni di cittadini – vi ha attualmente accesso. Duma e il suo team di 14 credono che il futuro della Tanzania sia promettente, sapendo che più persone andranno su internet per cercare modi di migliorare le proprie abilità e aumentare la produttività.

“The usage of internet is very low; you don’t use [a lot of data] bundles to access Smartclass — the problem remains for people who do not have access to internet. We are focusing now to build an offline feature which will allow many people to access it.

“Il consumo di internet è molto basso; non servono molti dati (della connessione) per accedere a Smartclass – il problema resta per le persone che non hanno accesso a internet. Ora ci stiamo concentrando sulla creazione di una funzionalità offline che consentirebbe a molte persone di accedervi.”

Adam A. Duma nel suo ufficio. Foto di Goodhope Amani, usata su licenza.

La politica nazionale sull'ICT (Tecnologie dell'informazione e della comunicazione) della Tanzania del 2016 cerca di trasformare il Paese in una “società basata sulla conoscenza” attraverso l'applicazione dell'ICT. L'azienda di Duma sta lavorando duramente per sistemare tutte le problematiche relative alla nuova piattaforma, così che i tutori e gli studenti siano entrambi soddisfatti.

Smartclass, accessibile gratuitamente previa registrazione come tutor o studente, sta cambiando il contesto dell'apprendimento in Tanzania. Adesso, con molti cittadini che usano lo smartphone, i tutor possono vendere più facilmente le proprie capacità e guadagnarsi da vivere, e gli studenti possono letteralmente diventare più intelligenti – utilizzando i loro telefoni.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.