chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

La Mitrovica Rock School unisce i giovani albanesi e serbi in una città segregata del Kosovo

Esibizione della band The Moonage al concerto della  Scuola Estiva Skopje 2019. (Fonte: Mitrovica Rock School Facebook page)

Questa storia di Jose Carpintero Molina e Arolda Elbasani è stata precedentemente pubblicata su Balkan Diskurs, [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] un progetto del Post-Conflict Research Center (PCRC).Una versione modificata viene ripubblicata da Global Voices nell'ambito di un accordo di condivisione dei contenuti.

 

Mitrovica [it], o Kosovska Mitrovica in serbo e Mitrovicë in albanese, è una città nel Kosovo settentrionale vicino al confine con la Serbia. È abitata da entrambi i gruppi etnici: albanesi e serbi che vivono in due distinti distretti, sud e nord, situati sui lati opposti del fiume Ibar. L'area, che comprende il ponte sul fiume, è stata un punto focale per incidenti interetnici che hanno spesso scatenato una crisi e compromesso la stabilità dei Balcani. Le tensioni politiche legate al rifiuto della vicina Serbia di riconoscere l'indipendenza del KosovoKosovo si sono intrecciate con gli interessi della mafia locale che utilizza la regione di confine per operazioni di contrabbando su vasta scala. Nel 2018 Oliver Ivanović il moderato politico serbo locale, che ha promosso l'integrazione dei serbi etnici all'interno delle istituzioni del Kosovo, è stato assassinato davanti al suo ufficio a Mitrovica. I sospettati sono ancora in libertà.

Gli interventi internazionali nei Balcani, che includono ampi finanziamenti per la prevenzione dei conflitti e le attività di riconciliazione, hanno spinto una “industria” tentacolare di iniziative della società civile. Tuttavia, questi sono in genere vulnerabili ai finanziamenti internazionali o diretti alle priorità dei donatori e focalizzati sulla costruzione di capacità per prosperare nel mondo delle sovvenzioni. Non sorprende che le organizzazioni sponsorizzate dai donatori siano spesso percepite come “agenti stranieri” e/o che rappresentino un gruppo etnico specifico, il che ostacola il loro potenziale ruolo di attori che lavorano per le comunità e fungono da collegamento delle comunità divise.

Tra le poche iniziative civiche che sono riuscite a trasformarsi in centri popolari che prosperano e si espandono sulla richiesta di cittadini di diversi gruppi etnici c'è la Mitrovica Rock School. È iniziato come un tipico progetto sponsorizzato a livello internazionale nel 2008 ed è diventato una ONG indipendente nel 2012 grazie ai finanziamenti del Ministero degli Affari Esteri olandese.

Inoltre, lavorare in una città caratterizzata da profonde divisioni con – separati spazi, servizi governativi, linee telefoniche, scuole e valute, nonché casi occasionali di violenza – non è stato facile. Secondo Dren Puka, direttore della ricerca presso la Kosovar Civil Society Foundation, le divisioni comunali pongono chiari limiti all'azione civile comune:

One of the main characteristics that defines Mitrovica is the absence of hope… Once you return home after participating in an activity, you are surrounded by the fear that is used to keep the city isolated.

Una delle caratteristiche principali che definisce Mitrovica è l'assenza di speranza… Una volta tornato a casa dopo aver partecipato a un'attività, sei circondato dalla paura che viene utilizzata per mantenere isolata la città.

Wendy Hassler-Forest, responsabile del programma e rappresentante regionale della fondazione olandese Musicians without Borders (Musicisti senza Frontiere), e uno dei fondatori stranieri della scuola, concorda:

Working in a place where people can’t even meet is tricky. I came to realize that people on the two sides of Mitrovica really don’t know anything about each other.

Lavorare in un posto dove le persone non possono nemmeno incontrarsi è difficile. Mi sono resa conto che le persone sui due lati di Mitrovica non si conoscono per niente.

Alcune delle attività interetniche congiunte della Mitrovica Rock School si sono svolte inizialmente a Skopje, la capitale della vicina Macedonia del Nord, come un “terreno sicuro e neutro” dove i ragazzi che di solito non si avventurano dall'altra parte del fiume nella città si sentissero al sicuro di interagire con i loro coetanei dell'altra comunità.

Nonostante tali ostacoli, la scuola è gradualmente riuscita a riunire albanesi e serbi, che raramente attraversano il fiume per andare dall'altro lato della città, per creare musica. Dalla sua fondazione 12 anni fa, la scuola può vantarsi di avere circa 1300 studenti, di avere 49 gruppi multietnici, di organizzare numerosi concerti ben frequentati e di mantenere un programma sostenibile, il tutto godendo della popolarità di un centro multietnico a Kosovo e oltre. Nel 2019, 112 studenti hanno partecipato a 1782 lezioni di acquisizione di competenze e 179 sessioni di pratica per band. 10 band misti hanno suonato a 96 prove e 13 concerti nel nord e nel sud di Mitrovica, Pristina, Leposavic, Brezovica, Novo Selo, Skopje e Belgrado.

Un passato utile e il potere trascendente della musica

La scuola è stata fondata con il motto “Restituiamo insieme l'orgoglioso patrimonio musicale di Mitrovica”, connotando un passato ricco, anche se spesso dimenticato, quando Mitrovica era un centro multiculturale con una ricca scena culturale. Promuovendo un punto focale specifico – un interesse per la musica rock – gli organizzatori fanno appello ai gusti individuali degli adolescenti di diverse comunità e sottolineano il rispetto e la tolleranza reciproci piuttosto che i legami comuni.

