chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

In Camerun, la squadra di calcio di una regione oppressa dai conflitti ottiene il suo primo titolo nazionale

Photo-montage de l'équipe de football PWD représentant les portraits des 23 joueurs et le plan américain de l'entraineur déterminé David Pagou au centre. Le fond de l'image est bleu, couleur de l'équipe ; le titre : "Les champions de la Ligue 1 2020"

La squadra di calcio camerunese PWD Bamenda. Fonte: PWD Bamenda media, riproduzione autorizzata.

Nel 2016, il PWD Bamenda, una squadra di calcio della regione nord-occidentale del Camerun, una vera e propria zona di conflitto, ottenne la promozione alla seconda divisione nazionale, chiamata anche Elite Two.

Nello stesso anno, scoppiarono delle proteste [en, come i link seguenti] nelle regioni nord-occidentali e sud-occidentali del paese, paralizzando le attività calcistiche nelle due regioni anglofone. Tra le rivendicazioni espresse dai manifestanti vi erano l'uso dell'inglese come lingua ufficiale nei tribunali e nelle scuole anglofone, ed una distribuzione egualitaria delle risorse economiche.

Le proteste divennero sempre più violente culminando in un sanguinoso conflitto che prosegue da quasi quattro anni e che contrappone le forze governative, principalmente francofone, alle milizie separatiste anglofone.

Durante questo periodo, il PWD Bamenda prosegue la sua scalata: accede alla prima divisione nazionale, Elite One, e viene incoronato campione prima della fine di una stagione interrotta dal Coronavirus, a causa del quale alcuni incontri sono stati annullati.

La squadra ha resistito alla prova del tempo, sopravvivendo alle minacce legate al Coronavirus e al conflitto separatista in corso ed arrivando al vertice.

All'inizio della stagione calcistica che si è appena conclusa, il presidente della squadra Abunde Pascal aveva espresso a CBS Radio il desiderio di vedere la sua squadra giocare un ruolo chiave in campionato, dopo essersi salvata per un pelo dalla retrocessione nella stagione precedente.

«Gli obiettivi non sono ancora stati ben definiti, ma riteniamo di dover giocare un ruolo chiave in campionato durante questa stagione. Non vogliamo ritrovarci a dover lottare per evitare la retrocessione, com'è accaduto lo scorso anno.» aveva dichiarato M. Pascal nell'ottobre 2019.

Il PWD Bamenda stava iniziando a riprendersi dalla retrocessione della stagione precedente quando il vecchio allenatore, Augustin Choupo, fu rapito; i sospetti si concentrarono su dei separatisti anglofoni. Il club ha anche dovuto affrontare ripetute minacce ricevute mentre ospitava altre squadre a Bamenda, capoluogo della regione nord-occidentale.

«Sono in corso delle trattative con le forze di sicurezza per proteggere il terreno di gioco della squadra» ha spiegato Kouamo Arnold, un giornalista di Bamenda che segue le attività del club, in un'intervista a Global Voices il 16 maggio 2020. «La squadra ha dei giocatori di lingua francese, e molti di loro temono di essere rapiti durante la loro permanenza nel nord ovest del paese, così come è accaduto al loro precedente allenatore Augustin Choupo.»

La squadra ha subìto una serie di sconfitte all'inizio della stagione 2020 e si è avvicinata alla retrocessione, ma si è ripresa prima della chiusura del primo girone – accumulando 29 punti e finendo al secondo posto.

«Molti hanno criticato il modulo 3-5-2 adottato dall'allenatore [David] Pagou [il nuovo allenatore]. Ma ha corso il rischio allontanandosi dalla filosofia dell'allenatore precedente, e questa scelta ha cominciato a dare i suoi frutti» afferma Kouamo Arnold.

Il PWD ha raggiunto la seconda posizione con 40 punti dopo aver sconfitto per 1 a 0 il leggendario club Tonnere Kalara nella 24esima giornata di campionato. Il club aveva perso dei punti in alcune partite nella fase iniziale del secondo girone, quando la squadra cercava di mantenere la propria permanenza in prima divisione.

«L’idea di vincere il campionato non aveva mai sfiorato i pensieri della squadra», ha dichiarato Giovanni Wanneh, giornalista sportivo in Camerun, durante un'intervista con Global Voices. Secondo lui il momento cruciale per il PWD è stata la 28esima giornata di campionato, quando una vittoria decisiva li ha portati in cima alla classifica.

«La vittoria ottenuta contro l’Union Sportive Douala ha fatto capire alla squadra e ai tifosi che la possibilità di vincere il campionato era concreta. I sostenitori del club hanno iniziato a crederci davvero», ha affermato Giovanni Wanneh.

Questa vittoria ha portato la squadra al vertice del campionato Elite One con un totale di 47 punti – ad un punto di distanza dai giganti del calcio camerunese del Coton Sport, che sfortunatamente avevano pareggiato contro i loro avversari. Una vittoria avrebbe permesso al Coton Sport di arrivare al primo posto; ma tutto si fermo lì e il campionato fu sospeso a marzo a causa del Coronavirus.

Il Camerun è tra i paesi che hanno registrato il maggior numero di casi di Coronavirus nell'intera regione.

La Federazione calcistica del Camerun (Fecafoot) che dirige il campionato ha deciso di chiuderlo e di dichiarare il PWD vincitore a sei giornate dalla fine del campionato.

La squadra, che fu fondata 58 anni fa all'epoca del Camerun britannico, rappresenterà il Camerun alla CAF Champions League (Coppa dei Campioni d'Africa) – un grande debutto per il club.

«Siamo molto felici, perché giocare in questa zona del paese [la regione nord-occidentale] non è facile, a causa delle difficoltà di cui siete a conoscenza  [la crisi anglofona]» ha spiegato Abunde Pascal, presidente del PWD Bamenda, durante un'intervista per Global Voices, il 16 maggio 2020.

Il giornalista Afeseh Apong, che ha seguito la squadra sul campo per l'intera stagione, concorda con le affermazioni del presidente.

«Una partita era in programma a Bamenda e i Dragons de Yaoundé – la squadra avversaria – sono arrivati lì prima di noi. Dei presunti militanti separatisti li hanno fermati all'entrata dello stadio. Quest'evento ha traumatizzato i giocatori, che non volevano più disputare il match. È stata dura convincerli a giocare» ha spiegato a Global Voices il 17 maggio.

«Con tutti questi elementi a proprio sfavore, credo che il PWD abbia superato ogni aspettativa»

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.