chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Chi sono le donne afrodiscendenti elette nel Parlamento portoghese?

Joacine Katar Moreira è una delle deputate elette. Foto Partido Livre, CC BY-SA 4.0, usata previa autorizzazione.

Joacine Moreira, Beatriz Dias e Romualda Fernandes sono le tre donne afrodiscendenti elette al Parlamento portoghese il 6 ottobre. Tutte e tre sono di origine guineana e sono state elette rispettivamente da Partido Livre, Bloco de Esquerda (BE) e Partido Socialista (PS); questi ultimi due sono stati parte integrante di quella che è stata chiamata geringonça, coalizione” del governo precedente alle attuali elezioni. 

Il Partido Socialista dell'attuale primo ministro António Costa ha vinto [pt, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] con facilità le elezioni legislative, ottenendo il 37% dei voti contro il 27% del Partido Social-Democrata, principale leader dell'opposizione. Nonostante ciò, il partito dovrà creare nuove alleanze per formare il governo.

In un lungo pezzo, Jornal Público ha dato rilievo al percorso di Joacine Katar Moreira fino all'arrivo in Parlamento:

Quando era pequena, Joacine Katar Moreira era conhecida como “la chica ente” porque, diz a própria, era tudo o que acabava em “ente”: impertinente, insolente, inconsequente.

Joacine conta que gostava muito de ir à escola, mas, quando chegou a Portugal, foi colocada de novo no segundo ano porque era o que se fazia habitualmente às crianças de origem africana. Esta contrariedade motivou-a a esforçar-se nos estudos, o que não a impedia de passar “o tempo todo a questionar tudo”.

Acabou por entrar na universidade. Para pagar a licenciatura trabalhou em supermercados e em hotéis. Licenciou-se em História Moderna e Contemporânea, tirou um mestrado em Estudos do Desenvolvimento e doutorou-se em Estudos Africanos no ISCTE, onde é investigadora do Centro de Estudos Internacionais.

Quando era piccola, Joacine Katar Moreira era conosciuta come “la bambina ente” perché, dice lei stessa, era tutto ciò che finisce in “ente”: impertinente, insolente, differente.

Joacine racconta che le piaceva molto andare a scuola, ma quando è arrivata in Portogallo è stata messa di nuovo al secondo anno perché era quello che si faceva abitualmente con i bambini di origine africana. Questo ostacolo l'ha motivata a impegnarsi negli studi, il che non le impediva di passare “tutto il tempo a mettere tutto in discussione”.

Infine è andata all'università. Per pagarla ha lavorato in supermercati e hotel. Si è laureata in Storia Moderna e Contemporanea, ha strappato una specializzazione in Studi di Sviluppo e ha fatto il dottorato in Studi Africani all'ISCTE, dove è ricercatrice del Centro di Studi Internazionali.

La deputata ha usato il suo account Twitter per divulgare le proposte che ha intenzione di portare in Parlamento, tra le quali la lotta alla violenza domestica e la difesa della salute mentale:

LIVRE difenderà in questa legislatura gli investimenti nella salute mentale e gli psicologi nei centri di salute. La malattia mentale non può essere trascurata nel servizio pubblico. Dobbiamo combattere i tassi di suicidio che hanno colpito molto i giovani ragazzi e appoggiare le famiglie e gli operatori sanitari.

Jornal Sábado invece ha tracciato il profilo delle altre due deputate:

Romualda Fernandes nasceu na Guiné-Bissau há 65 anos e é jurista, especialista em Direito Internacional aplicado às Nacionalidades, Condição de Estrangeiros e Direito Humanitário. Foi assessora em vários departamentos governamentais e é militante do PS há mais de 20 anos. Foi a penúltima deputada eleita pelos socialistas pelo círculo eleitoral de Lisboa, ocupando o 19.º lugar da lista do PS. (…)

Beatriz Gomes Dias, de 48 anos, nasceu em Dakar, no Senegal, oriunda de uma família guineense. Formada em Biologia, foi professora do ensino secundário e é aluna do mestrado de Comunicação de Ciência na Faculdade de Ciências Sociais e Humanas da Universidade Nova de Lisboa.

