chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

In un villaggio galleggiante della Cambogia, i bambini si allontanano dall'istruzione scolastica

Bambini si allontanano in barca dalla scuola elementare galleggiante Kbal Taol, nella comune di Koh Chivaing, nella provincia di Battambang.

Questo articolo [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] modificato di Saut Sok Prathna proviene da VOD News, un sito di informazione indipendente in Cambogia, e viene ripubblicato su Global Voices grazie a un accordo di condivisione dei contenuti.

A Kbal Taol, un villaggio galleggiante nella comune di Koh Chivaing nella provincia di Battambang, la maggior parte delle famiglie dipende dalla pesca per la propria sopravvivenza.

I bambini, alcuni sin dalla tenera età, sono ingaggiati per aiutare le loro famiglie a pescare e molti abbandonano la scuola per contribuire agli affari di famiglia.

Kheng Tikhea ha detto di voler perseguire un'istruzione superiore, ma ha abbandonato la scuola quattro anni fa in seconda media per pescare. Tikhea, ora diciottenne, ha detto che le sue lezioni sono state abbastanza dispersive, con studenti che mancavano da scuola per diversi mesi di fila a seconda della stagione.

Some children can’t catch up with other students and decide to stop and go to work. I dropped my studies because of the poor living conditions of my family.

Alcuni bambini non riescono a stare al passo con gli altri studenti e decidono di smettere e andare a lavorare. Io ho lasciato gli studi a causa delle cattive condizioni di vita della mia famiglia.

Yi Rith, 43 anni, ha detto che solo due dei suoi sei bambini vanno a scuola. Uno è in seconda media e l'altro in quinta superiore, entrambi studiano a Siem Reap con il finanziamento di un'organizzazione coreana.

My other four children don’t go to school. They scavenge — even my little 7-year-old boy.

I miei altri quattro figli non vanno a scuola. Frugano tra i rifiuti in cerca di cibo – anche il mio piccolo di 7 anni.

C'è solo una scuola elementare locale, e “non abbiamo i mezzi per mandare i nostri figli a scuola”, ha detto.

Leng Kheng, il vice capo villaggio di Kbal Taol, ha detto che il problema è diffuso nel villaggio a causa della povertà.

Secondo i dati registrati dalla comune di Koh Chivaing, Kbal Taol ha una popolazione di circa 3000 persone, e più di 1000 sono bambini tra i 6 e i 17 anni.

Il villaggio è a predominanza khmer, a differenza di molti villaggi galleggianti nel Paese popolati da minoranze etniche.

Tiv Piseth, il direttore della scuola elementare di Kbal Taol – composta da due edifici scolastici galleggianti – ha detto che ci sono più di 500 bambini in età da scuola elementare nel villaggio, ma solo 262 sono iscritti.

Attualmente, in prima media ci sono solo 10 studenti e solo in pochi andranno alla scuola secondaria. Secondo Piseth, la maggior parte degli anni solo due o tre dei ragazzi usciti dalla scuola Kbal Taol hanno continuato gli studi, e in alcuni anni nessuno.

Negli ultimi anni la Cambogia ha fatto progressi nell'aumentare il tasso di frequenza scolastica nazionale, passando da un 82% di iscrizioni alla scuola elementare nel 2007 al 90% a livello nazionale nel 2017. Ma nelle aree rurali molti bambini continuano a lasciare gli studi, in particolare una volta terminata la scuola elementare.

Secondo l’Indagine socio-economica 2017 dell'Istituto Nazionale di Statistica presso il Ministero della Pianificazione, le aree rurali hanno avuto un tasso di iscrizione dell'89% alla scuola elementare, ma solo del 44% alla scuola secondaria inferiore e del 24% alla scuola secondaria superiore.

I numeri rappresentano comunque un miglioramento per le aree rurali, da 81%, 25% e 8% rispettivamente per le scuole primaria, secondaria inferiore e secondaria superiore secondo l'Indagine socio-economica 2007.

Il portavoce del ministero dell'istruzione Dy Khamboly ha dichiarato che il ministero fornisce opportunità educative per tutti e promuove l'istruzione scolastica tra tutta la popolazione. Tuttavia, ha riconosciuto che i tassi di abbandono della scuola sono ancora un problema, nonostante i recenti progressi:

We’ve reduced dropout rates a lot as well as the rate of students being held back a grade. Compared to previous years, they are really small percentages.

Abbiamo ridotto di molto i tassi di abbandono, così come il tasso a cui gli studenti vengono bocciati. Rispetto agli anni precedenti, le percentuali sono davvero basse.

Un’indagine di Transparency International del 2014 ha evidenziato come l'accesso alla scuola sia diventato più facile per quasi tutti i rispondenti grazie al crescente numero di scuole e insegnanti e, in misura minore, alle strade migliori, al maggiore incoraggiamento da parte dei genitori e ai più facili processi di iscrizione.

San Chey, direttore esecutivo del Network Affiliato per la Responsabilità Sociale in Asia Orientale e nel Pacifico, basato in Cambogia, ha detto che alcuni segmenti della popolazione rimangono vulnerabili alla scarsa istruzione, specialmente le famiglie che emigrano e quelle che vivono in aree povere e remote. I villaggi galleggianti, spesso abitati da minoranze etniche, sono particolarmente vulnerabili.

È importante valutare e trattare le cause di fondo per le quali i bambini non vengono mandati a scuola, ha aggiunto:

There needs to be serious conditions imposed on parents to guarantee they will not take their children out of school to work as child laborers.

Si devono imporre condizioni serie ai genitori per garantire che non tolgano i loro figli da scuola per farli lavorare.

Hok Ranoa, insegnante alla scuola elementare di Kbal Taol, ha dichiarato che anche i suoi studenti iscritti entrano ed escono continuamente da scuola perché sono occupati a pescare, rendendo difficile seguire un percorso di studi prefissato.

L'anno scolastico spesso inizia con pochissimi studenti, e quando gli altri si uniscono ai corsi si trovano già indietro, ha detto.

“A volte riescono a recuperare e a volte no”, ha affermato.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.