- Global Voices in Italiano - https://it.globalvoices.org -

Sri Lanka: perché a Colombo si è acceso il dibattito sulla proposta di una giornata senza auto?

Categorie: Asia meridionale, Sri Lanka, Ambiente, Citizen Media, Diritti umani, Donne & Genere, Governance, Politica, Protesta, Relazioni internazionali, Sport, Ultim'ora
[1]

Traffico serale a Wellawatte, Colombo. Immagine dell'utente Flickr Nazly. CC BY-NC-ND 2.0

Il Consiglio Comunale di Colombo di recente ha annunciato [2] [en, come i link successivi, salvo diversa indicazione] che domenica 14 luglio 2019 ci sarà la prima giornata senza automobili della città. Il Consiglio si è avvalso della collaborazione dell'Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi nello Sri Lanka per organizzare l'evento pilota – e anche se molti vedono di buon occhio questa iniziativa a favore dell'ambiente, altri ne stanno discutendo animatamente sui social media.

Preoccupazioni per la sicurezza

Molte donne, per esempio, hanno dichiarato [3] che le auto garantiscono loro protezione – estremamente necessaria – dalle molestie sessuali. Guidare permette loro di evitare di dover camminare per le strade o prendere mezzi pubblici.

Le molestie in strada [4] sono una realtà quotidiana per la maggior parte delle donne dello Sri Lanka. Nel 2015, uno studio del Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione (UNFPA) ha scoperto [5] che il 90% delle donne intervistate aveva subito molestie in strada mentre utilizzava i mezzi pubblici [6]. Di questi casi, il 74% era di natura fisica e includeva contatti indesiderati.

Su questa linea, la giornalista Marianne David ha scritto in un tweet:

No, non sosterrò una Colombo senza auto. Posso camminare a malapena per 100 metri senza che qualche disgustoso pervertito o idiota patentato mi rivolga un commento depravato o stupido o faccia qualche suono soffocato – oggi un miao, tra tutti i dannati suoni, un MIAO. Quindi no, niente Colombo senza auto per me, grazie.

In seguito ha aggiunto:

Domani è la giornata senza auto #CarFreeCMB e auguro il meglio per la riuscita dell'evento. È un buon inizio, che spero porti con sé un cambiamento positivo. Non sono contraria all'assenza delle auto, sono contraria alle molestie in strada, cosa molto più importante per me, e spero che le nostre voci possano aiutare a far nascere uno Sri Lanka dove non avvengono molestie in strada.

Benefici per l'ambiente

Il traffico nella capitale cingalese è peggiorato [11] negli ultimi tempi a causa dell'aumento di veicoli a motore – inclusi furgoni a tre ruote – sulle sue strade. Secondo i dati ufficiali [12], il numero totale dei veicoli è cresciuto del 67% nel 2017, passando a 7.2 milioni contro i 4.8 milioni del 2012. Nel 2017, con una popolazione di 21 milioni, lo Sri Lanka aveva un rapporto veicoli-persone di 1:3.

Alcuni utenti in rete hanno elogiato la proposta:

La Domenica Senza Auto, evento intrapreso dall'Ambasciata dell'Olanda in Sri Lanka insieme al CMC, è volta a ridurre la nostra dipendenza dai veicoli a motore e ad aiutarci a comprendere che le emissioni dei veicoli sono le cause principali dell'inquinamento dell'aria e del cambiamento climatico. Proviamo a camminare e ad andare in bici!

Anche l'ambasciatrice olandese è stata vista mentre percorreva concretamente (perlomeno su una bici) la via indicata a parole, quando è tornata dalla conferenza stampa a bordo della sua bicicletta. Secondo gli organizzatori dell'evento, le persone possono supportare il “CarFreeCMB [16]” spostandosi a piedi, in bicicletta, sugli skateboard o con altri mezzi non motorizzati:

Immaginate nuovamente come potremmo utilizzare le nostre strade se fossero libere dalle auto per una mattinata. Il 14 luglio dalle 6 alle 12, alcune strade selezionate saranno aperte esclusivamente ai pedoni e ai ciclisti. Partecipa a piedi, su skateboard, in bicicletta o coi rollerblade per restare in forma e mangiare sano.

Tuttavia, secondo l'utente Twitter Sanduni Hettigoda l'evento sfiora solamente la superficie del problema:

Non ha senso avere una Colombo senza auto, a meno che lo stato non affronti le cause primarie del traffico e dell'inquinamento. Ad esempio, si potrebbero introdurre più stazioni di ricarica per veicoli elettrici, ridurre i prezzi delle auto elettriche, fornire facile accesso all'energia solare.

Altri hanno messo in dubbio l'efficacia dell'iniziativa, in quanto la giornata senza auto si applica solo a una piccola parte della città e riguarda solo i veicoli privati:

1) perché etichettarlo come un ‘dibattito’ 2) #carfreecmb non si applicherà al trasporto pubblico ma solo alle auto per uso personale, da quanto ne so 3) sono onestamente scioccata da come il fattore privilegio di classe/capacità socio economica non venga opportunamente gestito né riconosciuto

La proposta di una “giornata senza auto” di @Rosy_Senanayake non è una giornata senza auto ma di chiusura delle strade. Sulla mappa si vede il tratto che verrà chiuso e come le vie principali saranno bloccate, obbligando gli automobilisti a fare deviazioni più lunghe.

Di fatto, l'utente Twitter Shamika Kulasingham non era convinta che la giornata senza auto avrebbe davvero impattato sul cambiamento di lungo periodo:

Pensavo fosse un'idea grandiosa, finché non ho realizzato che [l'iniziativa] aveva un tempo limitato in uno spazio limitato. #CarFreeCMB è più pericolosa che sostenibile, perché porterà solo ad un “attivismo del sentirsi bene”. Alternativa: migliorare il trasporto pubblico in modo tale che più persone lo utilizzino per spostarsi.

Per Radha Withanachchi, però, i problemi legati ai benefici ambientali di lungo periodo e la sicurezza delle donne erano inestricabilmente correlati:

Sono totalmente d'accordo nel ridurre l'inquinamento (è una necessità!) ma il #CarFreeCMB sarà solo un patinato evento una tantum, finché il trasporto e i luoghi pubblici non saranno sicuri per le donne.

Anupama Ranawana era d'accordo:

Ciò che evidenzi è il privilegio al cuore della campagna #carfreecmb. La gente che usa i bus, i tuk-tuk o va a piedi, deve navigare attraverso una miriade di difficoltà, tra cui il sovraffollamento, il servizio scadente, le condizioni non igieniche, le molestie sessuali. Se la campagna avesse davvero voluto eliminare le auto, avrebbe provato ad attuare una trasformazione.

Per ora, l'unica “trasformazione” all'orizzonte è rappresentata dal Colombo Light Rail Transit System [33] (Sistema di Trasporto con Metropolitana Leggera), che sarà operativo dal 2021 e che si prevede possa attenuare gran parte dei disagi attuali legati al traffico nella capitale dello Sri Lanka:

Spero davvero che la #ColomboLightRail ridurrà il tempo necessario al mio tragitto casa-lavoro di 7,5 km che attualmente impiego un'ora e mezza a percorrere! E contribuisca ampiamente al #CarFreeCMB

Cambiare la cultura delle molestie sessuali non è così immediato.