chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Lo Sri Lanka si prepara alle elezioni già rinviate due volte durante la reazione militarizzata al COVID-19

An election propaganda vehicle in Dharga Town, Sri Lanka. Image via Flickr by Hafiz Issadeen. Cc BY-ND 2.0.

Un veicolo per la propaganda elettorale nella città di Dharga, Sri Lanka. Immagine aquisita da Flickr da Hafiz Issadeen. Creative Commons Cc BY-ND 2.0.

Lo Sri Lanka dovrà tenere [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazionele elezioni il 5 agosto, le quali erano già state rinviate da più di tre mesi a causa della crisi occasionata dal Coronavirus.

Le elezioni [it] erano state fissate inizialmente per il 25 aprile ma rinviate al 20 fiugno a causa delle preoccupazioni riguardo la COVID-19. Le elezioni di giugno furono poi rinviate per la stessa ragione.

Le elezioni di agosto sono state annunciate dopo che lo Sri Lanka ha cominciato ad alleggerire le restrizioni dovute al lockdown.

Lo Sri Lanka è decisamente avanti nel contenimento della diffusione della COVID-19 rispetto ai vicini del sud Asia. Durante la stesura di quest'articolo, lo Sri Lanka sta registrando 1950 casi di Covid-19 , 11 decessi con la curva dei casi attivi in discesa e il numero dei decessi rimasto invariato nelle ultime settimane.

Covid19 nel sud Asia: Nuovi casi confermati riportati in Afghanistan, Bangladesh, India, Maldive, Myanmar, Nepal, Pakistan e Sri Lanka. 693,586 casi totali e 17,827 decessi in sud Asia al 19 Giugno 2020, ore 13.00 UTC.

Elezioni anticipate

Il presidente Gotabaya Rajapaksa, eletto nel Novembre 2019 alle elezioni presidenziali, ha fatto uso del suo potere costituzionale per sciogliere le camere il 2 Marzo. Questo è accaduto sei mesi prima del previsto, a suo dire necessario perché il parlamento dominato dall'opposizione stava minando il suo potere. Uno degli obiettivi del partito di Rajapaksa, lo Sri Lanka Podujana Peramuna (SLPP), è quello di riguadagnare la maggioranza tra i 225 membri del Parlamento. Rajapaksa ha indetto le elezioni anticipate il 25 aprile ed è stato criticato e definito come inopportuno da molti per via della crisi pandemica affrontata dal paese.

L'avvocato per i diritti umani Bhavani Fonseka ha scritto un tweet riguardo gli appelli per posticipare le elezioni:

Il centro per il monitoraggio della violenza elettorale (CMEV) chiede con urgenza alla Commissione elettorale di posticipare le elezioni Generali del 2020 fissate per il 25 aprile 2020, alla luce della diffusione della pandemia della Covid-19.

Tra le richieste dell'opposizione e dei cittadini di posticipare le elezioni, il presidente della Commissione elettorale Mahinda Deshapriya ha annunciato il 19 marzo il riinvio delle elezioni a data da destinarsi , a causa della minaccia della COVID-19.

Harim Peiris scrive sul Groundviews riguardo la dichiarazione:

Given that the electoral process requires a mass domestic human migration or movement of people and that campaigning makes social distancing impossible, the decision of the Elections Commission was inevitable. Perhaps in hindsight, the hasty dissolution of parliament when Covid-19 was known as a global pandemic was unwise.

Dal momento che il processo elettorale richiede un massivo afflusso nazionale di persone o movimenti di persone e che la campagna rende il distanziamento sociale impossibile, la decisione della Commissione elettorale era inevitabile. Forse, con il senno di poi, lo scioglimento precipitoso delle camere mentre la Covid-19 si affermava come pandemia mondiale è stato sventato.

Il 22 marzo, lo Sri Lanka ha imposto un severo lockdown durato 7 settimane a frenare l'aumento dei casi di COVID-19.

il 20 aprile, la Commissione elettorale ha annunciato che le elezioni parlamentari si terranno il 20 Giugno.

Una crisi costituzionale?

Gli analisti hanno fatto notare immediatamente come la nuova data elettorale violi un ordinamento costituzionale che richiede un'elezione entro i 3 mesi dallo scioglimento delle camere. Asanga Welikala scrive a proposito di questo su Groundviews:

The Constitution requires even a dissolved Parliament to be recalled in an emergency to fulfil the requirements of legislative oversight of the executive (including the exercise of any emergency powers), and to approve appropriations of public funds for government expenditure. The President, however, has steadfastly refused to do so. Coupled with this refusal, the practical inability to hold an election during the pandemic has resulted in the Election Commission having to set 20 June as the new date for the election. This is a date that is prima facie in breach of the constitutional stipulation that an election must be held, and a new Parliament must meet, within three months of the date of the dissolution of the old Parliament.