Questa attenzione si traduce in una serie di attività interessanti – lezioni quotidiane, settimane di formazione, seminari e concerti, nonché l'opportunità di creare gruppi musicali – che in genere coinvolgono una varietà di influenze da parte di membri di diverse comunità. Dal 2015, la scuola ha aiutato le sue band miste a incidere le loro canzoni e a organizzare prove in luoghi comuni nel nord e nel sud del Kosovo, uno sviluppo che era impensabile quando la scuola è stata creata nel 2008. Hassler-Forest spiega il potere della musica di trascendere la politica divisiva:

When you place two people in a band together, then you suddenly have Jelena the singer with Dren the guitarist writing an amazing new song that has nothing to do with politics. They’ve transcended it.

Quando metti insieme due persone in una band, improvvisamente hai Jelena la cantante con Dren il chitarrista che scrivono una nuova canzone straordinaria che non ha nulla a che fare con la politica. Sono andati oltre.

La band Mitrovica Rock School, Proximity Mine, presso lo studio di prova. (Foto: Andy Aitchison)

In effetti, la scuola ha contribuito a creare un'atmosfera di fiducia, e persino di amicizia, tra i suoi partecipanti e oltre. Secondo uno dei direttori locali della scuola, Milizza:

Over time, you see students who truly connected to form strong friendships…[But] it took us a long time to get to where we are now.

Nel corso del tempo, vedi studenti che hanno davvero trovato una connessione e formato forti amicizie… [Ma] ci è voluto molto tempo per arrivare a dove siamo ora.

Da un luogo di incontro neutrale a uno locale

Dato che la sicurezza è di grande preoccupazione per i cittadini di Mitrovica, è evidente che la scuola ha lottato per creare uno spazio sicuro e adeguato in cui i membri di varie comunità possano riunirsi per creare musica.

[Initially] we found a location, the basement of the Cultural Center, which is immediately next to the main bridge… we hoped that youth from the two sides would come there for music lessons. But this was naïve. People in Mitrovica don’t cross the bridge, especially not for something like music lessons.

[Inizialmente] abbiamo trovato un luogo, il seminterrato del Centro Culturale, che è proprio vicino al ponte principale… speravamo che i giovani delle due parti venissero lì per le lezioni di musica. Ma questo era ingenuo. Le persone a Mitrovica non attraversano il ponte, soprattutto per qualcosa come lezioni di musica.

Gli organizzatori hanno quindi deciso di invitare giovani musicisti a frequentare una scuola estiva a Skopje, nel nord della Macedonia, dove i giovani di diverse comunità erano liberi di incontrarsi, formare gruppi, provare e, infine, esibirsi in un concerto insieme. Al loro ritorno a Mitrovica, gli studenti hanno chiesto un luogo di incontro nella loro città. Hassler-Forest ricorda:

When the kids came back to Mitrovica, they demanded a school in their own town. We then decided to restructure the project. One [school] on each side but where we brought the kids together for regular summer schools, training weeks, and tours.

Quando i ragazzi tornarono a Mitrovica, chiesero una scuola nella loro città. Abbiamo quindi deciso di modificare il progetto. Una [scuola] in entrambe le parti, ma dove abbiamo riunito insieme i ragazzi per le regolari scuole estive, settimane di pratica e tour.

E così nacquero due diramazioni: uno al nord e uno al sud.

Esibizione della band Slow Molow al concerto della Skopje Summer School 2019. (Fonte: pagina Facebook della Mitrovica Rock School)

La forma di una gestione mista locale e internazionale ha anche permesso a questo progetto di avanzare, consentendo la sensibilità alle sottigliezze della situazione locale e nel contempo fornendo una distanza adeguata da questo.

At rock school, we’ve always had a core management team consisting of one local from each side plus one international to support a mixed team of local teachers. So, we keep each other in balance.

Alla scuola rock, abbiamo sempre avuto un nucleo dirigenziale composto da una persona locale per ogni parte più una internazionale per sostenere una squadra mista di insegnanti locali. Quindi, manteniamo un equilibrio.

Stimolare la richiesta locale, tuttavia, ha richiesto molto tempo e pazienza. Gli organizzatori continuano a gestire trasporti sicuri per i partecipanti da una parte all'altra della città, ma, con il passare del tempo, sempre più studenti hanno iniziato a organizzare il proprio trasporto o addirittura preferiscono camminare, il che è una chiara indicazione del crescente inter -connettività e fiducia. Gli studenti sono anche diventati più fiduciosi nella pubblicità delle loro attività, canzoni e concerti comuni sui social media, un cambiamento radicale rispetto a pochi anni fa, quando tale promozione causava timore di ripercussioni.

Come osserva il direttore locale Milizza,

When we ended up having a concert in Mitrovica last year, everyone participated. Honestly, I was myself a bit surprised, especially when I saw how supportive the parents were….The hardest work is to proceed slowly and stick around. Not to expect quick results.

Quando in fine abbiamo fatto un concerto a Mitrovica l'anno scorso, tutti hanno partecipato. Onestamente, sono rimasto un po’ sorpreso, soprattutto quando ho visto quanto i genitori fossero di sostegno… .Il lavoro più difficile è procedere lentamente e rimanere presenti. Non aspettarsi risultati rapidi.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.