chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Google rimuove il gioco di ruolo dei manifestanti di Hong Kong dal suo Play Store

Immagine da Stand News

La versione cinese dell'articolo è stata pubblicata su Stand News [zh] il 10 ottobre 2019. La versione inglese è stata pubblicata su Global Voices come parte di un accordo di partnership sui contenuti.

Un'applicazione per cellulari di un gioco di ruolo, con una trama basata sulle recenti proteste di Hong Kong [en, come i link successivi], è stata sospesa da Google Play per violazione della “policy su eventi sensibili” della piattaforma. Pochi giorni fa, Apple Store ha anche rimosso un'applicazione che indicava in tempo reale i luoghi delle proteste e le operazioni di polizia.

Il gioco per cellulari, intitolato “The Revolution of Our Times” (La Rivoluzione dei Nostri Tempi), è stato lanciato il 5 ottobre e rimosso tre giorni dopo.

Il gioco fornisce dettagli sul contesto politico che conduce alle proteste, con una mappa sui luoghi principali delle contestazioni ad Hong Kong.

Il protagonista/giocatore si trova nei panni di un comune cittadino di Hong Kong, frustrato dal fallimento del Movimento degli Ombrelli del 2014 a favore della democrazia e la degenerata situazione politica ad Hong Kong. Lei/lui deve decidere se prendere parte alla protesta anti estradizione del 9 giugno 2019. Una volta presa la decisione, lei/lui entra nel gioco e deve fare diverse scelte, come ad esempio quali luoghi di protesta raggiungere, quali attrezzature portare con sé e se partecipare alla protesta successiva, ecc. Ogni decisione comporterebbe alcuni rischi (cioè gli arresti) che influiscono sullo sviluppo personale del protagonista, sulle sue relazioni con gli altri e sull'opinione pubblica della città.

In un'intervista telefonica con Stand News, lo sviluppatore del gioco, con lo psudonimo “Spinner of Yarns” (Cantastorie), ha affermato di aver ricevuto un'email di notifica da Google che il gioco per cellulari aveva violato la “policy sugli eventi sensibili” della società e che doveva essere rimosso. Secondo la policy, gli eventi sensibili si riferiscono a “contenuti che posso essere ritenuti speculativi o privi di ragionevole sensibilità verso disastri naturali, conflitti, decessi o altri tragici eventi.” Vieta, inoltre, agli sviluppatori di arricchirsi con “gravi tragedie o conflitti in corso” attraverso i videogiochi.

Prima che il gioco fosse eliminato, è stato scaricato 4500 volte e ha prodotto 1500 dollari di Hong Kong (circa 200 dollari statunitensi) di guadagno. Spinner of Yarns ha sottolineato che l'80% del profitto del gioco sarebbe stato donato a Spark Alliance, un fondo per la difesa legale dei manifestanti arrestati e ha presentato un ricorso contro Google. Ha anche chiesto a Google di spiegare il motivo per cui la società consideri le proteste di Hong Kong un evento sensibile e se l'azione della società non costituisca solamente una pratica di autocensura politica. Ha affermato:

It is a practice of self-censorship if the game could be shelved on Google store upon removing all references to Hong Kong protests.

È una pratica di autocensura se il gioco può essere accantonato su Google store subito dopo aver rimosso tutti i riferimenti alle proteste di Hong Kong.

Spinner of Yarns ha studiato scrittura creativa all'università ed è stato assunto da una società di informatica subito dopo la laurea. Ha lasciato il lavoro e ha trascorso più di un mese a sviluppare il gioco.

In un post inaugurale sul forum Reddit-like LIHKG, ha spiegato che il suo intento principale è di catturare l'attenzione internazionale sulla situazione delle proteste ad Hong Kong.

Dato che l'applicazione per cellulari ha una funzione di inviare messaggi a tutti gli iscritti, intendeva utilizzarla come canale per gli aggiornamenti delle notizie sulle proteste di Hong Kong.

Un certo numero di società straniere è stato accusato di aver ceduto alle pressioni del governo cinese per aver censurato le proteste di Hong Kong. La società americana di videogiochi Blizzard ha recentemente espulso un giocatore di e-sport di Hong Kong da un torneo per il gioco Hearthstone, dopo aver gridato uno slogan a favore della democrazia in un'intervista post partita.

Apple ha rimosso dallo store l'applicazione HKmap.live, che informa gli utenti dei luoghi delle proteste e delle operazioni di polizia, subito dopo che il Partito Comunista Cinese associato al People’s Daily ha accusato la società di aver prestato assistenza ai “rivoltosi” di Hong Kong. Mentre l'applicazione potrebbe aiutare gli utenti ad evitare di percorrere le aree dei conflitti violenti, Apple ha annunciato al New York Times:

The app displays police locations and we have verified with the Hong Kong Cybersecurity and Technology Crime Bureau that the app has been used to target and ambush police, threaten public safety, and criminals have used it to victimize residents in areas where they know there is no law enforcement.

L'applicazione mostra le postazioni della polizia e abbiamo verificato con l'ufficio per i crimini informatici e tecnologici che l'applicazione è stata usata per prendere di mira e cogliere di sorpresa la polizia, minacciare la pubblica sicurezza e i criminali l'hanno utilizzata per perseguitare gli abitanti delle aree dove non ci sono le forze di polizia.

Stand News ha contattato Google per ulteriori dichiarazioni circa la rimozione del gioco per cellulari. Google ancora non ha dato risposta.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.