Romualda Fernandes è nata in Guinea-Bissau 65 anni fa ed è una giurista, specializzata in Diritto Internazionale applicato a Nazionalità, Condizione degli Stranieri e Diritto Umanitario. È stata assessora in vari dipartimenti governativi ed è militante del PS da più di 20 anni. È stata la penultima deputata eletta dai socialisti al circolo elettorale di Lisbona, andando a occupare il 19° posto nella lista del PS. (…)

Beatriz Gomes Dias, di 48 anni, è nata a Dakar, in Senegal, originaria di una famiglia guineana. Formata in Biologia, è stata insegnante di scuola secondaria e si è specializzata in Comunicazione Scientifica alla Facoltà di Scienze Sociali e Umane dell'Università Nuova di Lisbona.

Sono state varie le persone che hanno dato rilievo all'elezione delle tre donne, tra cui Miguel de Barros, ricercatore e attivista del Guinea-Bissau:

Histórico! Eleitas pela primeira vez em #Portugal #mulheres #negras para o #parlamento, sendo 3 de uma assentada e todas originárias e/ou descendentes da #GuinéBissau: Beatriz Dias (Pedagoga/BE), Joacine Moreira (Historiadora/Livre) e Romualda Fernandes (Jurista/PS)! Fabuloso

Momento storico! Elette per la prima volta in Portogallo delle donne nere al parlamento, tutte e tre originarie e/o discendenti del Guinea-Bissau: Beatriz Dias (Maestra/BE), Joacine Moreira (Storica/Livre) e Romualda Fernandes (Giurista/PS)! Grandioso

Sulla stessa linea è stata la reazione di Sidney Cerqueira, nativo e abitante del Guinea-Bissau:

Três mulheres NEGRAS foram eleitas para o Parlamento Português. Sim, NEGRAS, e são todas do meu país, Guiné-Bissau. Tenho dito e volto a dizer, a pátria de Cabral está num ponto de viragem. Chegou aquele momento de virarmos a página e fecharmos definitivamente este ciclo vergonhoso de pós independência.

Estamos a um passo de nos libertarmos das garras dos traficantes, incompetentes, bandidos, corruptos e inimigos da nossa GRANDE NAÇÃO. Por isso, convém escolhermos bem o nosso caminho e a quem estendemos a mão… Viva nó DEPUTADAS!

ORGULHO PASSANTA NA MINHA PITO, MINDJERIS BALENTIS!!

Tre donne NERE sono state elette al Parlamento Portoghese. Sì, NERE, e sono tutte del mio paese, il Guinea-Bissau. Ho detto e torno a dire che la patria di Cabral è a un punto di svolta. È arrivato il momento di voltare pagina e chiudere definitivamente questo vergognoso ciclo di post-indipendenza.

Siamo a un passo dal liberarci dagli artigli dei trafficanti, degli incompetenti, dei ladri, dei corrotti e dei nemici della nostra GRANDE NAZIONE. Per questo ci conviene scegliere bene il nostro cammino e a chi tendiamo la mano… Lunga vita alle DEPUTATE!

GRANDE ORGOGLIO!

Joacine Katar Moreira si è trovata coinvolta in una polemica dopo la divulgazione dei risultati. Moreira ha celebrato la vittoria sotto una bandiera del Guinea-Bissau, cosa che ha provocato la diffusione di una petizione contro di lei, nella quale si legge:

Não se percebe por que a recente eleita senhora deputada Joacine Katar Moreira, de forma direta, deixou que nos festejos da sua eleição fosse exibida a bandeira da Guiné-Bissau.

O Art. 12º [da Constituição da República Portuguesa] na primeira alínea refere que: ‘Todos os cidadãos gozam dos direitos e estão sujeitos aos deveres consignados na Constituição’. Ora, o comportamento da suposta cidadã, Joacine Katar Moreira, fica novamente em causa por se verificar um comportamento antipatriótico com o ato descrito anteriormente

Non si capisce perché la signora deputata Joacine Katar Moreira, recentemente eletta, abbia lasciato direttamente che nei festeggiamenti della sua elezione sia stata esibita la bandiera del Guinea-Bissau.

L'Art. 12º [della Costituzione della Repubblica Portoghese] nella prima frase dice che: ‘Tutti i cittadini godono di diritti e sono soggetti ai doveri sanciti dalla Costituzione’. Ora, il comportamento della suddetta cittadinaJoacine Katar Moreira, è di nuovo in discussione a causa del comportamento antipatriottico che si è verificato nell'atto descritto precedentemente

Joacine Katar Moreira ha risposto su Twitter:

Persone che all'improvviso sognano che io lasci la mia carica di deputata quattro giorni dopo le elezioni, credendo di rendere la mia vita un inferno, senza contribuire a nulla e sminuendo tutto, oppure firmando petizioni, ascoltate: questa è sempre stata una guerra per persone come me.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.