chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

La morte di un canguro nello zoo di Trinidad riaccende il dibattuto sui fuochi d'artificio troppo rumorosi

Una schermata presa da un video caricato sulla pagina Facebook dello Emperor Valley Zoo, intitolato “In Memoria di Joey”. Il canguro è morto a 18 mesi, presumibilmente in seguito al trauma sofferto durante lo spettacolo pirotecnico il Giorno dell'Indipendenza di Trinidad e Tobago.

Il 6 settembre 2019 un canguro, degnamente chiamato Joey, è morto in uno zoo di Trinidad, presumibilmente in seguito al trauma derivante dal frastuono di uno spettacolo pirotecnico. La morte di Joey ha riacceso un infuocato dibattito sulla controversa natura degli zoo e, inoltre, sull'inquinamento acustico.

In tutto il mondo gli zoo, concepiti originariamente per esporre gli animali selvatici per l'intrattenimento umano, sono una tematica controversa [en, come i link seguenti]. Tuttavia, la maggior parte delle nazioni hanno gli zoo; nel caso di Trinidad e Tobago, lo Emperor Valley Zoo è stato fondato il 23 aprile 1947. È ubicato su sette ettari in prossimità del Queen's Park Savannah a Port of Spain, la capitale, e mostra le specie autoctone ed esotiche di mammiferi, rettili, uccelli e pesci.

Lo zoo ha acquisito quattro canguri rossi ad agosto 2019, tutti allevati in cattività e allevati particolarmente per questa ubicazione. Quando Joey è morto, lo zoo ha attribuito la colpa francamente all'esplosivo frastuono dello spettacolo pirotecnico del Giorno dell'Indipendenza nazionale, che si è svolto nelle immediate vicinanze dello zoo il 31 agosto 2019:

We have already spoken about the loud noise levels and close proximity to the zoo of this year’s Independence night fireworks. This has affected not only our animals but animals and their families across Port of Spain. We have heard numerous stories. Within a short time of the fireworks starting, we observed the intense fluttering of some of our smaller birds who died within minutes and several other animals were visibly traumatized. We have worked to stabilize those affected animals but unfortunately we are sad to announce that one of our small male kangaroos did not recover from the shock and trauma experienced. On the night and since then we did our best with our animals. Now we must do more. We make a public call for a complete ban on fireworks in Trinidad and Tobago. Our animals and the families they are part of cannot continue in this way.

Abbiamo già parlato degli elevati livelli di rumore e dell'immediata vicinanza dello zoo ai fuochi d'artificio nella notte dell'Indipendenza di quest'anno. Questo ha avuto un impatto non solo sui nostri animali, ma anche sugli animali e le loro famiglie in tutta Port of Spain. Abbiamo sentito numerose storie. Poco tempo dopo l'inizio dello spettacolo pirotecnico, abbiamo osservato l'intenso svolazzare dei nostri uccelli più piccoli, che sono morti in pochi minuti, e numerosi animali sono stati visibilmente traumatizzati. Abbiamo lavorato per stabilizzare questi animali, ma purtroppo siamo rattristati dal dover comunicare che uno dei nostri piccoli canguri non si è ripreso dallo shock e dal trauma sofferto. Durante quella notte e da allora abbiamo fatto del nostro meglio per i nostri animali. E adesso dobbiamo fare di più. Facciamo un appello pubblico per un divieto assoluto dei fuochi d'artificio a Trinidad e Tobago. I nostri animali e le famiglie di cui fanno parte non possono continuare in questo modo.

I sostenitori degli zoo argomentano che giocano un importante ruolo nell'istruzione, l'allevamento e la salvaguardia delle specie animali, ma le condizioni di vita negli zoo sono spesso anguste e deprimenti, confrontate con il loro habitat naturale. Inoltre gli animali in cattività soffrono di solitudine e, a volte, anche gli abusi. L'associazione per il trattamento etico degli animali (PETA), che tenacemente si batte contro gli zoo, riferisce che gli animali in gabbia possono sviluppare una condizione denominata “zoochosi”, in cui “dondolano, ondeggiano o passeggiano ininterrottamente, e alcuni finiscono persino con il ferire sé stessi”.

Mentre alcuni utenti dei social media hanno respinto la spiegazione dello zoo, chiedendo se si deve forse incolpare la qualità del recinto dei canguri, la maggioranza degli internauti sembra concordare con lo zoo e ha iniziato a protestare di nuovo per vietare i fuochi d'artificio.

