chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Trinidad e Tobago chiude le sue frontiere mentre i casi di COVID-19 nel paese raddoppiano a quattro

Il Boeing 737-85P(WL) 9Y-MBJ della compagnia aerea Caribbean Airlines. Foto di Heads Up Aviation su flickr, CC BY-NC-ND 2.0.

Confrontati con i numeri in aumento dei casi di coronavirus [it] in altre nazioni, quattro pazienti [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] risultati positivi al test COVID-19 non sembrano molti, tuttavia il governo di Trinidad e Tobago non intende esporsi a rischi. In una conferenza stampa iniziata il 16 marzo 2020 verso le undici del mattino ora locale, il Primo Ministro Keith Rowley ha spiegato la strategia della sua amministrazione per gestire questa pandemia: evitare livelli di infezione che potrebbero mettere in pericolo il sistema dell'assistenza sanitaria.

Definendo la situazione attuale una “crisi” ed “emergenza” (sebbene “temporanea”) e ribadendo che non ci saranno soluzioni senza disagi, il primo ministro ha informato la nazione sulle ulteriori misure di mitigazione adottate.

La più drastica e forse la più importante è la decisione di chiudere le frontiere nazionali a tutti, tranne i cittadini di Trinidad e Tobago, per 14 giorni dalla mezzanotte ora locale del 17 marzo 2020. Qualsiasi eccezione a questa regola necessita l'autorizzazione del Ministero della Sicurezza Nazionale. E a tutti i cittadini che ritornano nella nazione sarà inoltre richiesto di mettersi in auto-quarantena per 14 giorni.

Le misure aggiuntive includono la chiusura immediata di tutti i bar e i ristoranti per la cena, ai locali sarà comunque ancora concesso di fornire consegne all'esterno. Si sconsigliano vivamente gli incontri di più di 25 persone, il primo ministro dichiara che la popolazione deve assumersi la responsabilità di seguire le linee guida raccomandate, piuttosto che ritrovarsi nella situazione in cui le misure devono essere imposte. Il “comportamento personale,” ha spiegato, “svolge un ruolo fondamentale” nel successo delle iniziative del governo per contenere la diffusione della malattia.

Le Chiese cattoliche e anglicane di Trinidad e Tobago hanno interrotto le messe per il prossimo futuro. E il governo chiede ai leader di altre confessioni religiose di seguire il loro esempio e sospendere le pratiche religiose che attraggono un gran numero di persone. Spiegando che le autorità sanitarie stanno cercando di creare un ambiente nazionale sicuro, Rowley lamenta: “Perché dobbiamo essere colpiti sulla testa per fare la cosa sensata per salvare la vita di noi tutti?”

Benché le scuole rimangano chiuse fino al 20 aprile 2020, si incoraggia l'apprendimento online dal momento che, nelle parole del primo ministro: “Non stiamo fermando la nostra esistenza, stiamo affrontando una sfida.” La chiusura delle scuole a livello nazionale avrà ovviamente un impatto su migliaia di studenti, che si stavano preparando per vari esami, le ripercussioni più immediate saranno probabilmente per gli scolari della scuola primaria che devono sostenere l'esame di ammissione alla secondaria (SEA) il 2 aprile.

Il governo sta anche cercando modi per continuare il Programma Nutrizione a Scuola, che offre agli studenti vulnerabili fino alla scuola secondaria colazione e pranzo  nei giorni feriali. Per molti bambini questi pasti scolastici sono i più sostanziosi e, in molti casi, gli unici nel corso di una giornata.

Sottolineando che il ruolo del governo è la protezione dei cittadini, le loro famiglie e il loro lavoro, l'economia e la nazione, il Dr. Rowley ha detto che il governo sarà molto probabilmente costretto ad attingere al Fondo per il patrimonio e la stabilizzazione. I soldi in questo fondo sovrano di investimento pubblico sono sostanzialmente il capitale del patrimonio nazionale e la legislazione attuale impone che tutti i fondi siano ritirati alla fine di un anno finanziario. La normativa dovrà essere approvata per fare un'eccezione in queste circostanze. “Non possiamo aspettare,” dice il Primo Ministro Rowley. “Non abbiamo tempo. Siamo in una crisi.” L’anno fiscale nazionale inizia il 1 ottobre e termina il 30 settembre.

“Congedo per pandemia”

Un'altra importante iniziativa proposta dal Ministero del Lavoro è l'istituzione di una nuova categoria di assenza dal lavoro chiamata “congedo per pandemia“, concepita specificatamente per rispondere alla necessità di assentarsi dal lavoro per gestire le situazioni generate dell'epidemia di COVID-19. Il funzionario capo del personale Darryl Dindial spiega: “Tutti coloro che non sono qualificati per prolungare il  congedo malattia, o che sono funzionari a contratto e non sono qualificati per assentarsi in aspettativa per malattia, potrebbero qualificarsi per un congedo per pandemia.”

Con le scuole chiuse, se i genitori devono stare a casa per prendersi cura dei bambini, possono prendere il congedo per pandemia, senza essere penalizzati dai loro datori di lavoro. Il congedo per pandemia si può applicare ai funzionari pubblici (con e senza contratto), dipendenti con contratto a termine e temporaneo, tirocinanti, lavoratori pagati a giornata, freelancer e nuovi dipendenti che lavorano da meno di un anno. Alcuni, tuttavia, già lamentano di non avere i mezzi per dare ai dipendenti un periodo indeterminato di assenza a stipendio pieno.

Il tono generale della conferenza stampa era comunque del tipo “Siamo tutti nella stessa barca.” Alle banche e società assicurative, è stato rivelato, si chiederà di “condividere l'onere”, concordano dilazioni per alcuni clienti che non sono momentaneamente in grado di onorare i loro obblighi. Anche gli interessi sulle carte di credito sono in discussione.

È indubbio che queste nuove restrizioni saranno un boccone amaro da ingoiare per molti cittadini di Trinidad e Tobago, una popolazione tipicamente socievole. Il primo ministro ha tuttavia avvertito che le conseguenze saranno gravi per chi non aderisce alle linee guida. Utilizzando il numero proliferante di casi COVID-19 in Italia come esempio, Rowley ha messo in guardia: “Per grazia di Dio non succeda in Trinidad e Tobago.”

Aggiornamento:  il 16 marzo 2020, verso le  8:30 di sera ora locale, il Ministero della Salute di Trinidad e Tobago ha confermato che una quinta persona è risultata positiva al test COVID-19.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.