chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Lilly Satidtanasarn, la dodicenne che sfida l'inquinamento della plastica in Thailandia

Lilly Satidtanasarn spiega ai bambini dell'asilo la necessità di eliminare la plastica monouso nella società. Foto dalla pagina Facebook di Bye Bye Plastic Bags Thailand.

La dodicenne Ralyn ‘Lilly’ Satidtanasarn era presente alla protesta ‘dei morti’ [en, come i link successivi, salvo diversa indicazione] del 20 settembre 2019 di fronte al Ministero delle Risorse Naturali e dell'Ambiente della Thailandia, la quale ha simbolizzato il peggioramento della crisi climatica. Questa era una delle varie iniziative durante lo sciopero globale per il clima, dato inizio da una maggioranza di giovani intorno al mondo, per evidenziare [it] il bisogno di agire urgentemente per annullare il rapido riscaldamento del pianeta.

Lilly è nota in Thailandia come sostenitrice per la riduzione dell'uso di plastica. Ha dialogato con ufficiali, capi di corporazioni aziendali, e capi civili negli ultimi quattro anni riguardo l'inquinamento causato dalla plastica monouso.

I suoi sforzi hanno con successo attirato l'attenzione sugli allarmanti rifiuti di plastica in Thailandia. E la sua attività è stata riconosciuta da un supermercato di Bangkok, che si è convinto a smettere di offrire buste di plastica per un giorno a settimana.

In un'intervista su WhatsApp con l'autore e, facilitato dalla famiglia, Lilly ha detto che non è sicura di potersi definire una sostenitrice ambientale poiché ritiene che il suo lavoro sia più una responsabilità:

I feel the responsibilities to do something about it now. I don’t know that I am an environment advocate like you said. I just want to do something to help out. My family always teach me that if we can do something to help then we should. I saw many issues where we live and I know even kids like me can change to do something about it, so I do that. Also, it’s not enough that only I-myself do something. Everyone should come help too. The government and people with power too. I can tell others to help by letting them know the issues and that they can do something about it.

Sento la responsabilità di fare qualcosa a riguardo, ora. Non so se sono una sostenitrice ambientalista come hai detto tu. Voglio solo fare qualcosa per aiutare. La mia famiglia mi ha sempre insegnato che se puoi fare qualcosa per aiutare, dovresti farlo. Ho visto che ci sono molti problemi dove viviamo e so che anche i più giovani come me possono fare cambiamenti e fare qualcosa a riguardo, quindi faccio così. Inoltre, non è abbastanza se solo io/me stessa faccia qualcosa. Anche gli altri dovrebbero venire ad aiutare. Anche il governo e le persone di potere. Posso chiedere agli altri di aiutare spiegando loro i problemi e che loro possono fare qualcosa a riguardo.

L'interesse di Lily per l'ambiente è cominciato quando ha visto dei rifiuti di plastica sulla spiaggia durante una vacanza con la famiglia all'età di otto anni.

Condivide alcune delle sfide e difficoltà affrontate quando si è messa in contatto con autorità e altri capi in società:

Adults think I’m doing homework or a school project. They didn’t take me seriously but I kept emailing them and now they take me seriously. I have meetings with them and present my ideas and I showed them what I have done so far. People will follow me not because I have an opinion or knowledge about something. People will follow me because I do it, I showed them I made the change.

Gli adulti pensano che stia facendo i compiti o un progetto per la scuola. Non mi prendevano seriamente, ma ho continuato a mandare e-mail e ora mi prendono seriamente. Vado agli incontri con loro e presento le mie idee e gli faccio vedere cosa ho fatto fino ad allora. Le persone mi seguiranno non perché ho un'opinione o la conoscenza su qualcosa. Le persone mi seguiranno perché io lo faccio, gli ho dimostrato che sono io a fare il cambiamento.

Lilly, la Greta Thunberg della Thailandia, si lancia nella ‘guerra’ contro la plastica.

Molti servizi sui media descrivono Lilly come la Greta Thunberg della Thailandia, la sedicenne attivista climatica svedese la quale è divenuta un'icona popolare sullo sciopero globale per il clima. Questa è la reazione di Lilly:

Greta is very important to me. She symbolizes that kids have power to change and I have believed that for a long time already. I don’t think I’m Greta of Thailand. I’m my own person. So, I’m Lilly. I live in Thailand and I’m a citizen of the world. The earth is what we all have in common.

Greta è molto importante per me. Lei dimostra che i più giovani hanno il potere di fare cambiamenti e io ci credo già da molto tempo. Non penso di essere la Greta della Thailandia. Io sono me. Cioè, sono Lilly. Vivo in Thailandia e sono cittadina del mondo. La Terra è ciò che tutti noi abbiamo in comune.

Questo è ciò Lilly ricorda agli ufficiali thailandesi:

I think if the government agrees that our environment is important then they should declare that we are in a crisis in all parts of Thailand. We have serious droughts and flooding for decades. So many sea creatures are dead from eating plastic. We have only 34% of the rainforest left in Thailand. We are depleting fossil fuels. There won’t be any left. And we have so many new factories and increasing carbon emission. So, with all the issues we are facing, we should declare Climate Emergency for Thailand.

Penso che se il governo è d'accordo sul fatto che il nostro ambiente è importante, allora dovrebbero dichiarare che stiamo vivendo in una crisi in ogni parte della Thailandia. Abbiamo avuto siccità e inondazioni per decenni. E molti animali marini sono morti per aver mangiato plastica. Abbiamo solo il 34% della foresta pluviale rimasta in Thailandia. Stiamo esaurendo i combustibili fossili. Non ne rimarrà alcuno. E abbiamo così tante nuove fabbriche che stanno aumentando le emissioni di carbonio. Quindi, con tutti questi problemi che stiamo affrontando, dovremmo dichiarare Emergenza Climatica in Thailandia.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.