I fuochi d'artificio stanno diventando sempre più popolari a Trinidad e Tobago e, nonostante le restrizioni sul loro impiego previste dalla legge sugli illeciti amministrativi, il Summary Offences Act, sono spesso fatti esplodere dai privati cittadini in speciali occasioni. Contrariamente a quanto previsto da questa legge, la maggior parte delle persone che fanno esplodere i fuochi d'artificio (i cui livelli di decibel sono in palese contravvenzione con la legge sull'inquinamento acustico) non hanno le autorizzazioni richieste. Nonostante gli spettacoli pirotecnici del Giorno dell'Indipendenza siano eventi pubblici con orari d'inizio e fine predefiniti, si svolgono nei centri delle città, quindi i loro effetti sono amplificati e di vasta portata. L'esplosione dei fuochi d'artificio a Natale e a Capodanno, tuttavia, si svolge per lo più nelle zone residenziali e dura spesso per ore.

Una nuova petizione online in circolazione dice che il frastuono dei fuochi d'artificio ha un effetto negativo sia sulle persone che sugli animali e che, nel contesto delle restrizioni delle locali banche sui limiti sulle valute estere, è anche “un totale spreco di FOREX per Trinidad e Tobago”. Al momento della stesura di questo articolo, la petizione ha raccolto più di 1500 firme. Una precedente petizione per porre fine ai fuochi d'artificio ha attratto più di 3500 sostenitori, senza contare le attività intraprese dai gruppi per i diritti animali nel corso degli anni.

I netizen di Facebook sono rimasti sconvolti dalla morte di Joey. Caroline Taylor ha riflettuto affermando che “i fuochi d'artificio silenziosi [e] un minore inquinamento acustico sono urgentemente necessari”, mentre Caroline Lewis ha commentato, “Com'è triste che gli uomini non conoscano la natura e gli animali, prima di infliggere condizioni di vita innaturali a queste straordinarie creature estrapolate dal loro […] habitat naturale!”

Un utente di Facebook, Kerry Boyce, ha chiesto se lo zoo possa essere ricollocato in un luogo più idoneo, ma DK Persad ha affermato:

It's not just Port of Spain. There were fireworks in [south Trinidad] also. It's every event that people feel requires fireworks; Divali, Christmas, New Years, Carnival etc. I fully support the ban unless they use silent ones.

Non c'è solo [la capitale] Port of Spain. Ci sono spettacoli pirotecnici anche in [sud Trinidad]. È ogni evento dove la gente pensa che siano necessari i fuochi d'artificio; Divali, Natale, Capodanno, Carnevale, ecc. Appoggio pienamente il divieto, a meno che utilizzino [fuochi d'artificio] silenziosi.

Il giorno 8 settembre 2019 i media locali hanno riportato che un'azienda privata ha proposto un'offerta di 40 acri di terreno in cui ricollocare lo zoo, ottenendo risposte contrapposte.

Un utente di Facebook, Son Du, ha detto:

Not a fan of keeping animals in captivity, but if there must be a zoo, this is a less offensive possibility. And the sanctuary idea is best. Moving an expanded version to Central would also create jobs there. Win-win. I could only hope that the unnecessary death of a defenseless baby kangaroo could drive people on all sides of this to put their egos and agendas aside, but I ent holding meh breath.

Non sono un fanatico del tenere gli animali in cattività, tuttavia se ci deve essere uno zoo, questa è una possibilità meno offensiva. E l'idea del santuario è la migliore. Spostare una versione estesa a Central creerebbe anche posti di lavoro qui. È vantaggioso per tutti. Posso solo sperare che l'inutile morte di un cucciolo di canguro indifeso spinga la gente a mettere da parte il loro egoismo e i [loro] programmi, ma trattengo il respiro.

Maria Rivas-Mc, in un aggiornamento privato del proprio stato, qui ripubblicato con autorizzazione, ha focalizzato maggiormente la necessità di vietare i fuochi d'artificio:

A matter for serious consideration? How hard is it to ban loud fireworks? To not give a noise variation. To not sponsor it? You are all culpable.
That apart, I’m sure there was talk years ago of moving the Zoo and creating a nature reserve of sorts.

Una questione da considerare seriamente? Quanto è difficile vietare i fuochi di artificio? Non dargli una variazione acustica? Non sponsorizzarli? Siete tutti colpevoli. A parte questo, non mi sembra che anni fa si sia parlato di spostare lo Zoo, creando una specie di riserva naturale.

Sarita Rampersad, d'altra parte, ha ribattuto:

So it’s easier to build another zoo and relocate the animals than ban fireworks.
Man I wish I was so rich that gov’t policy bent around me.

È quindi più semplice costruire un altro zoo e ricollocare gli animali, piuttosto che vietare i fuochi d'artificio.
Caspita, vorrei essere così ricco in modo che la politica del governo si inchini intorno a me.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.