La costituzione prevede perfino che le camere sciolte siano richiamate durante un'emergenza per adempiere ai doveri di una svista legislativa dell'esecutivo (incluso l'esercizio di poteri emergenziali), e di autorizzare appropriazioni di fondi pubblici per la spesa del governo. Il presidente, tuttavia, si è fermamente rifiutato di procedere in questa direzione. Questo rifiuto, sommato l'impossibilità pratica di tenere delle elezioni durante una pandemia ha fatto sì che la Commissione elettorale rimandasse quest'ultime al 20 Giugno. Questa data è a prima vista in conflitto con il principio costituzionale secondo il quale devono essere tenute le elezioni e formate nuove camere entro i tre mesi successivi che seguono lo scioglimento delle vecchie camere.

Alcuni hanno messo in discussione la praticità di tenere delle elezioni durante la pandemia. Hanno anche accusato il governo di ricorrere alle forze militari al fine di consolidare il proprio potere. Tisaranee Gunasekara ha avvertito dei pericoli ai quali si andrebbe incontro militarizzando la crisi della COVID-19:

The danger of holding an election in such an atmosphere is obvious. The government will not hesitate to arrest opposition activists and voters for violating this or that anti-virus rule while giving a free pass to its own supporters. But postponing the election repeatedly carries its own dangers. It will habituate the president into acting outside the constitution and strengthen those who are advocating Gotabaya rule.

Il pericolo di tenere delle elezioni in questa atmosfera è ovvio. Il governo non esiterà nell'arrestare attivisti oppositori ed elettori che violino una qualche regola anti-virus dando invece carta bianca ai propri sostenitori. Rinviare però le elezioni ripetutamente porta con sé dei pericoli. Spingerà il presidente ad aggirare sempre più spesso la costituzione e rafforzerà chi è a sostegno del governo di Gotabaya.

Il 2 giugno, la Corte Suprema dello Sri Lanka  ha rigettato diverse petizioni sfidando la Commissione elettorale decisa a tenere le elezioni il 20 giugno. Questo è stato visto da molti come una rivendicazione delle azioni di Rajapakshe di sciogliere le camere e il suo rifiuto di riconvocarle per riunirsi in sessione.

Cartone animato.

Tuttavia, il dottor Asanga Welikala si trova in disaccordo con la decisione della Corte:

Oggi, 2 giugno 2020, lo Sri Lanka entra in conflitto con l'ordinamento costituzionale.

Non ci saranno un'elezione del Parlamento e riunioni. Tantomeno una data fissata legalmente o una convocazione di altre camere.

La Costituzione è stata messa da parte, mentre dove dovrebbe risiedere un parlamento, è ora a totale discrezione di un uomo.

Il 10 giugno, il Presidente della Commissione elettorale Mahinda Deshapriya ha annunciato che la data delle elezioni sarà posticipata per la seconda volta al 5 agosto.

Linee guida per la salute durante le elezioni

In concomitanza con l'annuncio delle elezioni del 5 agosto, la Commissione elettorale ha pubblicato le proprie linee guida per la salute per la condotta delle elezioni tra la diffusione della COVID-19. I punti salienti includono:

  • Utilizzare la mascherina nella cabina elettorale
  • Mantenere la distanza di un metro nella fila per le votazioni
  • Non permettere l'accesso a chi non abbia terminato la quarantena
  • Limitare a 100 persone la partecipazione alle riunioni di propaganda elettorale
  • I partecipanti alle riunioni indosseranno la mascherina e praticheranno il distanziamento sociale nei propri posti assegnati
  • Sono vietate le processioni
  • La distribuzione di volantini è sconsigliata

La Commissione elettorale ha organizzato fino ad ora due urne elettorali simulate per testare la prontezza dei cittadini durante la pandemia.

GUARDA: l'organizzazione asiatica per le libere elezioni “Asian Network for Free Elections” si è trovata oggi, 14 giugno 2020, alla scuola elementare del quartiere di Kalutara, per osservare l'urna elettorale simulata della Commissione elettorale dello Sri Lanka.

Molti dei candidati alle elezioni puntano sulle pubblicità dei social media per promuovere le proprie campagne politiche. Secondo i rapporti, Facebook rilascerà informazioni riguardo la spesa sugli annunci pubblicitari dei candidati politici dello Sri Lanka.

La Commissione Europea, nel frattempo, ha deciso di non inviare sul posto un osservatore a pieno titolo per le elezioni del 5 agosto a causa della COVID-19.

Molto preoccupante. Tra la militarizzazione incontrollata + la repressione dei dissidenti in Sri Lanka- e solamente 9 mesi dopo un'elezione che è stata teatro di un gran numero di violazioni, inclusa l'intimidazione al voto – delle urne elettorali senza nessun osservatore esterno affidabile espone a rischi enormi

Mentre lo Sri Lanka si prepara di nuovo all'apertura dei confini nazionali prevista per il primo agosto come manovra per tornare alla normalità, resta da vedere quanto libere e giuste saranno queste elezioni.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.